Utente 106XXX
Buonasera,
mi è stato diagnosticato un sospetto carcinoma papillare al dotto tireoglosso e subirò intervento chirurgico per la rimozione dello stesso nonchè della tiroide. Probabilmente dopo l'intervento dovrò effettuare radioterapia (non ancora confermata). Ho diritto al riconoscimento di invalidità e in quale percentuale? Cosa devo fare per ottenerlo e quando (prima o dopo l'intervento?). Inoltre, sono dipendente di un'azienda privata che ha un contratto di assicurazione che prevede il riconoscimento di somme per invalidità permanente da malattia a partire da una percentuale > 25%: tuttavia in altri casi di toroidectomia hanno rifiutato la richiesta di rimborso, poichè il medico dell'assicurazione l'ha valutata < 25% pur trattandosi di carcinoma; vorrei tutelarmi in anticipo: nel caso in cui la ASL riconosca una percentuale superiore, l'assicurazione può invece valutare che sia inferiore? Come mi conviene muovermi, sapendo che in alcuni casi hanno rifiutato l'erogazione in quanto prescritta, argomentando che fa fede la data della diagnosi e non dell'intervento (ma è corretto?)
Grazie, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Egr. Utente 106226,
le consiglio di informarci sulle conseguenze al termine dell'intervento (emitiroidectomia? preservazione delle paratiroidi? durata della terapia?).
Sulla scorta del danno residuato Lei potrà:
1) presentare domanda di invalidità civile all'asur competente;
2) presentare domanda per assegno ordinario di invalidità inps.
Le conviene attivarsi nel periodo post-intervento ma di informarsi nei distretti sanitari territoriali per ulteriori informazioni oppure in una struttura di patronato capace.
In merito alla polizza malattia occorre anche in questo caso valutare il danno residuato; in questo caso le consiglio, al termine delle terapie, di chiedere un consulto con uno specialista in medicina legale della sua città.

Cordiali Saluti,

Andrea dott. Mancini
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni