Utente 123XXX
Buongiorno Gentili Dottori,
vorrei sottoporvi il mio caso.
Ho inoltrato domanda di invalidità e disabilità sulla base del certificato medico che recita "Storia di S. Ansiosa depressiva evoluta nel tempo nella meglio definita Depressione Maggiore".Bronchite asmatica cronica.Lieve insufficienza della valvola mitrale con piccolo shunt sx-dx I.A. Ripetuti episodi sincopali per i quali ha effettuato numerose valutazioni cardiologiche, neurologiche, psichiatriche oltre che indagini strumentali. E' attivo un controllo longitudinale per la presenza di numerose microlesioni di origine probabilmente vasculitica. In via di definizione per un quadro di sospetta colite ulcerosa esitata da una "proctosigmoidite cronica aspecifica" e per una ipotrofia testicolare dx."
Ora, nei codici ICD-9 il medico ha segnato "Depressione maggiore, episodio ricorrente, non specificato, Asma estrinseco,Disturbi della valvola mitrale, Stati d'ansia".
Sottolineo che sono in cura per depressione maggiore da sei anni. In realtà in tutte le cartelle cliniche di ricovero ( otto ricoveri in sei anni) in psichiatria (anche quelle di Pisa) mi son sempre stati prescritti stabilizzatori dell'umore...dai sali di litio, alla carbamazepina al gabapentin insieme a antipsicotici quali Abilify, Zyprexa, Talofen. Ho avuto quattro episodi di accesso al PS per ingestione "accidentale" di farmaci (al fine di evitare TSO).
Sulla base di quanto esposto in linea generale qual è la percentuale di invalidità che potrei raggiungere? E soprattutto quello che più mi interessa è sapere se è vero quel che mi è stato detto dal Patronato, ovvero che il medico certificatore non può indicare nella domanda contemporaneamente INVALIDITA' e DISABILITA' poichè quest'ultima voce, relativa al collocamento mirato, è sempre e comunque successiva all'acceramento dell'invalidità: nel senso che in una prima visita si accerta l'invalidità e in una seconda visita la disabilità e quindi il diritto all'iscrizione nelle liste ex L. 68/99.
Grazie per le informazioni.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
La domanda d'invalidità e di L. 68 e anche di L. 104 può essere fatta insieme, in modo che la documentazione sia presentata una sola volta e la convocazione sia unica, qualora non dovesse raggiungere il 46% la L. 68 non viene completata e si scrive " non raggiunge il 46%".
Nel suo caso sicuramente raggiungerà e supererà il 46%.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona