Utente 140XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 28 anni, non bevo alcolici e non fumo.
Vi espongo il mio problema. tutto è iniziato ca. a novembre, presentavo muco nelle feci e dolore al tatto nella zona pelvica a sinistra. mi è stato fatto un esame del sangue, nelle feci e un'ecografia addominale. il tutto era nella norma e quindi mi è stato detto che era colon irritabile e mi han detto di assumere più fibre. Anche perchè ogni tanto avevo episodi di stipsi e diarrea. All'ora pesavo 53 kg.

il problema del muco nelle feci a poco a poco è andato scomparendo, tranne qualche raro episodio, però pian piano perdevo peso.
Negli ultimi due mesi però è aumentato il fastido all'addome sinistro (è più un fastidio che dolore, è come se avessi un peso..). il che essendo io anche una persona molto ansiosa, mi ha allarmata non poco. Inoltre ho cominciato ad avere molta nausea dopo i pasti, a volte anche dopo qualche boccone mi sento piena. ho aria nello stomaco e negli intestini(e faccio fatica ad espellerla a volte) ho lo stomaco che punge. ho anche notato che per qualche giorno ho avuto bruciore alla defecazione, ma ora non più. Inoltre vado regolarmente in bagno e non ho quasi più problemi di stipsi e diarrea (succede molto raramente) Ho notato che all'altezza del rene sinistro ho come un muscolo duro che mi provoca dolore (comunque sempre sopportabile non prendo medicine) non so se possa c'entrare qualcosa. Il tutto mi provoca molta ansia, quindi a volte non so se questi problemi siano dovuti anche a causa di questo.
La cosa che mi fa più paura è la perdita di peso, adesso sono 48kg.
Il medico mi ha fatto esame del sangue e delle urine e ancora un'ecografia. tutto a posto tranne un leggero aumento dei monociti, sto ancora aspettando i risultati della tiroide...

È già un periodo abbastanza stressante, sopratutto da quanto ho iniziato a fare molte visite mediche per un problema di tachicardia https://www.medicitalia.it/consulti/Cardiologia/216022/Tachicardia-ipotensione.

Solo che ora sono molto preoccupata per questa perdita di peso ed inoltre non voglio scendere ancora.

Cosa pensa che sia? sempre colon irritabile? Dovrei fare qualche altro esame specifico? Devo preoccuparmi per qualcosa di molto più grave (leggendo in internet ho trovato di tutto e di più, il chè non mi ha certo placato l'ansia, anzi...)


Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
le vorrei dire di tranquillizzarsi,ma so che difficilmente verrei ascoltato,anche perchè il problema è presente e le causa uno stato d'ansia.Leggere su internet è spesse volte dannoso. Sono molti i sintomi comuni a diverse malattie,ma è difficile poi però discernere tra i tanti, quali siano o meno legati al problema.
Soffre di intolleranze alimentari?Potrebbe essere una spiegazione plausibile.

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Egregio Dr. Pascucci
La ringrazio per la sua risposta e le chiedo scusa per il ritardo della mia. Purtroppo sono senza connessione a casa.
Nel frattempo mi sono arrivate altre analisi, la tiroide e il fegato sono a posto.
E io ho perso ancora un kg e l'ansia cresce. Non penso di avere vere e proprie intolleranze, ci sono alcune cose che mi creano nausea, ma poi le evito. Non ho diarrea quindi non capisco come faccio a dimagr
ire. Ho notato che se la sera peso un kg in più, poi alla mattina lo riperdo. Se invece durante la giornata nn prendo quel kg. Il giorno dopo peso un po' meno.
A vedermi però non sembro deperita, ho giusto perso qualche cm di grasso sui fianchi e un po' il seno.
Devo preoccuparmi? Con le analisi che ho fatto si può escludere una patologia grave?
La ringrazio in anticipo
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
non deve preoccuparsi e sopratutto non deve pensare subito di avere dei gravi problemi.Talvolta la soluzione è semplice,ma va ricercata e capita. Mi può dire che tipo di analisi ha fatto ed i risultati?

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it