Mdc in rm

Salve. Vorrei sapere una cosa. Sono una ragazza di 26 anni che per vari strani sintomi in tutto il corpo ha fatto una RM senza mdc per tutta tranquillità ( prescritta dal neurologo anche se la visita era negativa). Dalla RM senza mdc sono risultati dei focolai con scritto gliotici con il punto interrogativo. A questo punto il neurologo mi ha fatto fare una RM con mdc. Dopo di che mi hanno detto di stare tranquilla. Ma non ho capito molto bene: mi hanno detto che quei focolai ''gliotici'' erano datati. Ma non ho capito se l'mdc serve per vedere se quei focolai sono vecchi o meno o se serve invece per differenziarli dai focolai demielinizzanti ( che sarebbero in questo caso comunque inattivi). Serve per differenziare queste un situazioni o me l'hanno fatto fare solo per vedere se c'era un'infiammazione IN CORSO o meno??
Continuo ad avere ancora tutti i sintomi ( spasmi, problemi vista, formicolii).
Ringrazio chi risponderà.
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
I focolai gliotici sono aree di riparazione "cicatriziale" dove il tessuto nervoso originario ha subito sofferenza/lesione.
Il mdc è stato verosimilmente usato per stabilire il "timing" della lesione: vecchia nessun potenziamento del segnale, recente potenziamento del segnale dopo mdc.
Resta l'intessogativo principale: la causa?
Bene le cause possono essere molteplici:
ipertensione arteriosa,
emicrania,
cerebrovasculopatia,
malattie infiammatorie in esito,
ipossia notturno in caso di sindrome da apnee nel sonno,
coagulopatie tipo trombofilia,
ecc.
Ritengo indicata/necessaria una valutazione neurologica di persona ed eventuali esami qualora questi dovessero risultare indicati.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Certamente è stato usato per vedere quelle lesioni erano datate ma può servire anche per differenziare i focolai gliotici dai focolai demielinizzanti?? In più ho fatto già alcuni esami ma la causa non si è capita ( proteina S, proteina C, ecocardiogramma e pEv). Si possono escludere fattori sclerotici o altri fattori gravi??
La ringrazio.
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Un focolaio di gliosi è un focolaio di gliosi indipendentemente da quella che ne sia stata la causa.
Con questi dati: non posso fornirle una opinione seria inoltre sarebbe assolutamente scorreto se lo facessi.
I focolai di gliosi molto verosimilmente troveranno una spiegazione in una delle causa in precedenza elencate.
Compiti di chi la segue riuscire a determinare la causa e a prevenire un eventuale peggioramento.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Certo lei è molto corretto. Però vorrei solo qualche informazione ''tecnica'' in più. La gliosi e' un processo cicatriziale nel cervello a seguito di lesione. Nel mio caso e' una vecchia lesione perché l'mdc ha evidenziato ciò. Però non ho capito una cosa: una lesione che sfocia in gliosi e' differente da una situazione di focolai demielinizzanti inattivi? C'è differenza tra le tue cose e soprattutto si vede in una RM se un soggetto ha uno o l'altro?
Perché visti i miei sintomi ( fascicolazioni arti, fitte, vista alterata) nonostante abbia fatto i pEv ( negativi) mi restano svariati dubbi ''tecnici'' che ancora nessuno ( neurologo compreso) mi hanno fatto capire.
La ringrazio
[#5]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Nella affermazione "...un focolaio di gliosi è un focolaio di gliosi indipendentemente da quella che ne sia stata la causa..." sono implicite le risposte alle sue due domande: no alla prima domanda e no alla seconda domanda.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Quindi scusi se insisto.. Mi era stato detto che le situazioni erano differenti e che un buon occhio avrebbe saputo distinguere tra le due situazioni. A questo punto le chiedo: come faccio a sapere che quelle ''cicatrici'' non diventino col tempo focolai ATTIVI?? La mia paura e' che sia un processo sclerotico-degenerativo. In generale come si fa a vedere se quei focolai provocheranno ciò o se invece sono per esempio focolai con cui ci sono nata e quindi staranno così per sempre?
Un grazie infinito. Mi sta chiarendo finalmente ogni dubbio.
[#7]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Un focolaio di gliosi di vecchia data "fu" un focolaio attivo di sofferenza del tessuto cerebrale del quale allo stato non possiamo (solo in base alle immagini) conoscere la genesi. In quanto focolaio di gliosi (ovvero come lei dice "cicaatrice") non diverrà più attivo poichè la cicratice in generale è la espressione della avvenuta morte del tessuto originale.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Ecco!! Quindi per risalire alla causa come si può fare?? Soprattutto vista la mia giovane età. ( io per es ho fatto già proteina S, proteina C, accertamenti cardiaci e pEv). Tutti negativi. In particolare vorrei capire una cosa: per es chi ha un SM ha molti focolai gliotici ma come si riesce a differenziare una situazione come la mia da una malattia del genere dato che i focolai sono uguali?
La ringrazio nuovamente per la disponibilità.
[#9]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Perchè nel sospetto di SM:
1)la patologia si manifesta clinicamente con peggioramenti (poussè) progressive nel tempo e nello spazio (ovverosia con interessamento cioè defit di altra parti del corpo);
2)il numento di areole di gliosi aumenta ed in corso di nuova bouffè almeno uno o più di queste nuove presentantano un impregramento da mdc;
3)il paziente con SM è al 90% e oltre positivo per produzione di bande oligoclonani intratecali rilevabili con una rachicentesi (puntura lombare) e studio del liquor.
Questa è la triade per la diagnosi di SM: -clinica ingravescente nel tempo e nello spazio, -aumento delle aree alla RM encefalo-midollare ove in fase di aggravamento alcune mostrano potenziamento del segnale dopo mdc, -studio liquorale mediante rachicentesi e rilievo di bande oligloclonali.
Per quel che concerne le altre possibili causa di gliosi aspecifiche sicuro di aver eseguito tutti gli accertamenti afferenti all'elenco di cause formulato da chi le scrive al primo contatto. Ad una prima valutazione.

