Utente 152XXX
Buongiorno, ho 62 anni e vivo all'estero, perciò ho bisogno di esporre il mio problema e di avere possibilmente una risposta in quanto in una lingua straniera i termini medici non sono di facile comprensione.
Ho avuto da anni i valori della transaminasi alterati ma ultimamente gli stessi hanno avuto un innalzamento:
SGOT,AST 71 - SGPT, ALT 117 - y-GT 148
Ho eseguito una ecografia epatica con diagnosi di "fegato grasso".Non sono in grado di indicare in quale misura in quanto la ripsosta è in lingua greca. Mi è stata indicata terapia ACTOS 15 mg al di da seguire per un anno....
Dopo un mese di valori si sono leggermente abbassati:
SGOT,AST 51 - SGPT, ALT 94 - y-GT 125
Chiedo cortesemente se l'ACTOS (di norma usato per la glicemia, che io non ho nè mai avuto, infatti ho un valore di 89-91) è indicato per questa mia patologia.Anche il valore del colesterolo è nei limiti.
Elemento più importante è che da mesi ho un prurito per tutto il corpo con conseguenti grattamenti sanguinolenti. Prima è cominciato alle gambe e poi si è esteso alla pancia e sembra quasi "risalire" verso le braccia.Gli antistaminici presi non sono serviti a niente.Chiedo:il prurito dipende da questa alterazione dei valori del fegato? La cura è giusta? Devo fare altri esami?Non ho mai contratto o cmq fatto esami per un qualche tipo di epatite.
Preciso che non bevo superalcoolici, solo vino ai pasti, fumo molto, sono sovrappeso, il valore del colesterolo è di 201.
In poco più di un mese con terapia Actos 15 mg ho aumentato il peso di 3 km ed essendo già in notevole sovrappeso non me la sono sentita di continuare..
Tra l'altro, come non bastasse, ho da mesi un problema al ginocchio ed è previsto un intervento protesico.La gamba si gonfia molto e non riesco a camminare per molto ma non credo che vista la situazione epatica, sia per me consigliabile intraprendere una cura con antinfiammatori e/o cortisonici. Cosa ne pensate? Grazie infinite se vorrete aiutarmi in questa difficile situazione dai + risvolti e senza poter avere una risposta chiara e nella mia lingua.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, tra le indicazioni di "actos", vi sono le dislipidemie ( aumento di colesterolo e/o trigliceridi). I colleghi, vista la presenza di steatosi epatica, le hanno prescritto tale farmaco. Il colesterolo è di poco superiore alla norma. Le consiglio, al di là di ogni farmaco ( consiglio scontato, naturalmente), di iniziare una corretta alimentazione ed inutile dirlo, l'astensione al fumo (entrambe le abitudini difficili da cambiare!).Ha problemi anche di digestione?Che tipo di alimentazione ha? L'azotemia e l'uricemia sono nella norma? Le consiglio un apporto di vit e e vit c, come antiossidanti. Controlla lo stato delle sue ossa e l'eventuale presenza di osteoporosi?
Rimango a sua disposizione.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 152XXX

Gentile dott.Pascucci, La ringrazio sentitamente per la Sua cortese risposta.
Quanto alle domande: azotemia e uricemia sono perfette.
Ho un'ernia iatale con conseguenti, ma non quotidiani, problemi di digestione che contengo con Pariet molto bene.Finora la mia alimentazione(di preparazione casalinga - non pasti preconfezionati) era scarsa di verdura e di frutta, mentre aveva una certa rilevanza la carne.Purtroppo lo scorso mese mio marito ha avuto una TIA (ischemia transitoria) risolta per ora bene (terapia con farmaci, niente fumo e niente alcol).Di conseguenza siamo entrambi a dieta, cioè carne bianca, verdura e frutta,poca pasta. Non uso fritti e di grassi uso esclusivamente (ma da sempre) solo olio d'oliva (delle nostre olive) perciò non posso dare colpa assolutamente ai grassi. Abbiamo però una tendenza perversa ai dolcetti...biscotti, cioccolatini etc.Quanto a vitamina C bevo ogni giorno 1/4 di spremuta di arance.
Anche in passato ho sofferto di dislipidemie e sono calata di peso di 30 kg in un anno senza diete particolari, dopo una terapia con Primolut (naturalmente prescrittami per altre problematiche ginecologiche). Finchè ho assunto il Primolut (anni) e più tardi altri preparati per la terapia sostitutiva, non ho avuto problemi di peso.
Una volta sospese tutte le terapie sostitutive, si sono ripresentati i problemi.Ma naturalmente non potevo continuare all'infinito...
Quello che più mi preme è sapere se questo prurito che mi tormenta è veramente dipendente dai valori sballati del fegato, se c'è un farmaco che possa aiutarmi (attualmente sono 2 mesi che prendo l'Aerieus) e se devo riprendere l'Actos oppure fare altri esami.
Mi scuso per la lunghezza della risposta e La ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Utente 152XXX

Mi scusi dott. Pascucci, il sollievo di ricevere una risposta mi ha fatto dimenticare una delle sue domande.
Per quel che riguarda le mie ossa. Ho fatto da poco e per la prima volta la densiometria ossea e l'ortopedico mi ha confermato che sono a posto.
Scusi e grazie

[#4] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, non si preoccupi, siamo noi a ringraziare per la fiducia.Ha cambiato sapone, doccia schiuma? Cerchi di limitare la cioccolata per un pò. Provi con gli antiossidanti e con un maggiore apporto di fibre ( crusca, lecitina di soia ad es). Se non trova miglioramento con l'antiistaminico può sospenderlo. Talvolta il prurito non ha una patogenesi precisa. Importante è dedicarsi a qualche attività, a qualche interesse e mantenersi sempre attivi. E' chiaro che il problema al ginocchio le limita l'attività fisica.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#5] dopo  
Utente 152XXX

Gentile dott. Pascucci, mi sembra di leggere tra le righe, o forse sbaglio, che tendenzialmente Lei indica la strada della dieta e del cambiamento del sistema di vita in generale, mettendo in secondo piano i farmaci.Quanto agli antistaminici sono arrivata anch'io da sola alla stessa conclusione, pur permanendo questo terribile prurito, che aumenta con il caldo, ho usato creme grasse e bagni schiuma per bambini (in farmacia) che mi hanno dato sollievo in quanto la pelle è molto secca,quasi squamata.
Quanto invece all'attività fisica, premetto che abbiamo una piccola attività di affittacamere e svolgiamo da soli, io e mio marito, tutto il lavoro. Pertanto non è propriamente che mi manchi l'attività fisica se con essa si intende fatica ed esercizio fisico, come non mi mancano di certo altri stimoli ed interessi. Ma forse per attività fisica,si intende normalmente in campo medico, passeggiate anche di buon passo.. cosa che purtroppo non posso fare soprattutto oltre che per il dolore al ginocchio anche per la stanchezza.Cmq seguirò i suoi consigli in merito alla dieta (basta cioccolata..)assumerò antiossidanti e + fibre anche se qui in estate la verdura fresca è un po' difficile da trovare e smetterò gli antistaminici.
Poichè le gambe dal polpaccio fino al piede ultimamente si gonfiano entrambe (non ho problemi di cuore, ma solo ipertensione controllata con farmaci)potrei forse prendere per un po' un diuretico?
Come vede vado un po' a tentoni...ma riassumendo: smetto l'Actos che mi fa ingrassare? punto tutto sulla dieta?
Lei è un angelo. Grazie
.

[#6] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, i farmaci hanno una loro utilità quando sono necessari ed efficaci. Lei mi ha detto di non trovare giovamento con gli antiistaminici. Le consiglio di sospenderli, poichè inutili nel suo caso.Provi con indumenti intimi diversi, magari non di lana, se li usa, di non fare docce o bagni con acqua troppo calda.Per le sue gambe,le consiglio di dormire leggermente con le gambe alzate, di camminare.Un doppler per evidenziare insufficienza venosa e magari, se necessario, indossare calze a conpressione differenziata. Per il diuretico le consiglio una buona erboristeria, vi sono diversi preparati naturali con buona efficacia diuretica.Buona qualità del sonno.Si, è importante controllare il tutto con una buona alimentazione prima di ogni farmaco ( nel suo caso e per molti altri) e con l'aiuto di fibre. La nostra alimentazione spesso è povera di fibre, discostandosi molto dalla dieta che per centinaia di migliaia di anni i nostri antenati erano abituati per predisposizione naturale.Grazie a lei per la fiducia e gentilezza. Sono sempre a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#7] dopo  
Utente 152XXX

E l'Actos lo metto da parte?
Ogni quanto tempo devo ripetere gli esami?
L'eco doppler l'ho fatto già all'insorgenza del problemi al ginocchio ma sembra che quanto a circolazione tutto vada bene. In quell'occasione mi hanno solamente riscontrato una cisti di Baker, che ora è di 4 cm.
Come vede sono un "catalogo" di problemi...
Grazie cmq di tutto e spero di riuscire al meglio con i suoi consigli.
Grazie ancora e Buona Pasqua

[#8] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'actos, se riesce ad adeguare la dieta ed integrarla con le fibre, può sospenderlo. Dopo tre mesi può ripetere gli esami. Prenda anche gli antiossidanti.Cerchi di non consultarlo troppo il suo "catalogo" e di pensare e sfogliare un bel catalogo di viaggi, giardinaggio, sulla natura etc etc. Non viviamo nel e per i problemi. Quelli vanno affrontati con determinazione e con un pizzico di ottimismo.Stia tranquilla... Una buona e serena Pasqua a lei ed ai suoi cari.Grazie a lei di nuovo.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#9] dopo  
Utente 152XXX

Gentile dott. Pascucci,
sono di nuovo a disturbarla.Ho seguito i suoi consigli in merito alla dieta ed all'assunzione di antiossidanti. Naturalmente i miracoli non avvengono in così breve tempo. Ma si dà il caso che sono aumentata ancora di peso, nonostante la dieta e cosa + grave mi si sono gonfiate a dismisura le gambe, principalmente quella interessata dai problemi al ginocchio e dalla cisti di Baker, ma anche sebbene in misura minore, l'altra. Cosa ancora più strana è che dal dorso della gamba esce dai pori un liquido che sembra acqua: non è appiccicoso come un siero e neppure giallastro: solo incolore e inodore, come appunto l'acqua e si presenta in microbollicine.
Ho pensato che si fosse rotta la cisti ma l'ortopedico lo esclude e quanto alle "bollicine" afferma che "è il prurito che manda fuori l'acqua...". Il medico di base invece oggi mi prescrive Laxis e il cambiamento del farmaco per l'ipertesione Orizal perchè potrebbe produrre ritenzione.
Io non ne capisco più nulla e cosa peggiore di tutte non so a chi rivolgermi.
Ognuno ha una sua diagnosi ma io intanto sono mesi che mi gratto a sangue e la pelle è diventata talmente fragile e secca (nonostante le creme) che appena mi tocco (ho le unghie cortissime) esce sangue in maniera anche abbastanza copiosa.Non posso camminare per più di 10 minuti e neanche stare ferma in piedi. Per lavare i piatti mi devo sedere ogni momento.
Non posso prendere medicine visto lo stato del mio fegato, allora cosa fare?
Le assicuro che non sto a "sorvegliarmi" continuamente e non penso di essere una malata immaginaria..sono solo un poco disperata di non poter fare tutto quello che devo..
Grazie

