x

x

Compressione nervo


Salve, ho 25anni, pratico nuoto a livello semi-agonistico, con palestra annessa. Studio ingegneria quindi passo molte ore al computer. A novembre ho avuto dei fastidi al capolungo del bicipite causa carichi eccessivi. Ho eseguito il seguente percorso.

-risonanza che non ha portato nulla di rilevante sul referto, tutto nella norma.

- visita ortopedica. Diagnosi: infiammazione cuffia dei rotatori (capolungo del bicipite). Mi sono stati dati prima anti-infiammatori da ingerire, poi schiume , infine integratori per tendini. Dolore svanito, ma come ho ripreso a nuotare ed andare in palestra, si sono presentati dei fastidi al pettorale sinistro, trapezio, dorsali, tipo formicoli e punture di spilli.

-visita fisiatrica (3 specialisti diversi), il primo mi consigliò infiltrazioni di cortisone che non ho mai fatto, gli altri due mi hanno seguito in un centro di fisioterapia, ho fatto 10 sedute di tecar terapia e lavoro per 3 mesi in palestra per rinforzo muscolare della cuffia dei rotatori e lavoro agli elastici. Risultati: dolore finito dopo la tecar, ma fastidi ripresi al petto, nelle zone dell’epitrocleo (sia destro che sinistro), dietro la schiena.

-visita da un osteopata, il quale mi ha rassicurato su postura corretta e integrità della colonna vertebrale.

-ritorno dall’ortopedico che diagnostica una sindrome fibro-mialgica, consiglia una visita da un reumatologo e analisi dettagliate del sangue.

-Visita reumatologica, esclusa fibromialgia e tutte le patologie reumatologiche, secondo il dottore i miei fastidi sono causa di uno squilibrio muscolare e mi ha consigliato d fare molti esercizi fisici per rinforzare i muscoli extra-rotatori.


I fastidi di formicolio continuano, tanto è vero che ho cominciato a pensare a una compressione del nervo (purtroppo non sono nuovo a questo, qualche anno fa ho avuto una compressione del nervo ulnare del braccio sinistro che ho operato a monza).
I formicolii vanno dall'arcata del collo in modo lieve fino al deltoide passando per il trapezio e spostandosi anche dietro la scapola. Potrebbe trattarsi di una compressione? oppure concordate che il tutto è un problema di squilibrio muscolare e quindi devo lavorare di più sugli extra-rotatori?
[#1]
Dr. Massimo Muciaccia Neurologo 826 19
Caro utente,
l'unico esame che possa indicare con certezza un interessamento del sistema nervoso periferico è l'elettromiografia + studio della velocità di conduzione motoria e sensitiva. Se non ha effettuato questo esame, lo richieda.
Tantissimi saluti.

DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI