Utente 837XXX
egregi dottori,

ho 21 anni e a seguito di una prostatite cronica mi è stato diagnosticato uno spasmo del pavimento pelvico cronico che è la causa dei mie sintomi, ossia ciò che succede alle donne per intenderci. ( riferiti all'infiamamzione del nervo pudendo). Ora sono in cura da un osteopata che sotiene che la causa di tutto sia un abbassamento del trigono uro-vescicale post prostatite risolvibile con sedute osteopatiche in 2 mesi max.

Voi cosa ne pensate? questa teoria è giusta oppure per uno spasmo sarebbe meglio una fisioterapia?

amilano da chi mi pottrei rivolgere?

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Egr. paziente, anzitutto è bene fare una diagnosi precisa e netta affidandosi ad un urologo o un ortopedico, poi dovendo fare una ginnastica specifica e delle cure di fisiochinesiterapia è necessario che si rivolga ad un Fisiatra, Medico specialista del settore, coadiuvato dal tecnico specifico: il fisiochinesiterapista.
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -