Utente 212XXX
Buongiorno,
mi trovo in una situazione kafkiana come penso molte altre persone. Oggi per la 2’ volta ho dovuto chiedere aiuto in PS per dolore al petto e ipertensione. I medici di PS e specialisti ( neurologo e cardiologo ) nn hanno riscontrato nulla ed hanno ricondotto tutto alla sindrome depressiva che mi accompagna da tempo dovuta ad episodi nefasti in famiglia ed a mobbing sul posto di lavoro ( difficilimente dimostrabile ). I medici mi hanno suggerito di sospendere per qlc settimana il lavoro ma la malattia INPS mi obbligherebbe a restare in casa nelle ore di controllo. Al momento lo stare in casa mi aggrava il malessere in maniera pesante. Esiste il modo per essere esonerati dall’obbligo di reperibilità , è superfluo dire che nn sto cercando di fare il furbo ma è un esigenza. Sono seguito sia da uno psichiatra che da una psicoterapeuta. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

sono previste diverse fattispecie di esonero dalla reperibilità per le visite di controllo, ma purtroppo da quanto riferisce si può desumere che il Suo caso non rientri fra queste.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]