Utente 189XXX
Egregio Dottore ,
ho 53 anni , sono OSS e lavoro da 11 anni tra Casa di Riposo ( 4 anni )e poi e ancora tuttora in una struttura per disabili mentali gravi , prima facevo la casalinga . Nel marzo 1989 sono stata operata di discectomia L5-S1 l'intervento è andato bene . Da circa un 1 anno ho mal di schiena . Ho eseguito una radiografia al rachide cervicale e lombare con esito : manifestaziuoni artrosiche degli ultimi 3 metameri con discopatia C5-C6 , C6-C7 ;manifestaziuoni artrosiche al passaggio dorso-lombare con sofferenza discale T12-L1 ed L1-L2 . in seguito a questa l'ortopedico mi ha prescritto una RMN con esito :protruso in sede mediana paramediana destra il disco C5-C6
modestamente protruso in dede mediana anche il disco C6-C7
protruso circonferenzialmente il disco L1-L2 con maggior focalità in sede paramediana sinistra
minimamente protruso circonferenzialmente il disco L4-L5 .ho eseguito la RMN dorsale con il seguente esito : metameri ossei esaminati in asse , diametri ossei canalari nei limiti di norma , non erniazioni di materiale discale ai livelli esaminati , liberi gli spazi liquorali perimidollari , normale per intensità di segnale il midollo dorsale , si segnala protrusione circonferenziale del disco L1-L2 con appoggio sulla faccia anteriore del sacco durale .
ho riavuto problemi alla schiena e mi sono andata in pronto soccorso e l'ortopedico che mi ha prescritto una rmn lombale il cui esito è : degenerato il disco L1-L2 con riduzione in altezza e minima protrusione circonferenziale dell'anulus . medesimo reperto è presente anche ad L2-L3 . normocontenuti i restanti dischi intersomatici esaminati . al con controllo ortopedico mi è stato prescritto una EMG con il seguente referto : sofferenza neurogena nel territorio radicolare di L4/L5 bilaterale di modesta entità . alla medicina del lavoro hanno fatto leggere le rmn da un loro neuroradiologo e il quale ha diagnosticato oltre a quello gia esistente una piccola ernia intraspongiosa sul piatta inferiore di L2 . a luglio 2010 sono stata operata alla spalla sinistra : borsectomia , conflitto subacromiale ed acromionplastica .dopo l'intervento alla spalla ho proseguito il mio lavoro con diverse limitazioni tra cui il sollevamento pesi e la movimentazione continua . sono stata alla medicina del lavoro nel 2010 a fare domanda malattia professionale per la spalla ma è stata respinta , ci sono andata quest'ano per la schiena e respinta anche questa domanda . nel mio lavoro , prima dell'intervento alla spalla , ho sempre lavorato in reparti pesanti e a sollevare gli ospiti ed altri pesi . volevo chiederle se tramite la medicina legale posso fare la domanda di malattia professionale e se esistono i requisiti che determinano tale .

la ringrazio in anticipo

cordiali saluti , ely

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

se lavora da 11 anni come OSS, quindi dal 2000 circa, la discopatia da cui è affetta è preesistente, perché l'intervento neurochirurgico di discectomia risale al 1989.
Sicuramente le sue mansioni lavorative, se deve accudire e sollevare disabili gravi, non aiutano a migliorare la sua patologia.
Dai referti iconografici di RM di rachide e di ecografia di spalla emerge una patologia di tipo artrosico-degenerativo cronico.
Ecco il motivo per cui la sua domanda di MP è stata respinta, a mio parere correttamente.

inail
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=4

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 189XXX

la ringrazio per la sua celere risposta , cmq Dottore dopo l'intervento del 1989 non ho più avuto problemi alla schiena , e alla spalla non ho mai avuto niente .