Utente 811XXX
Gentile Dottor Caruso sono una ragazza di 24 anni che da qualche anno accusa una strana sintomatologia in progressione ma che ancora non è venuta a capo di nulla..Ho letto più volte i suoi scritti in relazione al rachide cervicale ma ho postato la domanda qui perché la sezione di Ortopedia era al momento satura..spero vada bene lo stesso..
Tornando al punto ho fatto numerosi accertamenti sia strumentali che di laboratorio che non hanno riscontrato alcunché di patologico..
I sintomi che accuso sono astenia, brividi di freddo interni che partono dalla schiena e riflettono su braccia e gambe,disturbi propriocettivi ai quattro arti, avolte sudorazione molto accentuata, sbandamenti ma non vere e proprie vertigini,tremori,disturbi della visione campo visivo periferico(vedo un pò deformato ai lati se guardo un punto fisso)..ho fatto anche risonanza encefalo e rachide in toto ma aperte, visita neurologica,visita oculistica e tutto sembra apparentemente nella norma.Solo da una rx del rachide cervicale è emerso verticalizzazione del rachide,riduzione in ampiezza di grado leggero del secondo spazio discale intersomatico.Non sono presenti alterazioni ossee strutturali focali e dalla risonanza magnetica nulla a livello lombare e dorsale ma sempre al rachide cervicale:Verticalizzazione della lordosi,modesta osteofitosi marginale somatica paramediana sinistra C2-C3 e minima osteofitosi marginosomatica posteriore laterale destra anche in C6-C7.Il canale rachideo di ampiezza nella norma.Ho subito in passato due colpi di frusta a seguito di incidenti stradali ma non mi sono mai controllata è la prima volta che lo faccio e mi è stato spiegato che forse ho riportato qualche microfratturina pur non sapendolo che ha generato artrosi..Volevo chiederle se è possibile che tutti i disturbi che accuso possano dipendere dalla cervicale perché ho anche un forte dolore al collo,rumorosi scricchiolii tipici dell'artrosi e anche un mal di testa molto accentuato che parte proprio dal collo ma si irradia anche a metà schiena tra le scapole..Il mio pensiero va alla sclerosi multipla ma magari è soltanto la cervicale per questo mi piacerebbe sapere cosa ne pensa al riguardo.Cordialità.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Certamente, gentile signora. E' possibile che tali sindromi derivino da situazioni patologiche del suo rachide cervicale, ed in un soggetto fortemente ansioso come lei, o diventata tale, le manifestazioni sintomatologiche si accentuino maggiormente. Solo valutazioni cliniche ortopediche scupolose e accurate, cure di fisiochinesiterapia idonea, mirata e completa affidata ad un Fisiatra esperto del settore, possono dare le giuste risposte ai suoi problemi .
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 811XXX

La ringrazio tanto per avermi risposto...sì effettivamente questi disturbi mi danno veramente noia attualmente sono anche in cura con antidepressivi perché si sostiene ci sia anche un'ansia/depressione di fondo..poi inizierò anche una serie di terapie da un fisioterapista di fiducia che spero mi siano di giovamento...quanto all'attendibilità della macchina aperta,intendo la risonanza magnetica del rachide cervicale può bastare così oppure è il caso che approfondisca con il macchinario chiuso?!Perché io ho optato per quella credendo fosse attendibile anche perché soffro di claustrofobia ma poi mi è stato riferito che non è molto attendibile specie per vedere eventuali compressioni midollari...è vero o posso mettermi tranquilla?La ringrazio ancora una volta..un saluto cordiale.