Utente 168XXX
Buongiorno,
ho bisogno di una consulenza.
Il problema che sto vivendo, è legato al mancato indennizzo da parte di una Assicurazione privata, relativamente ad un infortunio subito nel mese di Ottobre 2012.Di seguito la storia dell'infortunio :
- Incidente domestico avvenuto in data 27/10/2012, recatomi in PS il referto è "Distorsione ginocchio DX, si consiglia sottrazione al carico, applicazione ghiaccio, copertura antalgica e programmazione rivalutazione clinica (7-8GG) c/o reparto ortopedia".
- Non riuscendo a camminare senza avvertire dolori fortissimi, il 05/11/2012 mi reco dall'ortopedico che riscontra "GONALGIA post traumatica destra con secondaria sospetta lesione menisco mediale. riposo 15gg, applicazione ghiaccio, deambulazione con bastoni canadesi. Esecuzione studio RMN ginocchi DX"
- 07/11/2012 mi sottopongo a RMN con esito " E' presente quadro di condromalacìa retro-rotulea, modesto versamento nella gola intercondiloidea e nella borsa retro-rotulea. Si dimostra evidente meniscosi con rottura pressochè completa del corno posteriore del menisco mediale"
- Torno dall'ortopedico il 12/11/2012 che analizza il referto RNM e "consiglia ricovero ospedaliero per esecuzione intervento artroscopico".
- Il 16/11/2012 mi sottopongo ad intervento artroscopico.
- Effettue le varie medicazioni previste, dopo circa 7gg dall'intervento inizio la riabilitazione ed il 26/02/2013 effettuo un controllo (sempre stesso medico) che "consiglia di effettuare una RNM di controllo".
- In data 06/03/2013 effettuo RNM con esito "Minimo incremento della componente fluida intra-articolare soprattutto nella borsa retro-rotulea.Il legamento crociato anteriore appare comunque continuo con aspetto lievemente sfumato compativile con modesti esiti distrattivi.
L'esame conferma infine rottura a decorso obliquo del corno posteriore del menisco mediale"
- Il 27/04/2013, con tutta la documentazione alla mano, mi reco da un medico legale per la stesura di una perizia di parte.
La perizia recita "ginocchio asciutto, dolente alla digitopressione sulla faccia posteriore ed in sede pararotule inf. Discreta ipotrofia muscolare alla coscia, deficit perim. di cm 3 alla coscia.Identità perimetrica alla sura.La flessione del ginocchio è ridotta nei gradi estremi con comparsa di dolore.Accenno a lassità legamentosa in varo-valgo (+ -).Deambulazione regolare con minima zoppia; accosciamento difficoltoso e mal tenuto.I postumi legati a tale infortunio risultano clinicamente stabilizzati,e, visto il persistere dolore con modesto deficit funzionale articolare, e visto il persistere di lassità legamentosa in varo-valgo, si concretizza un fattore di danno permanente da valutarsi in infortunistica privata nella misura dell'8% (otto) ".
- il 09/05/2013 vengo convocato dal medico legale dall'assicurazione che mi visita ed invia relazione all'assicurazione.
- 15gg dopo ricevo lettera dall'assicurazione che i postumi nn sono direttamente rapportabili all'evento.

Cosa ne pensate?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

a quanto pare la Compagnia Assicurativa non intende riconoscerLe alcun indennizzo poiché i postumi descritti non sarebbero in rapporto diretto ed esclusivo con l'evento-infortunio.
In effetti la RMN del 07-11-2012, oltre alla rottura del corno posteriore del menisco, evidenzia immagini di alterazioni degenerative, che sicuramente sono preesistenti alla data del 27-10-2012.
Le suggerisco di sottoporre la comunicazione dell'Assicurazione al Medico Legale, richiedendo specificamente una valutazione del nesso causale diretto ed esclusivo, che è quello che presuppone l'indennizzo in Assicurazione Privata infortuni.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]