[#10] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, un buon doppler venoso ed arterioso sarebbe utile (arti inferiori).Prove di funzionalità renale ed una ecografia renale (addome completo) ed un ecocolordoppler cardiaco. Le consiglierei un QPE ( quadro proteico elettroforetico), analisi delle urine con proteinuria delle 24 h. E' probabile che l'aumento di peso non sia dovuto ad aumento di massa grassa ma a "ritensione idrica" che và valutata bene.Purtroppo, non avendola visitata, non le posso dire altro. Effettui questi esami prima.
Rimango a sua disposizione.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#11] dopo  
Utente 152XXX

Caro dott.Pascucci, mi rifaccio viva dopo aver eseguito alcuni degli esami da Lei consigliati che Le riporto di seguito. Alcuni non sono riuscita a tradurli dal greco ma cmq erano nei limti dei valori di riferimento.
QUADRO ELETTROFORETICO Valori rif.
Albumine 63,3 (55-69)
Alfa1 3,3 (1,5-4)
Alfa2 10,4 (8'13)
Beta 9,8 (7-15)
Gamma 13,2 (9-18)

Le riporto anche alcuni valori ell'emocromo che sono cmq nella norma (secondo i riferimenti)
Globuli rossi 4300000
13,5 gr/dl (12-15)
39% (37-47)
MCV 80 (76-95)
MCH 30 (27-32)
M.C.H.C. 34 (32-36)

GLOBULI BIANCHI 5800
58% (50-70)
38% (20-38)
4% (2-8)

GLICEMIA 100,5 mg
COLESTEROLO 179,8 mg
TRIGLICERIDI 128'7 mg
HDL 38 mg
LDL 114 mg
Creatinina 1,0 mg

ED ARRIVANDO AL NODO DOLENTE: LE TRANSAMINASI

SGOT 88'1
SGPT 101'2
Y-GT 67

Come vede SGOT e SGPT sono aumentate rispetto agli ultimi esami (quando ero sotto terapia con ACTOS) riportati più sopra mentre è diminuita di molto y-GT.Spero che almeno questo sia un dato positivo.
L'eco doppler l'avevo già eseguito in settembre quando si era riscontrata soltanto la cisti di Baker e dal lato circolatorio era normale.
Seguendo i suoi consigli prendo antiossidanti e cerco di aumentare nella dieta le fibre mentre per la carne prediligo carne bianca e cottura o al forno o alla griglia.Ciò nonostante il peso tende + ad aumentare che a calare.
Altro dato positivo : il gonfiore della gamba èmolto diminuito e l'emissione di acqua dai pori è cessato con la somministrazione di Lasix per 6 gg.Anche camminare mi è meno difficoltoso.
Altro ancora lato positivo: IL PRURITO che mi ha tormentato per mesi, da qualche giorno è diminuito.NOn mi gratto + come prima con sanguinamenti etc. Faccio uso di abbondanti "razioni" di crema (una molto semplice alla Vaselina senza profumi) ed essendo molto caldo (+ di 30) uso pantaloncini corti e canotte. Forse l'aria ed un po' di sole anche se non da spiaggia, ha avuto un effetto benefico.
Resta il fatto che questi valori sono sempre alterati.Attendo un Suo parere e La saluto cordialmente ringraziandoLa


[#12] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, vi sono dei dati positivi, dei miglioramenti anche nella sintomatologia.Non ricordo se ha eseguito esami per le epatiti virali, magari sarebbe utile farle (HBVe HCV soprattutto EB,epstein bar e citomegalovirus) per eslcudere una componente "infettiva" pregressa.Mi tenga aggiornato. Rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#13] dopo  
Utente 152XXX

Gentile Dott. Pascucci, La ringrazio per la Sua cortese risposta.Eseguirò senz'altro gli esami da Lei indicati. Ci sono altri che nell'occasione dovrei eseguire a Suo giudizio?
Immagino che i vlori delle transaminasi vengano valutati nel loro insieme, tuttavia Le chiedo una precisazione: alcuni valori delle transaminasi sono aumentate, tranne la y-Gt che invece è diminuita, come avrà visto. Questo è positivo?
Mi spiego: la y-Gt è il valore + significativo?oppure vanno sempre valutati i valori nel loro insieme?
Mi scusi per la domanda forse un po' ingenua.
Le invierò i risultati non appena in mio possesso.

