Utente 258XXX
Salve, avrei bisogno di aiuto.

Sono una ragazza di 20 anni, in cura al Cisanello di Pisa e il 25 di questo mese avrò la visita per l'invalidità civile. Vorrei sapere se, secondo Voi, posso avere la possibilità per concorrere all'assegno, anche quello minimo.
Di seguito, la diagnosi che hanno effettuato:

Obesità grave di classe III associata a diabete di tipo 2 (non insulino dipendente)
Sindrome dell'ovaio policistico
Sindrome depressiva.
Dismenorrea.
Grave insulino resistenza con ridotta tolleranza glucidica.
Valori di androsteneidone superiori alla norma.
Iperandrogenismo.
Ipercolesterolemia.
Epatomegalia steatosica.

Ovviamente, da quando ho il diabete, porto gli occhiali ma sono miope di poco.
Per il mio peso, mi viene difficile camminare a lungo, impossibile correre.
In più, ho una situazione familiare molto grave: mio padre, unico a lavorare, è stato licenziato ed ora percepisce l'assegno mensile di disoccupazione.

Terapia con: metfornina, finasteride, fluoxetina, Yaz, Chirofol.

Attendo una risposta. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

a mio parere potrà avere il riconoscimento di "invalido civile", ma non posso esprimermi in maniera attendibile circa la percentuale di invalidità che sarà valutata dalla competente Commissione, perché la valutazione medico-legale di ogni caso richiede l'esame accurato di tutta la documentazione sanitaria e la visita diretta dell'interessato, il che non è possibile in questa sede.

https://www.medicitalia.it/mascotti.nicola/news/2178/La-valutazione-percentuale-dell-invalidita-permanente-in-Medicina-Legale

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]