Dolore fossa iliaca e alla milza

Buongiorno, inserisco qua la mia richiesta di consulto, poichè da circa una decina di giorni ho diversi sintomi che non so a quale categoria assegnare. Premesso che ho già fatto una prima visita medica e il dottore mi ha prescritto un'eco addome per dolore persistente alla fossa iliaca e avrò la visita a novembre. Nel frattempo chiedo consiglio a voi: mi sono svegliata una mattina con un dolore fortissimo, lancinante, alla parte anteriore del bacino/inguine sinistro. Se mi coricavo o sedevo passava, diversamente faceva molto male e non ero in prossimità del ciclo mestruale, tantopiù che era un dolore osseo. Da allora questo dolore si ripresenta quasi ogni giorno, anche da coricata, ma ha coinvolto anche la milza (o perlomeno, credo sia essa). Questa notte mi sono svegliata di colpo dal male, fitte molto forti, come se avessi fatto una corsa. Se mi giravo sul fianco destro peggiorava (mi sembrava che la pelle si "tirasse" di più), sul fianco sinistro invece migliorava e infatti dopo una quindicina di minuti si è calmato. Quando mi prende male lì, si irradia poi nella zona iliaca. Non posso fare 20 metri a piedi, che già la milza mi fa male e, di conseguenza, anche la fossa iliaca e devo sottolineare il fatto che se provo a massaggiare la zona dolorante, il dolore anzichè diminuire si acutizza. Eppure sono certa di non essere caduta, nè di essermi fatta male.
Da qualche giorno poi è accompagnato da perdite marrone scuro e da frequente bisogno di andare in bagno, sia per defecare, che per urinare. Tuttavia le feci sono normali, come consistenza e colore e anche le urine sono limpide.
Le perdite scure mi capitano a volte, perchè sono molto stressata e ansiosa, quindi talvolta il ciclo salta e mi vengono solo queste perdite, perciò non so definire se centrino col dolore, oppure no. E poi cosa centra la milza? Secondo voi cosa può essere? Posso aspettare fino a novembre o devo farmi mettere l'urgenza sull'impegnativa? Il dottore, quando mi ha visitata, ha detto che secondo lui è un problema intestinale, ma io il dolore della fossa iliaca lo sento sull'osso, non è un "mal di pancia". Non riesco a capire di che natura sia questo dolore e se devo stare tranquilla e aspettare novembre o fare subito l'ecografia. Cosa mi consigliate?
Grazie per le risposte, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66k 2,1k 87
Trattandosi di un disturbo legato al movimento ed alla posizione penserei ad una causa osteo-muscolare, più che intestinale.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Spett.le Dott. Cosentino,
grazie per la risposta...Aggiungo che circa tre giorni fà mi sono svegliata con un forte mal di gola, gonfiore dei linfonodi del collo e un po' di febbre. L'ho combattuto coi normali medicinali anti influenzali e sembra passato. Ma ieri sera il dolore si è esteso al costato, sempre nella zona sinistra e ho fatto molta fatica a prendere sonno. Sto quasi meglio in piedi ferma, che coricata. Da 'stamattina ho cominciato ad avvertire dolore anche all'ascella sinistra. Naturalmente, non l'ho scritto subito perchè il mio consulto era ancora in accettazione e quindi non potevo aggiungere aggiornamenti. Come con la milza, non è un dolore costante, ma ogni tanto mi vengono delle fitte dolorose in queste due zone, mentre il dolore al costato è sempre presente, sia quando inspiro, che quando espiro e anche il dolore inguinale adesso è sempre presente, anche se non troppo forte.
Secondo lei devo preoccuparmi?
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66k 2,1k 87
Non credo sia qualcosa di preoccupante ma se il disturbo dovesse persistere è bene farsi rivalutare dal suo medico.

Saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa