Utente
Buongiorno, sarò breve. La mia pressione solitamente è sui 70/105, questa estate per il gran caldo stavo sui 60/100, addirittura un giorno ho avuto un mancamento perchè la pressione era scesa a 50/90. Questa premessa per chiedervi rispetto ad un episodio si ieri, non mi sono sentita bene tutto il giorno ed ho effettuato 3 misurazioni di pressione.La prima alle 11.30 era di 83/120 la piu' alta che io abbia mai avuto nella mia vita, dopo pranzo alle 14.30 avevo 65/90 e solo alla sera prima di andare a dormire sono tornata alla mia 72/105. La domanda è se un episodio del genere può essere normale e non devo fare ulteriori accertamenti visto che cmq tutte le rilevazioni erano entro la normalità di come deve essere la pressione di una persona o se comunque è meglio fare qualche controllo o magari prima aspettare qualche altro episodio perchè potrebbe essere un episodio isolato.Grazie mille e buona giornata

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
lei è una ipotesa costituzionale: se ne rallegri perchè statisticamente i soggetti come lei vivono più a lungo.
In quanto a ieri nessuno dei valori che riporta nel racconto anamnestico è clinicamente rilevante: sono i suoi valori di sempre.
Perciò non deve fare assolutamente nessun esame: le consiglio anche di diradare le misurazioni pressorie.
Un aiuto concreto può venirle, specie in estate ma anche in questa stagione, dall'introito di almeno due litri di acqua al giorno, che lei deve considerare alla stregua di un vero farmaco, e mangiando un pò più sapido o, se le piacesse, mangiando liquirizia pura.
Queste misure aumentano la massa di sangue circolante e quindi possono essere utili nell'alleviare l'ipotensione: i farmaci per questa condizione non sono utili e spesso gravati di effetti collaterali fastidiosi.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Dottore, io posso solo ringraziarla quelle che lei mi ha detto sono le parole piu' belle e rassicuranti che un medico mi abbia mai detto in 35 anni di vita. La ringrazio per la chiarezza espressa e i consigli semplici ma che nessuno mi aveva mai dato.
Se posso mi permetterei di farle di un'altra domanda.
In seguito a quegli episodi che le ho descritto (fu il medico di base a dirmi di fare 3 misurazioni di pressione al giorno quando lamentavo i malesseri dovuti alla pressione bassa). In seguito a quell'episodio il mio medico mi mandò dal cardiologo a fare un'eco. Uscii tranquilla dalla visita rassicurata dalla dottoressa cardiologa che tutto era ok e con il consiglio di fare un po' piu' di attività fisica per perdere 5 kg. Ieri passo dal mio medico di base per prendere una ricetta per l'allergia e le ho portato il referto della cardiologa per conoscenza. La dottoressa mi ha fatto notare che nel referto una delle voci è "lieve disfunsione diastolica". e commenta "questo non va bene" io le chiedo cosa volesse dire e lei mi risponde "dovevi leggerlo e chiedere maggiori informazioni alla cardiologa" e mi liquida.Ora è da ieri che mi chiedo cosa devo fare.... riconsultare quella cardiologa (non è facile dovrei contattarla privatamente visto che sono andata con impegnativa)? avere un secondo consulto?
Lei cosa mi consiglia?
Grazie mille ancora della disponibilità

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
le ho già risposto in cardiologia.
https://www.medicitalia.it/consulti/cardiologia/589027-disfunzione-diastolica.html
Le ho scritto che la disfunzione diastolica non mi convince: per la sua giovane età e per la sua riferita ipotensione costituzionale.
L'unico fattore potrebbe esssere il sovrappeso.
Ripeta l'ecocardiogramma presso un altro cardiologo e se verrà riconfermata la Disfunzione diastolica lieve, con un ABPM normale, se ne riparlerà.
In sostanza le consiglio un secondo parere.
Per favore continui a scrivere di questo problema nella sezione cardiologica.
Un cordiale saluto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola