Utente 334XXX
Gentili dottori non è la prima volta che scrivo ma ogni tanto avverto degli strani fenomeni che non riesco a spiegarmi.

Sono alto 1.74 e peso 77 kg circa. Sono un tipo molto ansioso e nervoso e sia a livello personale che lavorativo non sto vivendo un bel periodo.
Ho già riferito di sbalzi di pressione ma quello che mi è capitato ieri non riesco a spiegarmelo
Ero a lavoro e giusto per gioco mi sono fatto misurare la pressione da una collega e riportava 160/100. Solo una settimana prima ero stato dal medico e la pressione misurava 135/77 (misurazione effettuata di sera). La misuriamo nuovamente con la collega e la pressione era ancora 160/100 (ovviamente ero agitato)

Torno a casa e misuro la pressione con il mio apparecchio elettronico avente un bracciale (non è da polso): 120/85; insospettito, vado in farmacia spiego tutto quanto accaduto al farmacista che mi misura la pressione con un altro apparecchio elettronico (ero agitato durante la misura) 155/105 con 100 battiti! Il farmacista afferma che tale valore così alto della pressione è dovuto all'agitazione

Torno nuovamente a casa dopo un pò misuro la pressione in tranquillità 120-130/80-85

Non sto capendo più nulla! Ho notato che la collega nella prima misurazione ha stretto molto il bracciale nel pompaggio sino a darmi anche un senso di fastidio; la macchinetta automatica invece stringe ma non così tanto da darmi fastidio...può essere questo il motivo della differenza? Ho provato a stringere il bracciale della mia macchinetta automatica al massimo per simulare l'effetto di una misurazione reale, ma la macchina restituisce un messaggio di errore: "bracciale non posizionato correttamente"

Cosa ne pensate? Soffro di effetto camice bianco?Cosa posso fare per risolvere il problema? Utilzzare un holter pressorio non credo che mi aiuterebbe perchè la mia ansia potrebbe inficiare il risultato

Rischio la vita?

Vi ringrazio molto per i Vs consigli

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Rischia solo che continuando in questo modo, l'ansia prenderà il sopravvento e la sua qualità di vita diventerà estremamente scadente. Si tranquillizzi. La nostra pressione cambia continuamente e subisce le influenze degli stati d'ansia. Se non c'è un reale motivo per misurarla non lo faccia e comunque la PA va misurata appena svegli, prima di colazione e del caffè e dopo un quarto d'ora di relax in poltrona... e basta.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 334XXX

Gentile dottore la ringrazio per la cortese risposta.

Premetto che non bevo caffè.

Fra qualche giorno avrò la visita del medico competente a lavoro...e sono agitato perchè se mi riscontrasse valori così alti potrebbe non darmi l'idoneità?

Non posso diventare disoccupato!

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Capisco, ma se vuole un consiglio chieda aiuto a uno psicoterapeuta. Così non può continuare.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#4] dopo  
Utente 334XXX

Gentili dottori sono stato sottoposto a visita a lavoro dal medico competente ero molto agitato durante la visita: i risultati sono PA 130/90, ECG Battiti 100!

Non so più come uscire da questa spirale: non so se sono ammalato oppure no, ma se sono a casa mia tutto si calma: la PA scende di un pò, i battiti vanno sui 70-80.

Credo che addirittura la mia macchinetta sia starata (ho una macchinetta della PIC che confrontata con il medico credo che sottostimi la massima di 10 unità) è possibile che non posso più andare da un medico che mi prende la paura di avere problemi al cuore?

Potete aiutarmi? Non vorrei prendere ansiolitici oppure pillole per la pressione già a meno di 40 anni

Grazie per chiunque vorrà rispondere