Utente 589XXX
Sono un uomo di 50 anni e da parecchi mesi (almeno 9) soffro di dolori agli arti (soprattutto quelli inferiori)
L’ultimo mese i dolori sono divenuti più fastidiosi e costanti; con stanchezza notevole. Mi sembra ogni sera di aver scalato una montagna.
Ogni tanto ho formicolii alle mani.
Disturbi urinari; nel senso che da 6 mesi circa urino con maggior frequenza.
Una forma di ansia.
A notti alterne dormo male.
Mi è successo anche di avere sbandamenti.
Dolori saltuari ai fianchi; zona fegato. Questo ormai da 3 anni.
Sono Iperteso e dal 1998 prendo 1 cpr. Seles beta + 1 cpr. Aprovel.
Ogni due giorni 1 cpr Torvast (per il colesterolo alto)
Lei pensa che possa essere Fibromialgia.
Quali eventuali approfondimenti mi consiglia.
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore

24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Gentile utente,i dolori che Lei accusa potrebbero essere effetti collaterali del Torvast,anche se sicuramente il Suo medico di base Le avrà fatto controllare le CPK.Tuttavia alcune volte l'atorvastativa, anche con parametri di transaminasi e cpk bassi, può causare questi fastidiosi sintomi.
Per quanto riguarda i disturbi urinari penso sia un disagio passeggero,ad ogni buon conto controlli il PSA e si faccia visitare da un urologo per escludere patologie prostatiche.
Il senso di instabilità associato a formicolio alle mani è quasi certamente secondario ad una discopatia cervicale e/o ad una scorretta postura lavorativa soprattutto se lavora al computer.
Escluderei pertanto la fibromialgia,collegata soprattutto alla depressione e a prevalente incidenza nel sesso femminile,ma solo se le indagini degli organi interessati che Le ho consigliato sono negative.
Cordiali saluti.
Nicola Di Fiore

[#2] dopo  
Utente 589XXX

La ringrazio Dottore.
Dall'utimo esame del sangue di 2 settimane fa; le CPK, non mi risultano essere state prescritte, mentre per il valore nella norma; 0,45 ng/mk.
Le devo dire che io sono sempre stato un po' anemico.
Anche dagli esami sono risultati alcuni valori leggermente anomali:
Bilirubinemia indiretta 1,20 mg/dl (0-0,80)
RBC 4,43 (4,5-6,00)
HCT 40% (42-54)
Monociti 5,2% (5,3-12,2)
Gli altri valori sangue-urine tutti nella norma.
Il mio medico, che è peraltro mio cognato prende le problematiche sempre con molta leggerezza.
Mi ha prescritto, mi auguro a ragion veduta, "soltanto" del FERRO GRAD.
Vorrei un suo parere.
devo eventualmente smettere o sostituire il TORVAST !!!
Grazie buona gironata.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore

24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Per prima cosa deve guardare il valore dell'emoglobina e della sideremia.Se questi valori sono alterati è ragionevole l'integrazione col Ferrograd.Solo dal numero dei globuli rossi non si può diagnosticare che tipo di anemia si va a curare.Il Torvast non va sospeso arbitrariamente,eventualmente cambiato con farmaci simili,ma meno aggressivi e tenendo conto sempre dei valori di CPK e delle transaminasi.
La bilirubina aumentata potrebbe essere un fattore costituzionale(Gilbert).
Faccia degli approfondimenti e soprattutto stia tranquillo,suo cognato La sta seguendo bene.Cordiali saluti.
Nicola Di Fiore