Utente 322XXX
Sono la mamma di Carlotta una ragazzina di 14 anni che ha una glomerulosclerosi focale segmentale diagnosticata da circa un anno. All'ultimo controllo del 24/05 la creatinina era di 1.95 mg/dl e la proteinuria circa 1.80 g/24h.
Il nefrologo,per fare un tentativo,ci ha proposto la plasmaforesi visto che mia figlia è già in terapia con micofenolato, ace-inibitore e sartano. Vorrei avere un consiglio. Grazie per un eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Marino Ganadu

24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gent.le signora,
intanto devo dirle che lei e' sicuramente in buone mani e percio' deve avere fiducia. La malattia di sua figlia non e' purtroppo fra quelle di piu' facile risoluzione. Per questo i medici le propongono anche la Plasmaferesi, per cercare di ottenere quella remissione che ne' con gli steroidi, che credo presumo abbia gia' fatto, ne' con il micofenolato si e' completamente ottenuta. Tuttavia il dato della proteinuria e' da considerarsi buono, devo immaginare che prima era molto piu' elevata. Evidentemente ai farmaci ha risposto in modo egregio. I medici non vogliono tralasciare la possibilita' offerta dalla plasmaferesi.Diversi studi ed esperienze documentano che la plasmaferesi puo' dare una ulteriore mano e poi non presenta particolari rischi.
Cordiali saluti.

[#2] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi

24% attività
4% attualità
12% socialità
CARPI (MO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
la GSF è una malattia difficile contro la quale vengono utilizzati diversi approcci, fra cui anche la plasmaferesi, che ritengo giustificata soprattutto perchè la funzione renale è ridotta in modo significativo.
Se la plasmaferesi è soltanto sottrattiva (non viene infuso plasma, ma soltanto albumina)bisogna sorvegliare attentamente la coagulazione (fibrinogeno) e le immunoglobuline (difesa dalle infezioni).
Un altro particolare non trascurabile è l'accesso vascolare: meglio una giugulare tunnellizzata rispetto alla succlavia.
Distinti saluti,
Decenzio Bonucchi.
Decenzio Bonucchi, Nefrologo
Carpi

[#3] dopo  
Dr. Massimo Gai

24% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ALASSIO (SV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2000
Cara signora,
come le è già stato detto questo tipo di malattia ha un andamento che tende a cronicizzarsi e che spesso richiede periodici controlli e lunghe cure che spesso devono essere modificate nel tempo.
La plasmaferesi può essere una alternativa e può essere provata là dove le altre medicine tendono a non funzionare più. Tenga presente che i farmaci che sua figlia sta assumendo in questo momento sono già molto importanti per cercare di controllare la malattia.

Saluti

Massimo Gai
Dott. Massimo Gai
Medico-Chirurgo
Specialista in Nefrologia
SCU Nefrologia

[#4] dopo  
Dr. Roberto Novelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
MESTRE (VE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Gentile signora
la scelta della plasmaferesi come trattamento per la GNF mi pare valida, in considerazione della ridotta risposta al trattamento precedente con steroidi ed immunosoppressori,pur con valori di proteinuria per il tipo di patologia buoni,anche in considerazione dei bassi rischi che tale metodica comporta.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 322XXX

Grazie di cuore dei Vostri consigli. E'molto importante per me sapere che mia figlia può avere anche solo una piccola speranza di rallentare il più possibile il progredire della malattia.