Utente 477XXX
Egregi Dottori buongiorno,

ho una domanda da porvi, da circa 3 mesi sono in cura con una pastiglia di Moduretic che mi tiene sotto controllo molto bene la pressione alta (60/65 la minima e 100/110 la massima).

Non sono un consumatore di Cannabis e tanto meno di altre droghe, però ho visto che in Italia cominciano a commercializzare la Cannabis light ovvero quella che contiene meno dell'0,6% THC ma con alti livelli di CBD.

Mi viene sempre detto che essendo "light" non provoca dipendenze o effetti indesiderati , anche per chi assume pastiglie per la pressione alta, come nel mio caso.

Non essendo medico per constatarlo, mi rivolgo a voi per capire se ciò che affermano è vero oppure no.........puo' portare alterazioni pericolose questa cannabis legale per chi assume farmaci, come nel mio caso?

Oltre al Moduretic prendo anche Fenofibrato e Alopurinolo.

Grazie, buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Semplicemente favorisce impotenza, cancro al testicolo alterazioni patologiche degli spermatozoi, oltre ovviamente "folgorare" diverse decine di migliaia di neuroni (che non si riproducono) per ogni "canna"
Anche da sola, senza altri farmaci

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La sua richiesta mi lascia basito, così come la tendenza ad accettare le informazioni che arrivano dalle promozioni pubblicitarie come oro colato.....è come dire che le sigarette light sono innocue e che essendo legali possono essere tranquillamente fumate....questo fa i suoi bravi proseliti e porta alle relative conseguenze sul sistema cardiovascolare.
Tralaltro viene pubblicizzata in una forma che non è un prodotto da combustione (e quindi non dovrebbe essere fumata), anche se è fin troppo evidente che è invece quello che ne farà chi l'acquista. Potrebbe essere valida per contrastare il mercato parallelo clandestino (che utilizza dosi da stupefacente), ma è comunque un discorso complesso che richiede molta consapevolezza nelle persone in genere e francamente in giro di autoresponsabilità ne vedo molto poca.
Quindi non chieda a un medico cosa ne pensa dell'associazione tra Moduretic e cannabis, perchè la risposta ritengo sia scontata.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica