Utente 226XXX
ho dal 01/11/2010 un problema sottoscapolare, lato sx.
Non conosco la causa per cui descrivo cronologicamente.
Marzo 2010 - dopo un movimento brusco con il braccio sx, che allora non fece tanto male, ma nel giro di mezz'ora non potevo più alzarlo. Rx in pronto socc – niente. Mi hanno dato un supporto per il braccio per 6 sett.
Una notte, ad aprile, mi sono svegliata con una, credo, contrazione muscolare sotto la scapola sx, ho fatto stretching e la mattina dopo avevo per una specie di mal di muscolo.
Il 01/11/2010, mi sono svegliata con, credo, una fortissima contrazione muscolare, sempre sotto la scapola sx, ho fatto stretch per 2 ore ma peggiorava con ogni movimento. Sono andata al pronto socc, dopo 7 ore (senza vedere un dott) un'infermiera mi ha dato qualcosa, riuscivo a muovermi e sono tornata a casa. Il medico generale mi ha prescritto anti-infiammatori.
Da allora quotidianamente ho fastidio che può diventare dolore, anche debilitante. Specialmente dopo la doccia, quando lavo piatti, raramente quando cammino, tranne per la borsa se attraversa la schiena, e spessissimo quando sono seduta, o in piedi se uso le braccia.
La sensazione del fastidio è come un formicolio e contrazione, con una sensazione che la scapola sia aperta per cui ad esempio sdraiarmi a letto sulla schiena può essere scomodo. Ho anche prurito sulla pelle proprio in quella zona. Questo fastidio si presenta TUTTI I GIORNI.
Da allora:
Fisioterapia – manipolazioni (15 min 2 volte a sett per 1 mese)
Osteopatia (2 sedute).
Agopuntura (2 sedute)
- Poco il miglioramento, scomparso il giorno dp
Sono andata da 3 ortopedici che mi hanno detto, come anche l’osteopata e il medico generale, che poteva essere un problema di stomaco. Il gastroenterologo lo ha escluso e il breath negativo. Gli ortopedici mi hanno detto che sia stress e mi devo rilassare. Ma è talmente continuativo e costante che non so cos'altro fare. Sto cercando di migliorare la mia postura perfino prendendo una sedia varier.
Esami:
RMN dorsale, RMN toraccica, RX spalla sx - niente
RMN spalla sx – si evidenzia scarsa distensione fluida della borsa sinoviale sotto acromion deltoidea. Quindi praticamente niente
RX cervicale – Parziali perdite delle fisiologiche lordosi e cifosi
RMN cervicale – Perdita della fisiologica lordosi cervicale con tendenza all’inversione.
Ho 27 anni, sono sempre stata sportiva (anche box), questo problema ha forti ripercussioni nella mia vita in generale. Ora vado a lezioni di Pilates ma certe cose nn riesco a fare per il forte fastidio che alcuni movimenti (anche modi di respirare) provocano nella zona tra la colonna vertebrale e scapola sx (andando sotto quest’ultima) finendo a volte in un formicolio nelle dita della mano. Come si può immaginare ho speso tantissimo tempo, soldi e pazienza. Non so più cosa fare o a chi rivolgermi. Cosa pensa possa provocare questo? Potrebbe essere un nervo compreso da una contrattura muscolare visto che gli esami non rilevano niente di rilevante? Grazie

[#1] dopo  
Prof. Vincenzo Rossi

40% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Gentile Utente,dalla sua storia clinica emergono alcuni punti chiave:
1) il dolore è insorto dopo uno sforzo
2) ha difficoltà ad alzare il braccio
3)il dolore è localizzato "sotto la scapola" e tra "la scapola e la colonna vertebrale"
4)oltre al dolore sono presenti "parestesie" che di norma sono uno dei segni del dolore neuropatico
5)la RM cervicale mostra (almeno per quanto scrive)solo i segni di una contrattura di difesa dei muscoli paravertebrali ma non possibili cause di radicolopatie(osteofiti,ernia del disco..).
La presenza anche di parestesie potrebbe essere effettivamente la spia di un'origine neuropatica del disturbo(radicolare cervicale o di un nervo del plesso brachiale(in particolare il nervo dorsale della scapola ed il soprascapolare)con un meccanismo di stiramento a seguito dello sforzo.L'irradiazione delle parestesie alla mano non è però compatibile con i territori sensitivi di tali nervi,riscontrandosi invece tipicamente nelle radicoloparie cervicali.
I molti condizionali sono d'obbligo ma credo possano essere sciolti attraverso un'accurata visita neurologica che valuti con precisione i muscoli deficitari.Poichè l'esame dirimente in questi casi è l'elettromiografia(che mi pare ella non ha effettuato)suggerirei un consulto con un neurofisiopatologo della sua città.
Cordialmente
Prof. VINCENZO ROSSI

[#2] dopo  
Utente 226XXX

Grazie per la sua risposta. Vorrei precisare due elementi che forse per mancanza di spazio non ho delineato in maniera abbastanza chiara.
1) Ho menzionato l'incidente del braccio perchè unico incidente che potrebbe essere riconducibile come eventuale causa di ciò di cui soffro oggi. Che non è lo stesso. Il braccio lo muovo bene ormai. Ma.a volte quando il fastidio sottoscapolare diventa più forte sembra quasi che radi fino a toccare la spalla e posso anche sentire formicoli nelle dita.
2) Il dolore sottoscapolare è arrivato di notte fonda verso le 4 di mattina, io stavo dormendo e mi sono svegliata con un forte dolore. Non so come io abbia potuto contribuire a questo.

Seguirò il suo consiglio, magari mi può indicare cosa potrebbe essere stato la causa di questo in modo che io possa cercare di 1) evitare un altro episodio 2)migliorare il mio quotidiano.

Grazie infinite

p.s la rmn cervicale era negativa su tutti gli altri aspetti