Utente 765XXX
Buongiorno, io un fastidio che si presenta occasionalmente e appunto, dopo molti anni che si ripete, mi sono accorto che è legato a determinati sforzi o movimenti ripetuti. Nel tempo mi sembra che si stia spostando leggermente anche il punto centrale della zona dolorante, che prima era il testicolo sinistro mentre adesso avverto un fastidio fisso pochi cm. sopra il punto di congiungimento tra anca sinistra e bacino. Naturalmente il dolore o fastidio intenso si estende nel raggio di 15-20 cm.
Mi causa il disturbo fare sforzi di sollevamento sulla gamba sinistra, come anche alzarmi spesso o rapidamente dalla sedia o premere frequentemente la frizione dell'auto, ma anche addominali o flessioni e persino camminare in salita a passo lungo, mentre generalmente non mi da problemi correre regolarmente o giocare a tennis. Anche l'attività sessuale può accentuare il fastidio, mentre mi da sollievo stare coricato, meglio se a pancia in giù, mentre stando seduto ci sono posizioni che non calmano o acuiscono il fastidio.
Dopo diversi giorni di riposo o di attenzione il sintomi scompaiono.
In passato ho sottoposto il problema al medico di famiglia, il quale non ha individuato ernie, e recentemente un urologo mi ha consigliato di rivolgermi a un fisiatra.
Io ho la sensazione che possa esserci qualche problema di ernia, avverto come la presenza di qualcosa di gonfio all'interno della zona dolorante e a volte si gonfia anche una vena o si tende qualche nervo all'interno del testicolo sinistro, ma non so se i problemi di ernia si comportano cosi a intermittenza, sono dolorosi o vengono acutizzati da sforzi ma rimangono stabili per 15 anni.
Vorrei un vostro chiarimento, grazie.


[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

mi sembra di aver letto che il suo medico curante le avesse già consigliato un controllo da uno Specialista Fisiatra.

Vista la persistenzaq del disturbo ed un indicazione di esclusione di ernia (ipotizzo inguinale?), certamente un collega reperito nella sua zona, potrà aiutarla nell'ipotesi diagnostica e conseguentemente l'indicazione di una terapia, cosa impossibile da attuare con il mezzo informatico.

Provi a consultarsi nuovamente con il suo medico di famiglia, per reperire uno Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione della sua zona.

In bocca al lupo!
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)