Linfonodo collo e prurito

Salve, non sapendo con precisione in che sezione specifica scrivere per spiegare il mio problema, scrivo in questa sezione generica sperando di ricevere risposta da qualche specialista.
Ormai da un mese dei linfonodi del collo sono leggermente gonfi, la loro posizione è nella zona laterale a sinistra, abbastanza in basso. Ad occhio nudo non è visibile nessun rigonfiamento, infatti me ne sono accorto casualmente toccandomi, inoltre si sente maggiormente se piego il collo verso destra, con il collo dritto si sente meno.
Il mio medico tastandomi la zona ha effettivamente notato un leggero gonfiore, se non ricordo male ha parlato di "gonfiore della catena linfonodale" però non mi è sembrato per nulla preoccupato, infatti alla mia richiesta se era il caso di fare un'ecografia al collo mi ha detto che è abbastanza inutile.
Inoltre da circa una decina di giorni avverto un fastidioso prurito generico su tutto il corpo, non è così forte da procurarmi dei graffi però è comunque fastidioso, le zone maggiormente colpite sono le gambe, soprattutto le cosce, le dita dei piedi, i fianchi, le ascelle, le braccia e il viso. A volte nella zona che mi fa prurito, la pelle è arrossata ancora prima di grattarmi, in altri punti mi vengono come delle bollicine bianche, sembrano punture di insetti, che durano mezz'ora poi vanno via. La frequenza del prurito non è uguale tutti i giorni, a volte ne ho poco, altri giorni dalla mattina alla sera.
Al medico ho spiegato queste cose, lui ritiene che possa essere una risposta del corpo a qualche allergia alimentare.
Scrivo su questo forum perchè stamattina ho letto su internet che un gonfiore dei linfonodi associato al prurito diffuso può essere il campanello d'allarme per malattie come i linfomi, la cosa mi ha decisamente spaventato.
Parlandone con il medico però non mi è sembrato intenzionato a fare nè un ecografia al collo, nè un emocromo, per cui ora rimango nel dubbio se tranquillizzarmi dopo la sua visita oppure preoccuparmi, ho letto di casi simili in cui il medico di base aveva sottovalutato i sintomi che poi successivamente si sono rivelati essere un qualcosa di più serio di una semplice infiammazione o reazione allergica. Per completezza d'informazione scrivo che da un paio di mesi ho iniziato una cura per il colon irritabile e il malassorbimento intestinale, magari questi problemi dipendono anche da questi disturbi. Il quadro da me descritto spero che sia sufficiente per esprimere un parere, grazie.
[#1]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
si fidi del suo medico, se non l'ha fatto esegua solo un emocromo con formula , se negativo o comparsa di altri linfonodi ritorni dal medico dopo 15 giorni, non consulti internet altrimenti si potrebbe spaventare per niente visto che lei tende a somatizzare(colon irritabile)
faccia attivita' fisica ed esca spesso ,

paolo marangoni
medico di medicina generale

[#2]
dopo
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
In settimana ho fatto le analisi per l'emocromo, il mio medico controllando i risultati ha detto che tutti i valori sono nella norma. E' sicuramente una buona notizia però continuo a non capire l'origine dei miei linfonodi ingrossati al collo.
Vorrei chiedere una cosa che mi sono dimenticato di domandare al mio medico, i buoni risultati dell'emocromo dovrebbero escludere patologie serie come leucemie e meno serie come mononucleosi e allergie, però escludono anche i vari linfomi? Lo chiedo perchè avevo letto tempo fa che l'emocromo non permette di vedere la presenza di un linfoma, magari ricordo male e si può vedere anche da quello. Grazie
[#3]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
si al 99% se ha fatto mono test ige totali beta 2 microglobuline, si .Se non c'e' febbre o debolezza , se lei svolge le sua attivita' normali , faccia controllare il linfonodo e le altre stazioni linfonodali dal suo medico fra altri 15 gg , se permane o compaiono nuovi sintomi potrebbe fare un' eco del linfonodo e una tipizzazione linfocitaria
[#4]
dopo
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Dalle mie analisi non riesco a capire se ho fatto le cose che dice, per fare prima le scrivo i risultati completi che ho nel foglio delle analisi, così può essere maggiormente chiaro anche per Lei:

Emocromo
Leucociti 6.0
Granulociti Neutrofili 67.6
Linfociti 23.3
Monociti 5.4
Granulociti Eosinofili 1.6
Granulociti Basofili 0.4

LUC 1.6
Granulociti Neutrofili 4.1
Linfociti 1.4
Monociti 0.3
Granulociti Eosinofili 0.1
Granulociti Basofili 0.0
Luc 0.1

Eritrociti 5.50
Hb-Emoglobina 15.5
Ht-Ematocrito 47.7
MCV-Volume cellulare 86.7
MCHC-Conc. Hb cell 32.5
MCH-Hb cell. media 28.2
RDW 13.2
Eritocriti Ipocromici 1.1
Piastrine 281
MPV 6.8

Aggiungo che non ho febbre o stanchezza, solo questo linfonodo a sinistra in basso nel collo che durante la giornata sembra quasi sgonfiarsi e rigonfiarsi a seconda delle ore, però c'è sempre. A volte mi sembra quasi di sentire pulsare in quella zona, altre volte sembra di sentire un leggero dolore di pochissimi secondi, inoltre permane questa sensazione di prurito generico ormai da diversi giorni.
[#5]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
io aggiungerei anche le Ig E per un'eventuale allergia ed una tipizzazione linfocitaria per escludere un' eventuale leucemia .Mi comporterei cosi' con un mio paziente , poi ogni medico ha un suo modus operandi .Lui la conosce meglio di me , probabilmente vuole aspettare qualche settimana per vedere se il prurito scompare da solo. saluti
[#6]
dopo
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Scusi, come per escludere una eventuale leucemia, ma dalle analisi che ho fatto non è già da escludere?
[#7]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
beh non proprio al 100%, bisognerebbe fare almeno una tipizzazione linfocitaria per essere sicuri al 99%, sempre che il suo medico sia d'accordo.
[#8]
dopo
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Qualche giorno fa ho eseguito l'ecografia al collo, in sede laterocervicale sx per verificare il tipo di linfonodo che avevo, non è venuto fuori niente di preoccupante. Il medico ha parlato di un linfonodo di pochi millimetri un pò esterno, di natura NON patologica, nel dubbio ha fatto un rapido controllo anche al resto del collo non rilevando niente di anomalo, nel referto infatti ha scritto presenza di linfonodi che non fanno sospettare nulla a livello clinico.
L'ecografia e l'emocromo nella norma della settimana precedente mi hanno sicuramente tranquillizzato rispetto a qualche giorno fa, inoltre continuo a non avvertire stanchezza, non ho perdita di peso e non ho sudorazioni notturne.
C'è però ancora qualche cosa che le vorrei chiedere, anzi, ne approfitto per ringraziarla della disponibilità e della cortesia dimostrata fino ad ora.
Da qualche giorno il prurito è leggermente diminuito, c'è sempre, però rispetto alla settimana scorsa è diminuito, ora inoltre sento come "bucare" nella zona dell'inguine e parte alta delle cosce, non è fisso, è una cosa intermittente come il prurito, è una sensazione di leggerissima puntura, inizialmente sembrava quasi che il fastidio era dato dalla cucitura delle mutande a contatto con l'inguine, poi però mi sono accorto che sentivo questa sensazione anche senza. In più a volte mi sembra di avvertire qualcosa sotto l'ascella sinistra, nel senso che quando tengo il braccio steso aderente al fianco, sembra che ci sia qualcosa che faccia ostacolo, anche in questo caso però al tatto non mi sembra di rilevare nessun rigonfiamento, potrebbe essere anche soggezione da linfonodo.
Un'ultima cosa, quando ho fatto l'emocromo avevo anche fatto controllare 2-3 cose in più ed era venuto fuori che avevo una carenza di folati e vitamina b12, il medico mi aveva detto che era una stupidaggine quel valore sballato però su internet ho letto che quel tipo di carenza si può presentare anche a persone con linfomi perchè sono malattie che tendono a bruciare maggiormente quelle vitamine, tra l'altro la mia alimentazione è sempre stata varia e sana e non capisco come faccio ad essere carente di quelle vitamine.
Insomma Dottore, non ci sto capendo più niente, probabilmente mi sono fissato io troppo su questa cosa.
[#9]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
si anche secondo me ,lei sta somatizzando troppo, non si focalizzi troppo su ogni minima sensazione del suo corpo , eventualmente prenda qualche goccia di ansiolitico, chiedendo al suo medico , vedo che i sintomi tendono a regredire , stia tranquillo e pensi a divertirsi !
[#10]
dopo
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Questa storia non ha più fine, mi ero finalmente tranquillizzato, stamattina mi sveglio e vedo sul lato destro del collo un leggerissimo gonfiore. Paradossalmente il linfonodo che avevo a sinistra e che ho fatto controllare con l'ecografia non si è mai gonfiato, si sente al tatto ma non si è mai gonfiato. Ora sul lato destro ho questo piccolo gonfiore, al tatto non mi sembra di sentire niente di duro, però se è gonfio qualcosa ci sarà. Eppure l'ecografia di pochi giorni fa il medico aveva dato una rapida occhiata anche dal lato destro non rilevando niente di strano, secondo Lei Dottore, con i limiti di un parere a distanza, i risultati dell'ecografia mi devono tranquillizzare oppure ho avuto la sfortuna che qualcosa si è gonfiato dopo il controllo?
Le ricordo che da settimane ormai avverto come dei leggeri dolori proprio ai lati del collo, dolori molto blandi, intermittenti, in alcune giornate del tutto assenti, sono dei dolorini interni, come se facessero male proprio i linfonodi, non so come spiegarlo, e a volte stesso tipo di fastidio sotto le ascelle.
[#11]
Dr. Paolo Marangoni Medico di base 76 3
faccia almeno una tipizzazione linfocitaria ed un monotest( per la mononucleosi)e poi si vedra'

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa