Fastidi ad arti parte destra

Gentili dottori:
- il giorno 15 gennaio cado durante una discesa in snowboard, batto forte il coccige, tuttavia mi alzo da solo e faccio ritorno a casa.
- dopo circa 7 giorni dalla caduta ho accusato un certo fastidio interno alla gamba destra per circa 3 giorni, che si verificava dopo aver fatto delle cose in piedi (cucinare, brevi passeggiate fuori). Il medico di famiglia, essendo io all'estero, mi ha raccomandato di andare a farmi visitare in ospedale: lì si sono assicurati che non avessi dolori lungo la spina dorsale, che muovessi senza dolore collo e busto, che non avessi mancanze di sensibilità in determinate zone della gamba. Mi hanno rispedito a casa, "prescrivendomi" una cura di 3 giorni con paracetamolo.
- al termine della cura, circa 2 settimane dopo la caduta ed esattamente una settimana fa, i fastidi alla gamba si sono attenuati. Un amico ortopedico italiano, ovviamente senza visitarmi, ha ipotizzato un'ernia del disco L5 S1 che ti provoca una radicolopatia del nervo sciatico.
- nell'ultima settimana, fino a ieri, ho però avuto dei sintomi che hanno preso il sopravvento sui fastidi alla gamba (che sinceramente non ho avvertito): ho molto fastidio parte destra del busto, collo e viso, braccio e mano. Per quanto riguarda il busto, diciamo che la parte destra della pancia è quella che in assoluto mi sembra più anestetizzata. Se per esempio inspiro aria e gonfio la pancia, sento benissimo l'aria e il muscolo della parte sinistra che si espande (come è normale che sia), mentre non provo la stessa sensazione nella parte destra. Inoltre, ho un fastidio interno alla gola, sempre parte destra. Devo dire che questi due (pancia e gola) sembrano più muscolari che altro (ma proprio non saprei la causa, visto che non ho fatto attività sportiva nell'ultimo mese). Il fastidio in viso è più all'occhio diciamo. C'è da dire che sto moltissimo al computer(ma perché allora solo l'occhio destro?) Sono fastidi che ho sentito e sento costantemente da una settimana, anche se varia l'intensità. Sono sopportabili e non mi impediscono alcuna attività.
- ieri sera, infine, mi sono addormentato con un forte fastidio interno alla gamba destra, come quello accusato 2 settimane fa, ma molto più intenso. E' proprio bruciore, e ce l'ho ancora. Ieri sera ho sentito molto freddo (ampiamente sotto zero) e molto a lungo, e di sicuro non fa bene al nervo, credo.
- Da ieri, domenica pomeriggio, ho un intenso dolore, simile ad un bruciore, al braccio destro, tra gomito e spalla.
Mi consigliate di tornare all'ospedale? Ma soprattutto, è tutto legato alla botta o devo temere altri tipi di malattie, tipo SM o SLA? Sono molto preoccupato, sono all'estero e non so a chi rivolgermi se non all'ospedale. Crediate sia il caso? O sono tutti dolori da ansia/stress accumulata (l'ultimo mese è stato davvero molto ricco di problemi e preoccupazioni)?Grazie!
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile utente

Difficile dare un giudizio a distanza. Credo difficile una correlazione con la caduta. Le consiglio di rivolgersi in ospedale per eseguire una visita neurologica.

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2]
dopo
Utente
Utente
Stamattina ho sottoposto questi sintomi al medico di famiglia, il quale mi ha prescritto una cura di una settimana a base di oki in gocce e muscoril, diagnosticando, per quanto possibile a distanza, una lombosciatalgia per giustificare il dolore alla gamba destra, e attribuendo i dolori/fastidi alla parte superiore del corpo ad un accumulo di ansia e stress (molto probabili, visto il periodo negativo che sto vivendo). Inoltre, il coccige è ancora molto dolorante. Stasera mi sono seduto volutamente caricando tutto il peso sulla parte dove ho sbattuto, e dopo una decina di minuti il dolore era piuttosto intenso, e la cute su quel punto è stata anestetizzata per qualche secondo, tornando poi alla normalità.

Stanotte, inoltre, mi sono svegliato di soprassalto, come se mi mancasse il respiro, sentendo una fitta, tipo scossa, al petto, alla destra dello sterno, in un punto ben determinato. Mi sono svegliato, tranquillizzato, e son tornato a letto.

Non ho problemi di vista, né di coordinazione o di fatica alle gambe.
Essendo per me comunque complicato tornare all'ospedale (sono sotto esami), quali dovrebbero essere secondo Lei le manifestazioni che mi dovrebbero davvero obbligare a fare una visita neurologica?
Grazie mille davvero!
[#3]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile utente

Lei scrive di sentire la parte destra soprattutto dell'addome anestetizzata. Gia' solo questo giustifica una valutazione neurologica.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la pronta risposta. Volevo chiarire che negli ultimi 3 giorni, la situazione a pancia, viso, gola, dopo una settimana con alti e bassi, è tornata alla normalità. Da domenica, ho fastidi solo alla gamba, al braccio e alla mano destra. Sono 3 settimane abbondanti che sto 10/12 ore al giorno davanti al pc, tant'è che, probabilmente molto ingenuamente, ho incominciato a pensare che possano essere dovuti a sindromi tipo tunnel carpale o simili. Cosa ne pensa? Il mio medico mi ha detto di fare quella cura con muscoril e oki per una settimana, e se i fastidi non fossero passati, di tornare a farsi visitare. E' d'accordo? Grazie mille davvero!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test