Utente 368XXX
Salve, da circa un anno e mezzo soffro di una malattia, ad oggi non ancora diagnosticata, la quale non mi fa piu' vivere. Subito si pensava ad un disturbo gastrico, escluso dalla pH-impedenziometria. Sono andato da pneumologi, gastroenterologi, otorini ecc e nessuno sa cosa abbia. Non so piu' che fare per essere curato, sto spendendo tantissimi soldi in esami e dottori che non fanno altro che dirmi che non e' una malattia che compete alla loro specialita'. Idealmente vorrei farmi ricoverare per essere seguito, anche solo qualche giorno, perche' non e' possibile stare male e non essere curato...

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
se lei mi dice "Salve, da circa un anno e mezzo soffro di una malattia, ad oggi non ancora diagnosticata, la quale non mi fa piu' vivere..." io le rispondo assieme agli altri colleghi che non so che dirle.
Se vuole delle dritte sia più precisa ed elenchi almeno i sintomi.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Mi rendo conto di non essere stato esauriente...
Qua ci sono le mie altre richieste di consulto

https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/449247-disturbo-gastrico-diagnosi-mesi.html

https://www.medicitalia.it/consulti/medicina-interna/516735-malattia-diagnosticata-catarro-tosse-persistente-1.html

Purtroppo, nessuno riesce a capire cosa abbia e sopratutto mi sento abbandonato a me stesso

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
concordo fermamente con la Dott.ssa Scappellato.
E quindi le chiedo: è andato dallo Psichiatra?
In quanto alla voluminosa ernia iatale, senza reflusso alcuno, neanche minimo, sebbene possa accadere è una evenienza improbabile.
E' sicuro di scegliere con rigore i suoi Specialisti? Avere un titolo non corrisponde sempre a competenza adeguata.
Inizi ad andare dallo Psichiatra e nel frattempo si rivolga a un eccellente Internista, che abbia esperienza e competenza per valutare la sua sintomatologia somatica.
Via web per lei io non posso fare di più.
Del che mi dolgo.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 368XXX

Innanzitutto la ringrazio per aver letto le mie richieste precendenti. Per rispondere alla sua domanda, no non sono ancora andato dallo psichiatra, ho letto la risposta della Dott.ssa solo oggi, ma sicuramente seguirò il vostro consiglio.
Che dire riguardo allo scegliere gli specialisti, ho visto solo ed esclusivamente primari di vari ospedali, proprio per non affidarmi al primo che passava e mi sono sempre documentato prima.
L'ultimo gastroenterolo che ho consultato, è un notevole ricercatore di fama europea (ho quasi fatto un mutuo per parlarci), e se mi ha detto che non ho niente al suo apparato di interesse, chiaramente non ho nulla. Anche lui mi ha consigliato un consulto psichiatrico, accostato ad un indagine con Rx della colonna vertebrale (visto il mio continuo mal di schiena) ed eventualmente un consulto da un cardiologo. Il punto è molto chiaro, la causa dei miei disturbi non è all'apparato digerente.
Onestamente ho un po' paura di andare dallo psichiatra e trovare che qualcosa nella mia testa non va... Sono in un periodo estremamente positivo della mia vita, sono stralucido sempre, il mio cervello è più attivo che mai e mi pare strano che abbia qualche problema... tuttavia, ripeto, se il problema non è gastrico, sarà sicuramente da un'altra parte.
La ringrazio nuovamente

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
sebbene con ritardo sento il dovere di risponderle.
Se lei ha fatto quasi un mutuo per parlare con un medico, il medico è sicuramente un disonesto, che viola il Giuramento di Ippocrate, e sfrutta un sapere che proprio perchè immenso dovrebbe essere elargito ai Pazienti a prezzi più modici.
Stia sicuro che l'equazione onorario da 1000 EUR = consulto infallibile è una presa per i fondelli dei pazienti e uno svilimento della categoria.
Lo segnali all'ordine di appartenenza questo galantuomo.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.