Utente 647XXX

Buonasera Dottore,mi chiamo Davide ho 45 anni e da 29 anni faccio il metalmeccanico-manutentore, questa sera dopo due mesi circa di dolori forti alla schiena , finalmente riesco a consultare un'ortopedico, premetto che nelle scorse settimane dopo visita fisiatrica ho fatto radiografia e RSM alla colonna vertebrale che cita testualmente:

Importanti fenomeni osteocondrotici con irregolarità e sclerosi delle contrapposte limitanti somatiche, più evidente nel tratto di passaggio dorso-lombare con lieve riduzione in altezza dei somi di D10,D11,D12,L1,L2; lieve deformazione a cuneo anteriore dei somi di D12 ed L1.
In D5-D6 e D7-D8 focalità erniera mediana che determina impronta sul sacco durale e della corda midollare.
In D6-D7 lesione ernieria mediana che determina impronta sul sacco durale e sulla corda midollare.
In D8-D9 lesione ernieria paramediana Sn che determina obliterazione dei piani edidurali anteriori con secondaria compressione sul sacco durale e sulla corda midollare.
Angioma intraspongioso in D9
-L/S; iniziali fenomeni degenerativo-artrosici intersomatici ed interrapofisari.
Riduzione della fisiologica lordosi lombare.
In L1-L2- e L2-L3 bulging discale posteriore che impronta il sacco durale
In L3-L4 voluminosa lesione erniaria foraminale Sn, che determina compressione dsul tratto pre-gangiliare della radice omolaterale di L3.
In L4-L5 protusione discale posteriore diffusa estesa in foraminale bilaterale con accenno alla focalità erniaria mediana, che determina impronta sul sacco durale dove arriva a ridosso delle radici di L5 all'emergenza e riduzione dei diametri foraminali bilateralmente dove arriva a ridosso delle radici di L4.
In L5-S1 protusione discale possiede diffusa estesa in foraminale bilaterale che determina obliterazione dei piani epidurali anteriori, riduzione dei diametri foraminali, con secondario sospetto conflitto con le radici L5 nel tratto foraminale più evidente a destra.
Lieve edema della spongiosa ossea dell'emi versante destro della contrapposte limitanti somatiche.

Dopo aver visionato il cd mi ha detto che la mia situazione non è piacevole, essendo ignorante per me è arabo ,ma leggendo i referti mi sono reso conto che non è delle più rosee...
In definitiva il dottore mi ha dato punture per l'infiammazione e mi ha consigliato tramite il patronato di fare richiesta di "malattia professionale", io non né sapevo neanche l'esistenza, vorrei saperne qualcosa in più e se ho i requisiti per tale richiesta?
Grazie
Cordiali saluti
A disposizione.

Davide M.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

ne parli con il medico competente della Ditta o con un medico legale del Patronato, bisogna fare un'analisi dell'attività lavorativa svolta e acquisire la documentazione che dimostra l'esposizione a rischio di movimentazione manuale di pesi. Successivamente potrà essere compilato il primo certificato di malattia professionale e poi Inail si esprimerà in merito.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona