Utente 118XXX
45 anni
- Operata a 34 per stenosi lombare L3-L5 con inserimento di cuscinetti spinosi intervertebrali e sostituzione del legamento relativo.
L'operazione non è stata interamente risolutiva ma conservo ancora parestesia agli arti inferiori e deficit neurologico agli stessi.
Incontro pertanto difficoltà a stare in piedi per oltre venti minuti, camminare a lungo, portare pesi (oltre i 4 kg i sintomi aumentano in modo allarmante).
In diverse occasioni che incontro ogni giorno devo indossare busto (prescrittomi modello Ro+Ten 1078)
- La risonanza ha riportato anche stenosi cervicale, attualmente asintomatica
- Iperlordosi lombare
- Riscontrata fibromialgia: a causa di essa mi risulta impossibile lavorare in uffici con condizionatore per freddo, in quanto riporto rigidità muscolare e dolori alle ossa che persistono anche dopo l'esposizione. Per dormire devo assumere miorilassanti. A causa di questa situazione, posso lavorare solo a casa
- La rx ha riscontrato anche emisacralizzazione destra con discopatia L5-S1
- Uncoartosi

Volevo sapere se vale la pena procedere con una richiesta di riconoscimento invalidità civile

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

considerate le infermità che descrive, a mio parere può presentare istanza per il riconoscimento della condizione di "invalido civile", se le infermità in questione non sono dipendenti da causa di servizio o lavoro.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]