Emorragia cerebrale

Il paziente colpito da emorragia è un uomo nato nel 1947, iperteso (seguiva una terapia regolarmente) e iperglicemico ( prendeva sporadicamente la metformina da 500) e prendeva anche la cardioaspirina.
Lo scorso 15 febbraio è stato ricoverato in rianimazione con la diagnosi di emorragia cerebrale, sottoposto a coma farmacologico ,e intubato. Al momento del ricovero presentava i seguenti sintomi : assenza di conoscenza ,iperglicemico (circa 500 ) emilato destro paralizzato.
Nel corso dei giorni è subentrata anche la febbre (38-39) la glicemia invece non è stata stabile si susseguivano picchi tra i 400 e i 200.
È stato trattato con antibiotici , glicemia e farmaci per ridurre l’edema. Ha effettuato diverse tac e una risonanza magnetica.
Dopo 20 giorni hanno sospeso i sedativi ,e ha ripreso a respirare autonomamente, ma non si è mai svegliato del tutto, alternando momenti di lucidità(dove rispondeva agli stimoli di dolore ) a stati di prae coma.
Dopo 10 giorni è stato trasferito in un centro di neuroriabilitazione .
Al momento del nuovo ricovero il paziente è giunto con febbre (39) e in arresto cardiocircolatorio.
Dopo aver fatto varie indagini è emerso : -broncopolmonite, iperglicemia (200-300) diverse piaghe , setticemia, e infezione da pseudomonas
Vi riporto il referto dell’ultima tac effettuata 25 giorni dopo l’emorragia ( purtroppo non ho il referto delle precedenti ma i dottori dicono che non è cambiata di molto)
ESAME ESEGUITO COME CONTROLLO IN PAZIENTE CON ANAMNESTICO DI EMORRAGIA CEREBRALE.IN SEDE TALAMICA A SINISTRA SI CONFERMA LA LESIONE DI TIPO EMORRAGICO IN FASE EVOLUTIVO CON RILIEVO DI EDEMA PERILESIONALE CHE TENDE A COMPRIMERE LE STRUTTURE NUCLEO-CAPSULARI OMOLATERALI E CAUDALMENTE IL MESENCEFALO CON L'OBLITERAZIONE E DELLO SPAZIO SUB ARACNOIDEO ADIACENTE. LA PARETE DEL DEL TERZO VENTRICOLO è IMPRONTATA CON MODESTA DEVIAZIONE SULLA LINEA MEDIA A QUEL LIVELLO. I VENTRICOLI LATERALI SONO IN ASSE è NORMODIMENSIONATI ECCETTO PER UNA MODESTIA IMPRONTA DELLE LESIONE SUL VENTRICOLO LATERALE DI SINISTRA AL PASSAGGIO DELLA CELLA MEDIA CON IL CORNO OCCIPITALE. SI RILEVA MODESTO STRAVASO EMATICO A LIVELLO DEI CORNI OCCIPITALI DI MAGGIORE ENTITà A DESTRA. NON ALTRE LESIONI ATTIVE A CARICO DEL RESTANTE TESSUTO CEREBRALE. NEI LIMITI E DETERSO L'ACQUEDOTTO DI SILVIO ,IL IV VENTRICOLO E LE CISTENE DELLA BASE CRANICA. LIEVE AMPLIAMENTO DEGLI SPAZI PERILIQUORALI PERIENCEFALI. secondo voi può essere operato?
sta praticando la seguente terapia endovena (lui non si alimenta da solo) : manitolo , insulina e altri antibiotici.
se vi occorrono le immagini posso inviarle, vi ringrazio in anticipo.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Si tratta verosimilmente di una emorragia spontanea dei nuclei della base encefalica (talamo)e quindi solitamente a non indicazione chirurgica.
Questi ematomi si riassorbono spontaneamente nel tempo, ma purtroppo possono danneggiare alcune funzioni cerebrali.
Lo stato di coma solitamente è reversibile. Il rischio è un nuovo risanguinamento più esteso e più grave.
Inviare le immagini non apporterebbe nessun parere diverso da quello qui espresso, e tanto meno una indicazione terapeutica chirurgica o no.
Tali decisioni eventualmente vanno prese seguendo il paziente da vicino con le terapie farmacologiche idonee, come ritengo siano quelle in corso.
In modo solo intuitivo, credo che possa avere,nel tempo, un buon recupero.
Cordialmente e auguri per il paziente.
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per aver risposto in così breve tempo.
La sua consulenza è stata utilissima.
[#3]
dopo
Utente
Utente
buonasera, vorrei un informazione ,il paziente sopra citato ,ha iniziato la terapia riabilitativa ,e sta recuperando l'uso degli arti, anche la tac rivela dei miglioramenti.
Soltando ci sono dei disturbi della memoria , ha difficoltà nel riconoscere le persone , e ha diversi disturbi cognitivi , come confondere porta con finestra , secondo Lei sono disturbi momentanei? ( mi rendo conto della "difficoltà" della domanda , non avendo il paziente vicino è difficile valutarlo....)
La ringrazio in anticipo.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa