Utente
Salve a tutti,premetto che ho un passato di ansioso e appanicato, ho preso per circa 4 anni eutimil 20mg al giorno... sono un ragazzo di 33 anni alto 180cm in forte sovrappeso 142 kg (prima ero 167 ) con diabete alimentare 2 assumo Metformina e olpress per pressione alta.
Da un mese circa di solito dopo mangiato il mio volto diventa molto caldo e rosso, soprattutto quando indosso le cuffie mentre sono al PC e se misuro la pressione in quel momento è alta tipo 160 / 95 ma non riesco a capire se è alta perché mi agito per via del calore oppure è alta per un improvviso picco di pressione. La mattina quando la misuro è perfetta 125/ 80 e anche la sera... Ho chiesto al cardiologo se c'era bisogno di un holter pressorio ma mi ha risposto negativamente, dice che probabilmente è dovuto all'ansia, effettivamente da un mese a questa parte sono diventato ipocondriaco misuro sempre la pressione più e più volte...sto avendo un consulto anche con lo psicologo della mia Asl cercando di capire se è dovuto alla mia ansia... Cosa potrebbe essere?

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Gentile Signore,
innanzitutto la misura più importante per cautelarsi da eventi cardiovascolari è perdere peso, che è un fattore di rischio assai importante.
E' sufficiente ridurre l'apporto calorico e bruciare di più con una attività fisica di tipo aerobico (camminare, non usare l'ascensore, andare in bicicletta, fare nuoto) sempre senza eccedere e fermandosi quando la stanchezza si faccia sentire o la frequenza superi i 110 bpm.
Tanto premesso, se non l'ha mai eseguito è bene che lei esegua un ecocardiogramma color doppler e valuti l'asseto lipidico perchè se ha il diabete ed una ipercolesterolemia deve essere messo in terapia con una statina. I fattori di rischio non si sommano ma si moltiplicano.
In quanto all'ABPM (Holter pressorio) dissento in toto dal suo cardiologo: ansia o non ansia è necessario valutare l'andamento della sua pressione nelle 24h per verificare se la terapia con Olpress sia efficcace oppure no: la sua P.A. deve essere mantenuta a valori <a 120/70 per la massima parte delle 24h e questo lo si può accertare solo con uno strumento che gliela misura almeno 90 volte in una giornata.
Diversamente il suo cardiologo la espone a un rischio inutile che è quello di non prevenire i danni da ipertensione sugli organi bersaglio, pur assumendo la compressa.
Con un esame semplice e non invasivo.
Glielo faccia notare.
Saluti cordiali.
Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e grazie mille della sua risposta così esaustiva.
Farò notare al mio cardiologo la questione dell'holter e dell'eco color doppler. Resta comunque la questione del viso bollente non appena indosso le cuffie dopo mangiato, secondo lei potrebbe essere un fattore dovuto all'ansia e stress? Continuo a misurarmi la pressione mattina pomeriggio e sera....la prima volta è sempre un po' più alta ma le successive scende e si stabilizza sui 130/80, volevo chiederle quali sono le condizioni ottimali per misurare la pressione? Utilizzo una macchinetta digitale con fascia da braccio solo che al braccio sinistro trovo difficoltà a stringerla mentre a destra riesco, grazie anticipatamente.

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
intanto è necessario valutare se il bracciale sia adeguato alla ciconferenza del suo braccio.
Se è troppo stretto i risultati non saranno accurati.
Le macchinette per la pressione, cioè i misuratori automatici, hanno limiti spesso anche importanti nella accuratezza della misurazione.
Ed in ogni caso con i suoi fattori di rischio il target di 130/80 mmhg, sempre che sia reale e che si mantenga tale nelle 24h, non è quello raccomandato da tutte le linee guida.
Lei deve mirare ad una P.A. che sia inferiore a 120/70 mmhg se vuole salvaguardare efficacemente i suoi organi bersaglio.
Infine mi chiedo quale cardiologo in un paziente sovrappeso, diabetico ed iperteso non prenda in considerazione di eseguire un banalissimo ecocardiogramma color doppler e stia ad aspettare che glielo suggerisca il paziente.
Resto allibito.
saluti cordiali.
Caldarola.