Come muoversi per capire chi sono i migliori specialisti in neurochirurgia mini-invasiva del rachide

Buongiorno,

Mi chiamo fabio, ho 40 anni e sono sempre stato uno sportivo con qualche problema alla schiena. In questo anno però la situazione è andata peggiorando e ora mi ritrovo con due ernie importanti, una a livello cervicale, e l'altra a livello lombare con disidratazione totale del disco l5/s1.

Sono già andato da un apparentemente bravo neurochirurgo che dopo accurata visite con relativi esami ha affermato che il mio quadro è piuttosto complesso. Non voglio star qui a discutere del problema, sarebbe impensabile senza esami davanti...ciò che invece mi preoocupa è che la soluzione non pare di tipo matematico ed è per questo che scrivo qua.

Mi piacerebbe infatti, sono del nord italia, poter consultare altri specialisti ma non so come discernere tra "luminari", "interventisti" e chi magari lo farà per soldi.

Avete consigli?

Avevo inoltre pensato di effettuare consulto con due o piu neurochirurghi affinche discutessero insieme del mio caso...essere valutato da un'equipe credo sia meglio che essere valutato da un dottor solo non trattandosi di scienza esatta??!!

Ma rimane il problema di a chi rivolgersi!!

Sono davvero preoccupato: vorrei riprendere a fare sport come facevo prima ma da quello che si sente in giro molte persone operate alla schiena hanno avuto ricadute,e in altri casi la scelta di come intevenire, per esempio con protesi è apparsa sbagliata....

insomma sò che ci sono divversi rischi per cui preferirei fare di tutto per evitarmi scocciature il piu possibile


Attendo consigli
Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se dovessi rispondere alla domanda che è il titolo del consulto, sarei tentato di risponderLe: < Si faccia operare da 3.4 o più neurochirurghi e poi decida quale sarà stato il migliore.>
Non è questa la mia risposta, ma è ovvio che, anche stilando una classifica, essa potrebbe non corrispondere alla realtà.

Allora la soluzione potrebbe essere questa:
Convochi tre, quattro o più neurochirurghi che, in Sua presenza, discuteranno qual'è la soluzione terapeitica migliore.
Direi anche di aggiungere un Fisiatra, un Ortopedico e magari qualche altro specialista.
Ovviamente l'onere delle parcelle e delle spese sarebbe a Suo carico.

Egr. signore, posso comprendere che può essere difficile la scelta di affidarsi a un medico piuttosto che ad un altro, ma Lei cosa fa prima di prendere un aereo? Chiede alle diverse Compagnie di indicarLe il pilota migliore?

Non so e non posso dare delle indicazioni in questo senso. Di solito la fiducia nasce in modo spontaneo, spesso può essere mal riposta, ma il più delle volte ci si azzecca.
Veda un pò Lei.

Con cordialità ed auguri (non solo per queste Festività)
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

Intanto ricambio gli auguri e la ringrazio per la risposta!

Comunque:

senza nessun sarcasmo ogni tanto mi aggiorno sulle classifiche pubbliche delle compagnie aeree più sicure...trovo molto giuste queste classifiche perché credo stimolino i competitor a fare meglio...e così sarebbe fra i medici se ci fossero delle commissioni di supervisori per valutare il risultato degli interventi anche a lungo termine.

Per quanto riguarda il discorso sulla fiducia, affidare il mio quadro clinico ad un " ...il più delle volte ci si azzecca " inserito in un ambito come è o dovrebbe essere quello della chirurgia , francamente mi lascia davvero stupito.

Capisco anche che a volte venga facile liquidare una questione facendo apparire, ovviamente non intenzionalmente, e la richiesta di un utente fuori luogo per non dire assurda con qualche metafora...

....sinceramente non credo proprio ci sia nulla di assurdo nella richiesta di muoversi il più cautamente e razionalmente possibile nei confronti di un problema che purtroppo mi trovo ad affrontare e che potrebbe segnare il mio futuro

Per cui tornando alla parte della sua risposta che mi interessa, sperando che non ci fosse dell'ironia, le chiederei cortesemente di indicarmi come eventualmente procedere per convocare più di un neurochirurgo ed eventualmente un fisiatra ovviamente facenti parte dello stesso istituto.

Ben consapevole che cosi non otterrò delle certezze, di certo avrò meno rimpianti nel caso le cose non dovessero andare come dovrebbero.

Grazie
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Il mio <più delle volte ci si azzecca> era inteso nel senso che la prima impressione che un paziente ha con il medico che incontra per la prima volta, può essere quella giusta.

Lei può chiedere il consulto a più specialisti nei modi e termini che desidera.
Contatti un neurochirurgo chiedendo anche la presenza di un fisiatra. Non credo ci saranno problemi.



[#4]
dopo
Utente
Utente
Ringraziandola della risposta secondo me varrebbe la pena precisare che in ambito medico, ma non solo, la fiducia suscitata da un dottore potrebbe semplicemente dipendere dal carisma e/o dalla sicurezza che il dottore trasmette, essere cioè una sua dote; questo può certamente essere un indicatore della personalità del medico e indirettamente delle sue competenze ma di certo non è sufficiente.

... il fattore "umanità" in parte responsabile della fiducia è sempre ben gradito ( figuriamoci quindi in un medico!), ma non bisogna confondere la capacità di relazionarsi di un medico con le reali competenze. Purtroppo mi è capitato di vedere medici dire ai pazienti quello che volevano sentirsi dire, " giocare" con il fattore malattia del paziente, insomma talvolta li ho scoperti più psicologi che dottori, e se da un lato questo ci può anche stare a seconda del paziente e dell'onestà del medico, dall'altro nel caso di medico di "dubbio valore" potrebbe essere rischioso per un paziente fragile e sprovveduto e privo di qualsiasi competenza

ps
non mi metterei a cercare un'equipe per curare la varicella!

Comunque
Grazie ancora
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Caro signore,
credo che le Sue pretese non siano realizzabili facilmente.
Tenga presente che il corpo umano non è una macchina e il medico non è un meccanico.
Complicanze e fallimenti di una terapia si possono verificare nelle mani del migliore dei medici o dei chirurghi.
Come vorrebbe procedere ?
Riunire 10 equipe dei 10 ospedali più importanti d'Italia? O forse sarebbe meglio 20 , 10 italiane e 10 tedesche, ma se ne aggiunge 10 degli USA, forse troverà l'equipe di Suo gradimento.

Sinceramente non ho ancora ben capito cosa vorrebbe. Un attestato di qualità per ogni singolo medico? Rilasciato da chi?

Cordialmente

P.S.: Tenga presente che una varicella curata male espone a rischi anche maggiori di un intervento chirurgico.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa