Utente 866XXX
Salve, sono un ragazzo di quasi 31 anni, nell'inverno del 2004/05 ho avuto strappi muscolari al collo e una volta mi sono bloccato dovendo ricorrere a delle punture per distendere i muscoli. Questa estate ho avuto di nuovo problemi anche se diversi al collo non riuscendo a muoverlo quando ero disteso sul letto( problema risolto solo con la borsa dell'acqua calda). Ad novembre ho fatto i Rx al collo ed è stato riscontrato che ho il collo dritto, privo di lordosi, ho fatto fisioterapia , con mobilitazioni del collo e correnti, li per li ne ho tratto giovamento, ma dopo meno di un mese sono punto e a capo se non peggio.
I dolori che avverto sono nella zona occipitale, collo, e a volte si protrae o sulla spalla Sx o sulla spalla Dx.
C'è qualche modo per migliorare le condizioni del collo e cercare di diminuire la mia rigidità al collo ?
Tra l'altro faccio un lavoro davanti al PC il che non mi giova di sicuro.
Chi mi può indicare una buona strada da intraprendere per risolvere tale problema. Se è possibile risolverlo?
Ho 30 quando arriverò intorno hai 50 anni sarò bloccato completamente.

[#1]  
1759

Cancellato nel 2012
DA COME DESCRIVE I SUOI SINTOMI RITENGO CHE I SUOI DISTURBI SIANO DI NATURA MUSCOLTENSIVA E QUINDI SIA INDICATO UN TRATTAMENTO CON MASSAGGI ED EVENTUALE RIDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE

[#2] dopo  
Utente 866XXX

Propio ieri sono andato in ospedale a fare la visita fisiatrica e mi hanno consigliato una ginnastica posturale, ma mi è stato detto che è un prova.
Domanda? Ma se faccio ginnastica posturale prima o poi mi ritrovo alle stesse condizione con il collo e le spalle?
Scusate l'ignoranza ma c'è un possibilità di risolvere il problema se non totalmente almeno in parte in modo da non avere in futuro problemi più accentuati.Grazie

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
E' assai probabile che il problema si ripresenti. E' necessario fare un accertamento posturale che ne individui la causa. Gentile paziente, il movimento (e la postura statica) è il risultato di un'integrazione sensorio-motoria. Quindi il cervello, a tutti i suoi livelli (con compiti specifici) raccoglie le informazioni sensoriali (vista, vestibolo, trigemino, fusi neuromuscolari, articolari, ecc) e li elabora. Da questa elaborazione manda impulsi motori anche per postura cervicale. Se queste informazioni sensoriali sono alterate il collo assume atteggiamenti "di compenso" e si possono presentare sintomi all'apparenza non correlati. Tra le possibili cause penserei ad una malocclusione dentale o un difetto di visione (può essere alterata una via nervosa che si chiama cefalo-oculo-motoria).
Saluti
Dr Daniele Tonlorenzi Prof A.C. "Fisiologia e patologia della postura e del movimento"
Laboratorio del movimento e della postura Direttore Prof Marcello Brunelli Dipartimento di Fisiologia "Giuseppe Moruzzi" Università di Pisa
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum