Valori alterati

Salve gentili dottori,
in seguito a dei malori avuti nei mesi passati ho effettuato una moltitudine di analisi, e mi è stata diagnosticata una sindrome ansiosa con attacchi di panico. Non essendo un tipo ansioso e non avendo mai sofferto d'ansia o dap, ho pensato che i sintomi di cui riferivo nell'argomento "sindrome da somatizzazione" di cui al link https://www.medicitalia.it/consulti/psichiatria/27012-probabile-sindrome-da-somatizzazione-attacchi-di-panico.html, non fossero da attribuirsi ad attacchi di panico ma a qualche altra patologia a me sconosciuta.
Per questo motivo volevo riportarVi i valori alterati emersi dalle varie analisi :
sangue
ALANINA AMINOTRANSFERASI a 59 U/L (il valore di rif. 10-40);
tiroide
ANTITIREOGLOBULINA : 68 U/mL (nella norma inferiore a 34);
sangue
EOSINOFILI %: 6.8 (rif. 0.9-2.9);
EOSINOFILI #: 0.7 (rif. 0.0-0.2);
NEUTROFILI #: 5.9 (rif. 2.2-4.8).

I sintomi sono spariti però ne permane qualcuno, a volte fastidioso, tipo disestesie al petto(come vermi che camminano sotto il capezzolo sinistro), macchia rossa sotto il collo(sembra svanire dopo la doccia per poi riacutizzarsi con apice alla notte; raramente provoca prurito) e acufeni (solo quando c'è silenzio totale).
Volevo quindi chiederVi gentilmente un ulteriore consulto, e se esiste una patologia tale da provocare queste alterazioni e questi sintomi.
Devo dire che ho notato una stranezza nelle feci : appaiono o piatte (credo si dica nastriformi?) oppure se la defecazione è tardiva sono poco consistenti (tipo diarrea). Ho notato pure che se bevo del vino diventano molto scure, quasi nere.
Ho 5 gatti in casa. Ho letto che il pelo del gatto può provocare echinococcosi, teniasi e parassiti vari.
Ultimamente ho notato pure di avere molti linfonodi ingrossati, e una pallina nella faringe (sembrerebbe un linfonodo pure quello, ne abbiamo lì?).
vi ringrazio anticipatamente, il vostro servizio è molto piu grande di quanto possiate pensare per un paziente.
Cordiali saluti
[#1]
Attivo dal 2008 al 2008
Specializzando
Gentile utente, vorrei tranquillizzarla riguardo alla sua sintomatologia, ed alle analisi che lei pone alla nostra attenzione.

Verosimilmente lei soffre di Disturbo d'Ansia, e necessita di essere visitato e seguito per un periodo più o meno lungo da uno specialista Psichiatra, che potrà curarla con terapia Farmacologica o psicoterapia on farmacologica. Fermo restando che è opportuno eseguire dei controlli periodici (ogni sei mesi per iniziare, poi una volta all'anno) delle comuni analisi di laboratorio e degli indici di funzionalità tiroidea.

Il suo medico di base sarà perfettamente in grado di instradarla in tal senso.

Le consiglio vivamente di eliminare il fumo di sigarette, che puo' solo aggravare la sua condizione.

Una vita piu' regolare possibile, compatibilmente con il suo lavoro, ed un esercizio fisico anche leggero, ma costante (almeno due volte alla settimana), la aiuteranno di certo a raggiungere piu' in fretta una guarigione completa.

Cordiali saluti e tanti auguri per il futuro.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dott. Bellotti,
nel ringraziarLa per la celerità della risposta e per le preziose informazioni che mi dà, volevo porre alla Sua attenzione la questione del fumo di sigarette : lei è il primo dei 6 medici che interpello, a consigliarmi di eliminare le sigarette.
Volevo chiederLe le sue motivazioni in riguardo, in quanto proprio le sigarette "sembrano" darmi una mano per la mia patologia, in quanto mi fanno in un certo qual modo compagnia, durante i miei lunghi viaggi (400 km al giorno), e mi danno senso di rilassatezza e calma.
Posso capirne il motivo, sicuramente possono recare episodi di iperventilazione e quindi attacchi di panico, ma a volte mi vengono anche quando non fumo.
Per quanto riguarda la vita regolare, ci sto provando, ho praticamente cambiato radicalmente tutte le mie abitudini (a parte le sigarette).
Per l'esercizio fisico cosa mi consiglia ? A me piace il calcio e il tennis, purtroppo però da soli non si possono praticare e ai miei orari non c'è nessuno che mi faccia compagnia. Corsa ? Palestra ? Quante ore ?

Ancora vivi ringraziamenti e cordiali saluti.
[#3]
Attivo dal 2008 al 2008
Specializzando
gentile utente,

spero davvero di poterla aiutare.

Non esiste alcuna dimostrazione che le sigarette facciano bene. Nel suo caso le ho consigliato di smettere in quanto il fumo ha un generico effetto vasocostrittore, che in una persona che sta passando una fase di stress fisici e mentali impegnativi, certamente non fa bene. inoltre il fumo è un fattore di rischio per patologie cardiovascolari, oltre che un certo fattore di peggioramneto della sua performance cardiorespiratoria. In definitiva, se diminuisse, farebbe proprio bene (cerchiamo di arrivare a 10 al giorno, e fra un mese a 5 al giorno).

Si conceda la sigaretta ai piccoli momenti di piacere della giornata, come un premio a se stesso. Ma non le viva come una compagnia, questo è un circolo vizioso che puo' solo danneggiarla. Trovi un alternativa.

Capisco che è difficile fare attività fisica per il lavoro che fa. Ma lei stesso sa, che se volesse, troverebbe il tempo per fare una corsetta di 10 - 15 minuti. Iniziando lentamente, senza correre ed affaticarsi. Perchè l'attività fisica aiuta il corpo e la menete. La produzione di endorfine aumenta il senso di benessere e rilassatezza.

Lei è fortunato poichè non beve caffè. Molte persone sono schiave del caffè, e lamentano i suoi disturbi in maniera molto piu' grave.

Cerchi di tranquillizzarsi. E allontani da se tutti i pensieri delle iperventilazioni e tutte le sue riflessioni ed ipotesi sulle malattie che pensa di avere.

il benessere viene da dentro, con il tempo, ed un po' di impegno.

Ed ora vada a dormire.

Non avere un ritmo sonno-veglia predispone ai disturbi d'ansia.

Prima di andare a letto puo' prendere Sedatol compresse. Ne prende una sola. Io le do a mio figlio piccino per farlo riposare bene. é una sorta di camomilla concentrta, naturale.

Buona Notte.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dott. Bellotti,
la ringrazio ancora per la celerità della risposta e per il tempo che mi ha dedicato.
Cercherò di seguire i suoi preziosi consigli e vedrò di diminuire le sigarette, cosa che ho già iniziato a fare oggi, visto che ne ho fumate appunto 10.
Per la corsetta vedrò di iniziare questo fine settimana, dato che è previsto un miglioramento metereologico.
Del caffè non son mai stato schiavo, in fatti non mi è stato difficile abbandonarlo e ora bevo solo un dek al giorno, a volte neanche quello.
Ancora grazie, le farò poi sapere se andrà meglio, magari fra un mesetto.
Cordiali saluti.
[#5]
Attivo dal 2008 al 2008
Specializzando
BENE COSI!

A PRESTO

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa