Una lista di sintomi ma nessuna diagnosi

Buongiorno, sono una ragazza di 24 anni, mamma da 4 (ragazza madre di una bimba invalida), e da molti anni sto facendo varie analisi per dare una diagnosi a una serie di sintomi. L'unica diagnosi avuta fin'ora però è che sono sana come un pesce. Prendo la pillola da quasi 4 anni (ho iniziato non molto dopo il parto a causa delle cisti ovariche). Al parto ho avuto una setticemia, che mi ha portato via una tuba, un ovaio e l'appendice (non si sa il motivo dell'infezione però). Sono stata in cura, per un anno circa, con un tranquillante perchè mi è stato detto che i sintomi sono causati solo dallo stress ma ho interrotto il farmaco quando sono rimasta nuovamente incinta, circa 4 mesi fa, ma ho auto un aborto spontaneo a 10settimane. Di tutte le analisi del sangue fatte l'unica alterazione era nelle proteine molto alte (il valore era circa 200). I sintomi che riporto di seguito, alcuni dei quali potrebbero sì essere causati dallo stress, li ho da circa 10 anni:

- Sonnolenza continua
- Difficoltà di concentrazione
- Enorme perdita di energia dopo un minimo sforzo fisico, seguita da lieve difficoltà respiratoria, accellerazione del battito, tremore
- Perdita costante e abbondante di capelli (stress?)
- Pelle secca che si screpola e di "rompe" sulle mani, causandomi continue feritine sulle pieghe delle dita
- Sensazione di freddo costante
- Frequente sensazione di soffocamento, come se qualcuno mi tenesse un dito premuto forte nell'incavo alla base del collo
- Frequente senzazione di bruciore alla gola, come se avessi mandato giù un bicchiere di alcool puro bollente, che si protrae a lungo e non passa con nulla (mangiando, bevendo o prendendo medicine contro il bruciore...)
- Gonfiore di pancia
- Gas intestinali, spesso tanti da farmi "muovere la pancia"
- Irregolarità nello svuotamento dell'intestino (insomma, non vado di corpo ogni giorno, a volte resto stitica per giorni senza per soffrirne quasi per niente)
- Eccessiva "produzione" di urina, nonostante la scarsa assunzione di liquidi
- Irritazione nervosismo e scatti d'ira eccessivi (non violenti) che vengono dal nulla, anche in situazioni di perfetta calma
- Sporadiche fitte forti e "pulsanti" al seno (principalmente a destra, più spostate sul "davanti")
- Sporadiche fitte all'altezza dello sterno, (come per un pugno), non concentrate in un punto solo ma in tanti punti ravvicinati (senza formicolio, proprio tipo una forte botta), che toglie il respiro lasciandomi col "fiato corto" per diversi minuti
Tremori e fitte alle mani (alla base del pollice destro principalmente)
- Frequenti vuoti di memoria
- Perdite tra una mestruazione e l'altra (pur prendendo la piccola da diverso tempo)
- Perdita di desiderio sessuale
- Enorme tendenza a prendere peso, pur avendo un regime alimentare relativamente regolare
- Frequente sensazione di "bisogno" di zuccheri (dovuta allo stress?)
[#1]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Come lei ha sicuramente gia' intuito il problema e' essenzialmente psicologico. Vista l'assenza di patologie organiche (per fortuna!) penso sia chiaro che non resta che cercare altrove. Credo che un colloquio con uno Psicologo potrebbe aiutarla molto; anche al fine di evitare che la sua "tendenza a prendere peso" non la porti a conseguenze serie da qui a pochi anni.
Cordiali saluti

dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie ma come avrà sicuramente letto nel mio messaggio sono stata già sotto tranquillanti, pertanto ho già avuto modo di parlare con uno psicologo.

Fortunatamente non sono paranoica e non ho "malattie immaginarie" e il motivo per cui cerco una diagnosi online, consultando (spero) specialisti, è perchè in 10 anni non sonostata presa sul serio, situazione che pare ripetersi. Inoltre, per fortuna, non sono una ragazzina incosciente che prende roba per dimagrire in fretta, e il mio obiettivo non è dimagrire, bensì trovare una spiegazione al fatto che a poco più di 20 anni ho meno energia di mia madre di 56, meno resistenza, sono molto più cagionevole...

Mi sconforta molto sapere che, invece di indagare, si danno risposte "al volo" (risposto in giornata,con 118 consulenze i nattesa di risposta?!?!) giusto per liqidare un paziente che si ritiene "un caso da psicologo" leggendo solo quello che è più comodo leggere
[#3]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Forse non mi sono espresso bene: a mio avviso lei si trova con questi problemi proprio perche' non e' stata presa sul serio la sua situazione; probabilmente da lei per prima, oltreche' a buon conto dai Colleghi che hanno avuto modo di seguirla. Puo' fare e credere quello che vuole, ma se gli accertamenti che ha eseguito finora ci dicono che lei non ha patologie organiche (e ripeto, per sua fortuna!) non e' utile convincersi a tutti i costi di avere qualcosa che non le e stato (chissa' perche'!) diagnosticato. Se lei pensa che un paziente viene "liquidato" quando gli si consiglia una psicoterapia, evidentemente non vuole prendere in considerazione questa possibilita'. Ma cosi' facendo si preclude una via di uscita che puo' darsi pure che non porti a nulla, ma che allo stesso modo invece potrebbe aiutarla. E inoltre io non le ho detto di prendere tranquillanti, anzi! Le ho consigliato un colloquio psicologico, non delle medicine!
Un'ultima precisazione: in quest'Area, Medicina Generale, quando le ho risposto il suo consulto era l'ultimo in attesa. Dunque non ce ne erano altri, ne' qui ne' nelle Aree di mia competenza. Se in altre Specialita' lei ne ha contati cosi' tanti questo e' certamente possibile, ma la competenza non e' certo mia...
[#4]
dopo
Utente
Utente
Come le ho giàdetto io sono GIA seguita da uno psicologo, pertanto non è che "non voglio prendere in considerazione questa possibilità": io questa possibilità l'ho GIA presa in considerazione tempo fa, e sono già seguita.

Non cerco di convincermi a tutti i costi di avere una chissà-quale-strana patologia non uscita fuori dagli esami: converrà con me che non è possibile che io abbia fatto tutti gli esami e le analisi esistenti, pertanto cerco consiglio per approfondire qualcosa che magari non ho mai controllato... chissà, magari sono solo allergica a qualche alimento! o magari ho solo una lieve disfunzione! Non ho controllato certo tutto! Le mie analisi del sangue sono solo di routine, conqualche raro approfondimento (tiroide, ferro, toxo...)

Per quanto riguarda l'area, bhe, che dire: errore mio, non sapevo in quale sezione inserire la mia domanda, agari la riproporrò in un'altra sezione.
Grazie
[#5]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Di nulla.
Cordiali saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa