Utente 572XXX
Con
-cefalea cronica quotidiana(in origine emicrania senza aura di grado severo)paziente con storia di emicrania cronica da circa 30 anni con abuso di triptani,attualmente in terapia di dissuefazione e instaurato progetto pilota di sperimentazione con iniezioni transcraniche di farmaco;
-intervento ai turbinati bilateralmente a trigger rinogeno(consigliato per alleviare emicrania;
intervento per chiusura delle tube di Fallopio(consigliato per ridurre l'intensità di emicrania);
-asportazione del collo dell'utero;
-safenectomia bilaterale per tromboflebite
quanto potrebbe essere la percentuale di invalidità?
potrebbe vedersi riconosciuta la legge 104 con handicap grave?
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
A mio parere al massimo potrebbe essere valutata con il 50% e non dovrebbe avere diritto all'handicap. Provi comunque ad andare ad un Patronato per un parere esibendo la documentazione sanitaria.

Dr. M. Golia - medico legale e del lavoro.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 572XXX

Grazie dott.Golia per la celere risposta

[#3] dopo  
Utente 572XXX

Essendo dipendente a tempo indeterminato in ente pubblico può avere eventuali agevolazioni nell'espletamento del suo lavoro?
Ha avuto inoltre diversi accessi al Pronto soccorso sempre per emicrania, e vari accessi accompagnata anche da colleghi di lavoro.
Al medico del lavoro non ha rivelato la malattia per timore di cambio di mansione.
La direzione è a conoscenza della problematica e sono molto comprensivi nei suoi confronti consigliandole tantissime volte di usufruire della infermeria dove trascorre tantissime ore.
Ha già esaurito il periodo di malattia.
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Non ci sono agevolazioni particolari (oltre alla L. 104) l'unica soluzione è svolgere mansioni compatibili con la sua patologia secondo il giudizio del medico competente. In ogni caso se supera il periodo di malattia prtevisto dal contratto di lavoro, rischia di essere licenziata.

Dr. M. Golia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#5] dopo  
Utente 572XXX

E' stata rilasciata la certificazione di invalidità che di seguito trascrivo:
paziente seguita dal centro cefalea dal 2003 per:
-cefalea cronica quotidiana farmacoresistente
-emicrania senza aura
-abuso di analgesici
La paziente presenta cronicizzazione della cefalea che si manifesta per oltre venti giorni al mese.
In corso di attacco ella presenta elevato tasso di invalidità per la coesistenza di sintomi neurovegetativi(vomito,sudorazione e tachicardia).
Nel corso degli ultimi anni la paziente è stta piu' volte ricoverata per accertamenti e cure.
Pertanto la paziente rientra nel gruppo tabellare C,III del decreto regionale della Lombardia per il riconoscimento di invalidità.
Con questa certificazione esistono presupposti per presentare domanda per l'inabilità lavorativa?
grazie

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
La domanda può essere presentata in ogni caso, ma la valutazione tabellare prevista è minima.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona