Utente 989XXX
l'ecografia ginecologica è considerabile, quanto a qualifica professionale del personale che la effettua, un esame radiologico?
in caso affermativo dove posso trovare (quale legge) i riferimenti disciplinanti questa particolare attività?
Costituisce, in sè, esercizio di professione sanitaria?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Porcu

20% attività
0% attualità
0% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Non mi è chiarissimo il centro del suo problema, ma proverò ugualmente a darle qualche ragguaglio.
L'esame radiologico utilizza radiazioni ionizzanti (raggi X). L'ecografia utilizza invece onde sonore il cui "rimbalzo" su di una struttura od organo ci fornisce l'immagine ecografica.
L'esame ecografico è ormai importante supporto per qualsiasi specialista (endocrinologo, urologo, internista, ginecologo, chirurgo, etc.).
L'esame radiologico è pertinenza esclusiva dello specialista radiologo (che, proprio per questo, percepisce, da contratto, un'indennità di rischio).
Ecografia e radiografia possono essere refertate solo da personale medico. L'esecuzione degli stessi esami, invece, può essere affidata anche a tecnici, ma sempre sotto la super-visione medica e come detto, con esclusiva refertazione medica.
L'ecografia ginecologica viene generalmente effettuata dal ginecologo.
Credo potrebbe esserle utile il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, soprattutto l'art. 111.
Saluti.
Dott. Paolo Porcu
Dott. Paolo Porcu
Dirigente Medico (ASL) nella SSD di Medicina Legale

[#2] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Concordo con il parere del collega ed aggiungo che sarebbe utile conoscere alcuni ragguagli sui motivi della richiesta: a volte negli ambulatori ginecologici sono presenti esercenti le professioni sanitarie che non sono autorizzati ad eseguire alcun accertamento di pertinenza medica.
Importante è anche il motivo per cui tale accertamento strumentale viene eseguito e per quale fine (gravidanza o patologia?).
Cordiali saluti,
dott. Andrea Mancini
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#3] dopo  
Utente 989XXX

un medico laureato in medicina ed abilitato in un paese straniero può eseguire una ecografia e firmarne il relativo referto senza incorrere in alcun reato?

[#4] dopo  
Dr. Paolo Porcu

20% attività
0% attualità
0% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Un medico straniero, per poter esercitare la professione medica in Italia, deve essere iscritto all'Albo dell'Ordine dei Medici di una qualsiasi provincia italiana (le procedure sono diverse a seconda che il medico sia comunitario o extra-comunitario).
Perciò, per poter espletare attività certificatoria sul territorio italiano (momento centrale della professione medica!), il medico DEVE essere iscritto ad un Albo italiano, a prescindere da dove si sia laureato e/o abilitato.
Dott. Paolo Porcu
Dott. Paolo Porcu
Dirigente Medico (ASL) nella SSD di Medicina Legale

[#5] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
difficile non eseguire un'ecografia che si dovrà leggere.Difficile che sia valida un'esecuzione di terzi (tecnico).L'ecografia , soprattuto, ma non solo, l'eco ostetrica (diverso dalla ginecologica)ha in se la personalizzazione dell'esecuzione lo è ancora di più per la mobilità fetale.
Comunque perfettamente d'accordo con il collega Porcu in linea teorica, con qualche difficoltà in linea pratica poichè, ripeto, la diagnostica ecografica è intra esecuzione e le foto non sono uno standard, ma una scelta dell'operatore stesso che con la movimentazione della sonda risponde, de facto, ai suoi dubbi ed alle sue iumpressioni.
Non sarei d'accordo neanche se fossero due medici diversi a farla.
Per quanto riguarda la laurea all'estero.Nulla da aggiungere alla esaustiva risposta dle collega.
Saluti Dott Sergioo Funicello
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL