Utente 146XXX
Salve, circa 2anni fa sono stata investita mentre uscivo da lavoro e ho riportato diverse fratture tra cui un trauma cranico.Ho lamentato da subito problemi alla vista e da esami effettuati è stata rilevata un alterazioni del campo visivo.locchio sta bene, la vista e rimasta invariata. Il problema sta nel nervo ottico .il medico legale però dice che non c'è modo di dimostrare che il problema è stato causato dall'incidente e che nessuno mi ripaghera questo danno che secondo me è il più grave visto che ho anche problemi a guidare l'auto di notte. È possibile questo? Posso fare qualcosa per dimostrarlo? Grazie infinitamente.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

per stabilire che una menomazione è conseguente ad un evento lesivo è necessario stabilire il nesso di causalità materiale fra il trauma subìto e le successive lesioni riportate.

Nel caso di specie dovrebbe essere riscontrata la positività dei criteri medico-legali comunemente impiegati a tal fine (cronologico, topografico, di sufficienza lesiva, di continità fenomenologica e di esclusione) per stabilire se il trauma cranico ha determinato, o meno, una neuropatia ottica traumatica con deficit del campo visivo.

Altrimenti, come ha affermato il Medico Legale che cita, non vi è modo di dimostrare la natura traumatica della menomazione, e quindi di ottenere il relativo risarcimento.

Distinti Saluti.


Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]