Vaccino covid e malattie autoimmuni

Salve,
Sono affetta da malattia immunologica: glomerulonefrite membranoproliferativa ormai, grazie a Dio, in remissione da anni.


Il mio quesito è questo: può il vaccino anti covid riattivare la mia malattia agendo in modo non sicuro sul sistema immunitario?


Ieri ho fatto la 1 dose di Moderna.



In attesa di una Vostra risposta
[#1]
Dr. Ennio Duranti Nefrologo 12
I vaccini in genere vengono consigliati anche durante i periodi in cui i pazienti affetti da glomerulonefriti di qualsiasi tipo sono sottoposti a terapie immunosuppressive di vario tipo. Ovviamente si consiglia di non vaccinarsi nei giorni immediatamente successivi a terapie endovenose immunosuppressive con alti dosaggi, per evitare di annullare l'effetto immunostimolante del vaccino. Ma dopo una decina di giorni si può iniziare il ciclo vaccinale. Stesso argomento vale anche per i soggetti trapiantati. Tutto questo perché i rischi legati all'infezione virale sono molto elevati in pazienti affetti da patologie renali di qualsiasi tipo.

Dr. ennio duranti

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dottore.
Quindi non si corre il rischio di una possibile riattivazione della malattia? Possiamo stare tranquilli e completare il ciclo vaccinale?
Ci scusi, ma purtroppo il periodo che stiamo vivendo a livello mondiale ci ha un po' destabilizzato e le preoccupazioni ci sono.....
[#3]
Dr. Ennio Duranti Nefrologo 12
Anche perché se, come afferma, la sua glomerulonefrite è in remissione completa, lei è da considerare soggetto normale. Fermo restando che tutte le patologie renali sono comunque una indicazione alla vaccinazione.

Dr. ennio duranti

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore.
Mi scusi ma la preoccupazione c'è sempre!

Non ha però risposto alla mia domanda.. nel senso, può il vaccino (Moderna) che ho fatto riattivare la mia malattia?
[#5]
Dr. Ennio Duranti Nefrologo 12
Premesso che in medicina non esistono quasi mai risposte assolute. Premesso che i meccanismi immunogici delle glomerulonefriti sono spesso imprevedibili e legati alle cause più strane. Premesso però che la sua glomerulonefrite come da lei affermato è in totale remissione, si può dire con un certo grado di sicurezza che il vaccino non stimoli nessuna recidiva. Al contrario l'infezione da Covid potrebbe avere un effetto negativo sul rene fino a riattivare la stessa glomerulonefrite. Quindi considerando il rapporto rischio /beneficio, la condizione è sicuramente in favore del vaccino.

Dr. ennio duranti

[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore...
Ne approfitto per chiederle ulteriori info: so benissimo che a riguardo della situazione pandemica sappiamo tutti ben poco, ma con questi vaccini si sta creando una propaganda sfavorevole: la gente dice che sono pericolosi, che stanno sperimentando su di noi.. Lei cosa ne pensa a riguardo?
Io, personalmente, ho fatto la 1 dose di moderna ma sono fortemente in ansia nel fare la seconda...
[#7]
Dr. Ennio Duranti Nefrologo 12
Sicuramente anziani ottuagenari e soggetti a rischio devono essere vaccinati, perché il rischio Covid è superiore al rischio vaccino. Giovani e non più giovani in buone condizioni di salute è un punto interrogativo e ognuno deve comportarsi secondo coscienza e proprie convinzioni. Più di così non posso dire.

Dr. ennio duranti

[#8]
dopo
Utente
Utente
Io non vorrei farla la 2 dose di Moderna.. ho un po' paura. In questi ultimi giorni se ne stanno dicendo tante riguardo al piano vaccinale
[#9]
Dr. Ennio Duranti Nefrologo 12
Purtroppo ormai tutti parlano, anzi sparlano di medicina, ma relativamente ad ambiti di numeri e di statistiche tirate per ogni dove. Resta però il fatto che le complicanze renali da Covid, di cui nessuno parla, portano spesso alla dialisi in sala Rianimazione, con evoluzione fatale nella maggioranza dei casi colpiti. Quindi il rischio connesso al virus supera di gran lunga, come già detto in precedenza, il rischio legato alle possibili complicanze secondarie al richiamo del vaccino.

Dr. ennio duranti

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dottore, la ringrazio.
Ma che differenza c'è tra il pfizer e il moderna?

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio