Utente 975XXX
Gentili dottori, il mio ginecologo mi ha letteralmente messo in allarme.
Ho 2 miomi di circa 23 mm e da qualche settimana ho scoperto di essere gravida. Ultima mestruazione 10/12/2005, valore bhcg al 19/1/2006: 320, dopo 4 giorni di fiale PROGESTEN ripeto l'esame bhcg e il valore sale a 894 e il 26/1/06 arriva a 1351. Il mio ginecologo dice che è ancora basso per l'età gestazionale alla quale dovrei essere.
Mi ha detto di continuare con il progesterone e rifare l'esame bhcg tra 3 giorni. La mia domanda é questa: è possibile che io abbia avuto l'ovulazione in ritardo nell'ultimo ciclo (l'ho dedotto dalla mia temperatura basale) e quindi il concepimento sia avvenuto più tardi rispetto alla data presunta? In questo caso le bhcg sono comunque basse? e l'incremento avuto in 4 giorni è sufficiente? Ringrazio anticipatamente chi mi farà stare più tranquilla.

[#1] dopo  
8212

Cancellato nel 2009
Gentile Utente 9753,
il ritmo di "moltiplicazione" del Bhgc è di 2x3: ovvero si raddoppia ogni 3 giorni. Dai primi dati non credo possa essere una gravidanza senza troppi problemi, per quanto riguarda la ritardata mestruazione, anche se fosse non ci sarebbero tali valori, il ritmo 2x3 viene conservato sempre.
Mi spiace essere io a doverLe dare queste informazioni.
I miomi possono essere più o meno "pericolosi" non solo in base alle dimensioni ma anche in base alla sede.
Mi faccia sapere
distinti saluti
Matteo Maria Schönauer

[#2] dopo  
Dr. Mario Arca

24% attività
4% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
gentile signora,
concordo, purtroppo, con quanto ha scritto il collega Matteo.Nella mia attività quotidiana ricorro molto raramente ai dosaggi seriati della Bhgc, essendo anche un ecografista,affidando a questa tecnica un altissimo contributo alla diagnosi di gravidanza in normale evoluzione.Pertanto, trascorsi almeno sette giorni,consiglio un controllo ecografico.Si eviterà così momenti di ansia.
tanti auguri
saluti
Mario Arca
Dottor Mario Arca
dirigente medico 1 livello
Ospedale"Giovanni Paolo 2" Olbia

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Bologna

24% attività
0% attualità
4% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
Gentile Signora, il monitoraggio della gravidanza si basa, oltre che sull'esame clinico, anche sulla valutazione strumentale attraverso due valutazioni fondamentali: il dosaggio delle betaHCG e l'esame ecografico.
Non è dal dosaggio quantitativo delle betaHCG che si pone diagnosi di età gestazionale.
Continui pertanto il monitoraggio ecografico della gravidanza elemento a questo punto sufficiente per una valutazione prognostica.
Con i migliori auguri.
M. Bologna
Maurizio Bologna, chirurgo ginecologo e urologo, website: www.mauriziobologna.com

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Di Felice

32% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
mi associo ai consigli dei colleghi sul fatto che la gravidanza vada monitorata con dosaggio Beta HCG + controllo ecografico, tuttavia una ripetizione sequenziale dei dosaggi delle gonadotropine corioniche è un approccio corretto nella gravidanza iniziale a patto che i controlli siano eseguiti nello stesso centro (forse ogni 3 giorni è un pò troppo frequente ma sono in molti ad agire così)Cordiali saluti ed auguri
Dr. Maurizio Di Felice

[#5] dopo  
Utente 975XXX

Gentili dottori, ringrazio tutti per le risposte. Oggi 30/1/2006 ho rifatto le beta HCG e il valore è salito a 2494. Ricordo le precedenti:
19/1 320
23/1 894
26/1 1351
30/1 2494
Ho tel al mio ginecologo il quale mi ha dato appuntamento a mercoledì per un controllo ecografico. Io intanto sono sempre più preoccupata. Cosa significano questi incrementi così bassi e soprattutto cosa potrebbe succedere? Grazie.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Di Felice

32% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
capisco le sue ansie, ma a questo punto l'unico modo per arrivare alla diagnosi e capire se la gravidanza sarà evolutiva è un esame ecografico.
Auguri
Dr. Maurizio Di Felice

[#7] dopo  
Utente 975XXX

Gentili dottori, finalmente mercoledì sono stata dal ginecologo. Mi ha fatto l'ecografia TV ma si vedeva solo una camera gestazionale di 1,5 cm. Secondo le ultime mestruazioni io dovrei essere alla settimana 7+4, ma dall'ecografia lui mi ha detto che sono alla 6+1. Ammesso che fosse la seconda ipotesi quella giusta, è normale che non si veda ancora l'embrione nè si senta alcun battito? Intanto stamattina ho rifatto le beta hcg e sono salite a 3782. Grazie per l'attenzione che spero mi concederete.

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Di Felice

32% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Cara signora,
a questo punto le conviene attendere il controllo ecografico a distanza di 7-10 giorni da quello eseguito, che dirimerà tutti i dubbi.
Tanti auguri Maurizio Di Felice
Dr. Maurizio Di Felice

[#9] dopo  
Utente 975XXX

Grazie per le risposte fin qui ricevute. Stamattina per l'ennesima volta ho rifatto le beta e sono 4831. Come al solito il ginecologo mi ha detto che l'incremento è esiguo e mi ha dato appuntamento a sabato per un'altra ecografia. So che probabilmente tutti i dubbi saranno chiariti in quella sede ma nel frattempo io sono sempre più in ansia. Potrebbe trattarsi di "uovo chiaro"? Ho ancora delle piccole perdite (per lo più scure ma a volte anche rosse). Grazie.

[#10] dopo  
Utente 975XXX

Gentili dottori, purtroppo i Vs dubbi e quelli del mio ginecologo circa la mia gravidanza erano fondati. L'altro giorno mi sono ricoverata in ospedale con dei dolori fortissimi all'addome e il giorno seguente ho subito un raschiamento dopo aborto spontaneo alla 8 settimana. So che la causa di tutto ciò sarà arduo trovarla ma vorrei guardare avanti sperando di dimenticare questa brutta esperienza. Vorrei sapere quanto dovrò aspettare prima di riprovare ad avere una nuova gravidanza e se i fibromi di cui Vi ho già parlato sarebbe il caso di toglierli prima di tentare o no (il mio dottore mi ha assicurato che i miomi non sono colpevoli del mio aborto). Grazie ancora e scusate lo sfogo.

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Di Felice

32% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Cara signora,
concordo con il suo medico e le confermo che non sono i miomi la causa dell'aborto; di solito è sufficiente un attesa di 2-3 mesi per ritentare, ma il tutto è a discrezione del curante (ognuno ha le sue idee).
Guardi avanti con ottimismo, purtroppo nella storia ostetrica di moltissime donne viene descritto un incidente come il suo
Auguri Maurizio Di Felice
Dr. Maurizio Di Felice