[#14] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, non esiste in questo caso un valore "più significativo" essendo gli esami ( a parte le transaminasi, e non del tutto...)diversi tra loro ed inquadrabili in un contesto: d'organo, funzionale, clinico etc . Una steatosi epatica dà "sofferenza" (se pur minima) epatica,ma vanno valutate anche altre cose, non ultime, una positività,eventualemente concomitante con "fattori" virali.
Attendo sue notizie.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#15] dopo  
Utente 152XXX

Caro dott. Pascucci, eccomi di nuovo a disturbarla.
Ho eseguito le anlisi da Lei indicatemi ed i risultati sono tutti negativi tranne che per
EB = 1/650 che mi è stato spiegato al laboratorio potrebbe essere dovuto ad un'infezione del fegato di qualche mese fa ma che allo stato attuale il reperto è negativo.
Lo stesso per il Citomegalovirus che indica un valore di 250 IU ma ora è negativo.
Il reperto complessivo risulta pertanto negativo per le epatiti.
Quanto al prurito questo è praticamente cessato o persiste in misura molto modesta e localizzata. Niente al confronto di qualche tempo fa...Un gran sollievo!Spero che non ritorni mai più.
Attendo le sue valutazioni in merito agli esami e naturalmente i Suoi sempre validi consigli.Grazie come sempre.

[#16] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Bene, bene allora. Continui con uno stile di vita sano ed assuma periodicamente terapia con antiossidanti ( non dimentichiamo anche l afrutta fresca, naturalmente). Tra tre mesi ripeta gli esami.
La saluto cordialmente e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#17] dopo  
Utente 152XXX

Che dirLe? Solo un grandissimo GRAZIE E TANTI AUGURI DI COSE BELLE PER LEI ED I SUOI CARI

[#18] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Grazie a Lei e stia tranquilla. Conduca vita sana, passeggiate all'aperto etc etc .
Rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#19] dopo  
Utente 152XXX

Gentile Dott. Pascucci,
ho bisogno di chiedere dei consigli, anche un po' urgenti, per un problema che riguarda mio marito che ha avuto un T.I.A. in febbraio.
Poichè l'argomento del consulto è ovviamente diverso da quello da me richiesto in origine,Le chiedo se posso rivolgermi a Lei anche per questo, visto che la consideriamo un poco il ns medico di famiglia che non abbiamo, oppure se devo inserire un'altra richiesta.
La ringrazio

[#20] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
la ringrazio per la fiducia. Un rapporto diretto con il proprio medico "curante" è imprescindibile da qualsiasi tipo di consulto. Vi sono dei limiti ai consulti "on line", ma anch'essi sono importanti per stabilire un "rapport" con medici e per dirimere qualche dubbio.
Non penso sia scorretto se lei mi chieda un parere su suo marito. Sarò a disposizione, naturalmente.
Le invio cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#21] dopo  
Utente 152XXX

Grazie. Ecco qui l'argomento: mio marito ha avuto un T.I.A. il 24 febbraio scorso, per fortuna di breve durata, con emiparesi lato dx e difficoltà nell'articolazione della parola.E' stato ricoverato per 4 gg all'ospedale di Rodi. I farmaci prescritti sono: Hearth Free (clopidogrel)una al dì, Torvastin (Atorvastin)una al dì, Nootrop (Piracetam)una al dì.Successivamente ha eseguito un R.M. che ha evidenziato la lesione ed una visista cardiologica con esito positivo.
Da allora non ha eseguito alcun genere di esame di controllo. Stamani abbiamo avuto la prescrizione per i dovuti controlli dei valori che non erano nei limiti che farà a giorni.
Il problema che è sorto in questi ultimi tempi è un sanguinamento rettale talora anche abbondante(avevamo pensato ad una banale ragade anche se non ne aveva mai sofferto in tutta la vita..) ma la cosa continuava in maniera abnorme e da questo il sospetto che uno dei farmaci poteva esserne la causa.
Soltanto ieri ci siamo accorti che potrebbe essere causato dal clopidogrel Mi conferma questo ns sospetto?
Noi pensiamo di sospenderlo per ora, ma esiste qualche altro farmaco che possa sostituirlo senza questi effetti collaterali?
Preciso che mio marito non ha mai avuto niente ed è stata questa il suo primissimo ricovero ospedaliero e che spesso, ma anni addietro,ha preso notevoli dosi di aspirina per le comuni malattie influenzali senza aver mai subito effetti collaterali.
Mi scuso per la lunghezza dell'esposizione ed attendiamo fiduciosi i suoi consigli

[#22] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
il Clopidogrel è un buon farmaco.Dopo un accidente cerebrovascolare acuto, per evitare ( in realtà ridurre il rischio) la ricomparsa di altri episodi, vengono messi in terapia dei farmaci che hanno la funzione di ridurre l'eggregazione piastrinica ( si usano anche anticoagulanti ad es. i dicumarolici in altri casi).
Qualsiasi di questi farmaci ( aspirinetta, ticlopidina e lo stesso clopidogrel), in "misura" diversa, posono provocare dei problemi di sanguinamento, ma comunque, anche questo aspetto và spiegato.Per quanto riguarda l'acido acetil salicilico ( aspirina per intenderci), può, come tutti i FANS, provocare, se presi per lungo periodo, problemi gastrici o gastro-duodenali ( gastriti, ulcere). Ecco perchè vanno assunti dopo i pasti e se si è avuta una storia di ulcera, assumere in concomitanza dei gastro-protettori.La ticlopidina ha anch'essa proprietà anti-aggreganti, un pò meno gastro-lesiva, ma anch'essa non è scevra da problemi. Vanno valutati di volta in volta i rischi/benefici di una terapia del genere. E' chiaro, per suo marito, che una terapia vada fatta. La terapia, non comprende solo l'assunzione di farmaci, ma anche un corretto stile di vita ( non sedentarietà, alimentazione corretta etc).Per il sanguinamento, và scoperta la causa e nel frattempo , si può interrompere, per il breve periodo degli accertamenti il farmaco.
Ma non và sospesa una terapia con farmaci del genere, che riducono, come dicevo prima, i rischi di un secondo evento. Con i dovuti controlli e aggiustamenti di terapia, si potrà stare un pò più tranquilli.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#23] dopo  
Utente 152XXX

Anche qui in Grecia per gli esami non è cosa molto rapida ma spero la prossima settimana di avere tutti i referti che sottoporemo alla Sua attenzione.Nel frattempo, tanto per non smentirmi, Le chiedo alcune precisazioni:
- qualora dopo la momentanea sospensione del Heart Free per alcuni giorni il sanguinamento dovesse cessare del tutto (già ora sembra essere molto ridotto) sono cmq necessari degli accertamenti diagnostici del genere colonscopia o rettoscopia?
- poichè Lei ritiene giustamente che la terapia deve essere continuata, quale farmaco consiglia con meno effetti collaterali?Preciso che l'Heart Free è sempre stato preso a stomaco pieno e che mi sembra (lo chiedo a lei) che alcuni preparati gastroprotettori possono essere non indicati in concomitanza
Inoltre mio marito dall'episodio cerebrovascolare ha smesso di fumare (con conseguente aumento di peso), non fa vita sedentaria e (con grande gioia del ns cane) fa passeggiate molto + lunghe del solito.
Un abbraccio

[#24] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
un sanguinamento và sempre verificato con indagini endoscopiche ( in questo caso) !!!Una lesione, un'ulceraione, polipi, diverticoli.. del grosso intestino (ad esempio), con una concomitante terapia con antiaggreganti, sanguina di più e difficilmente o più lentamente tende a guarire.Ma si deve sempre vederne la causa.
Difficile stabilire un'opportuna terapia con minori effetti collaterali, ma con la stessa efficacia. Come le dicevo, in primis, bisogna scoprirne la causa di detti sanguinamenti e praticare le opportune terapie. Rimane il problema del pregresso TIA e delle recidive. E' fondamentale, qualora sussistano fattori di rischio ( ed un pregresso TIA può esserlo di per sé),attuare una corretta terapia antiaggregante o anticoagulante, a seconda dei casi.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#25] dopo  
Utente 152XXX

Gentile Dott. Pascucci,
eccoci qua con gli esami completi ritirati oggi per mio marito con i valori di riferimento indicati in parentesi. Purtroppo certi vocaboli non siamo riusciti a tradurli e li trascriviamo come si leggono ma cmq sono nella norma.

Ematocrito 4,1 (4,5 - 5,5)
Emosferina (?) 12 (14 - 17)
Ematrociti 36,5 (40 - 54)
ECMV 80 (76 - 95)
MCH 30 (27-32)
MCHC 33 (32 - 36)

GLOBULI BIANCHI 6.300 (4.000 - 10.000)
POLIMORFOPIRINA (?) 64 (50 - 70)
LEMFOCITTARA 34 (20 - 38)
GRANDE MONOPIRINA (?) 2 (2 - 8)
EMOPETALIA (?) 220 (150 - 500)
GLICEMIA 119,7 (70 - 110)
UREA 37,7 (15 - 39)
COLESTEROLO 138,8 (100 - 200)
ACIDO URICO 5,6 (2,5 - 7,2)
TRIGLICERIDI 54,5 (50 - 160)
HDL ALFA 45 (35 - 75)
LDL BETA 85 (85 - 225)
FERRO 60,9 (65 - 175)
CREATININA 0,8 (0,5 - 1,3)
TRANSAMINASI SGOT 17,7 (5 - 37)
TRANSAMINASI SGPT 18,2 (0- 41)
GAMMA GT 40 (6 - 50)
FOSFATASI ALCALINA 130 (98 - 279)
FERRITINA 117,7 (30 - 350)
COLERITRINA (?) 0,40 (0,3 - 1,2)
SODIO 153 (136 - 155)
POTASSIO 5,1 (3,5 - 5,6)
Hb - A1c 5,2 (4,2 - 6,5)
CEA 3,8 (0 - 10)
CA125 7,5 (0 - 35)
CA199 4,6 (0 - 35)

Sembra quindi che ci sia un po' di anemia dovuta probabilmente al sanguinamento rettale provocato dal farmaco Heart Free smesso da una settimana. Ora il sanguinamento è progressivamente cessato fino a qualche attuale traccia sporadica.
Lei ritiene siano cmq da eseguire indagini endoscopiche o possiamo attendere qualche giorno per vedere l'evoluzione?
Rimane sempre il problema del farmaco da sostituire al Heart Free: cosa ci consiglia?
Attendiamo il Suo prezioso parere e La ringraziamo sentitamente

[#26] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, gli anticoagulanti e gli anti aggreganti, possono dare di questi problemi. Spesso, però , sono problemi preesistenti o subentranti e la terapia messa in atto, "aggrava" o evidenzia il problema. Un sanguinamento, a mio avviso, è sempre da valutare. Se vi è stato e vi è ancora traccia di sangue "vivo", è meglio eseguire un'endoscopia dell'intestino. Se il sangue, non era "vivo", ma compariva melena ( feci nere, picee ), sarebbe stata indicata ( o sarebbe indicata) una gastroscopia ( EGDS, per la precisione). Un qualsiasi sanguinamento, và indagato. Una volta esclusi problemi diversi, si dovrà iniziare una terapia per prevenire nuovi accidenti cerebro-vascolari. E' chiaro che rimane fondamentale uno stile di vita sano.
Le invio i miei più cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#27] dopo  
Utente 152XXX

Gentile Dott.Pascucci,
come Lei presumeva il sanguinamento era preesistente e chissà da quanto tempo.L'assunzione del Clopodigrel ha evidenziato il problema che altrimenti non avremmo mai saputo o saputo molto + in là che mio marito ha un grosso polipo nel sigma. Ha fatto la colonscopia e la biopsia. Il risultato non è buono, ma non so ancora, lo saprò domani, di che genere esattamente sia questo polipo (so che si distinguono vari tipi e spesso è da questo che si può aspettarsi una prognosi + o meno favorevole).
Infatti lunedì 5 luglio ha già l'appuntamento a Trieste presso la Prima Chirurgica del dott. Gambardella per effettuare, speriamo presto, l'intervento che, a giudizio del gastroenterologo che ha effettuato l'endoscopia non può attendere.
Come può immaginare i miei pruriti (che sono tornati anche se in misura minore) e le mie transaminasi ora passano in ultimo piano.
Soprattutto mi crucia il pensiero che dovrà andare da solo ad affrontare tutto questo poichè io sono costretta a rimanere qui.
La ringrazio per l'aiuto che finora mi/ci ha dato e Le auguro ogni bene.

[#28] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
quando insorge un problema, l'unica alternativa è affrontarlo. Bisogna attendere il risultato citologico del "polipo" e solo in seguito si potrà approntare un piano terapeutico (eventuale) efficace e mirato. E' naturale che bisogna avere tempi non lunghi, ciò che si può fare prima..... Mi dispiace per il suo prurito, eventualemnte è accentuato da uno stato d'ansia e preoccupazione. Spero presto riusciate a risolvere il problema e nel migliore dei modi. Mi tenga aggiornato.
Intanto le invio i miei più cordiali saluti e vi auguro vivamente una vita più serena.




Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#29] dopo  
Utente 152XXX

Non mancherò di tenerLa aggiornato. Ormai è il nostro "medico di famiglia".
So che la strada sarà lunga e che sicuramente ci saranno mesi di chemioterapia, anche se questa, a quanto ne so, non è più tanto "distruttiva" come un tempo.
Spero solo di avere le forza per superare tutto quanto.Mio marito è sereno e credo consapevole, probabilmente per non farmi preoccupare. Domani comunque il medico deve consegnarci i vetrini da portare in Italia e comunicherà a voce senza mezzi termini quello che mi ha detto oggi al telefono: la solita parola che fa paura.Ma sono fortemente ottimista e cerco di esserlo.
Certo che una cosa di questo genere ti cambia la vita e tante cose che sembravano importanti assumono un'altra valenza.
A presto

[#30] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara signora, non abbia timore di andare avanti e di lottare, la vita purtroppo è anche questo. Il modo di affrontare le vicissitudini della vita è fondamentale. Tutti noi vorremmo una vita serena, ma non è così. Paghiamo un prezzo talvolta alto per la nostra consapevolezza in quanto esseri umani. Sarà o non sarà una diagnosi semplice da digerire, l'arrendersi però deve far più paura della cosa in sé. Esistono delle priorità che come tali vanno risolte prima di ogni altra cosa.Il mio pensiero è quello che possiate risolvere nel migliore dei modi e che abbiate la serenità e la forza di vivere tutti gli aspetti della vita.
Grazie a voi e attendo notizie.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it