Verosimilmente le occorre "un secondo parere neurologico" di persona più edotto rispetto al precedente sull'argomento.

Cordialità.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Dopo aver visto la mia RM con mdc il neurologo mi ha liquidata con un '' non hai nulla'' abbiamo fatto l'mdc per eccesso di zelo. Ma io quei focolai li ho ( anche se sono vecchi) in più ho anche sintomi clinici in quanto mi sono fatta la RM perché avevo problemi di vista e fascicolazioni ( che ora sono aumentate, ovvero vanno e vengono).
Non voleva nemmeno farmi fare i pEv ma io ho voluto farli.
Allora le chiedo: nel mio caso, avendo fatto anche i pEv (negativi) ma non il liquor, come ha fatto il neurologo a dire che non è una SM?? Se dalla semplice RM con mdc la differenza tra focolai gliotici atipici e focolai gliotici che nascono un processo sclerotico non si vede??
La ringrazio nuovamente della disponibilità.
[#11]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Perdoni sinteticamente:
credo forse di aver scritto di sottoporsi all'esame del liqior mediante rachicentesi già programmata in quanto questo potrebbe fornirci informazioni importanti in un senso o in un altro.
Ho anche scritto, giacchè è evidente ad ogni contatto sempre più, la sua insoddisfazione verso colui/coloro che la sta/stanno seguendo come il consiglio sia "...le occorre "un secondo parere neurologico" di persona più edotta rispetto all'argomento del quale stiamo trattando...".

Pertanto a risentirci con i risultati della rachicentesi riportati in "virgolettato".

Cordialmente.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Il secondo parere lo ascolterò sicuramente. Ma lei crede che nonostante abbia fatto i pEv e la RM debba comunque fare questo altro esame??
E' l'unico che la può escludere?? Perché sono un po' spaventata ( sia dall'esame che da questa situazione).
Di solito se c'è un sospetto si fa questo esame ma il sospetto da cosa deriva?? Cioè tutte le persone giovani che hanno focolai gliotici poi devono fare la rachinocentesi?
Scusi se sono ripetitiva ma sono molto confusa ( vista anche la mia ignoranza in materia).
La ringrazio di nuovo infinitamente.
[#13]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Le persone giovani che hanno focolai di gliosi è indicato che si sottopongono ad un esame del liquor mediante rachicentesi se:

1)vi è un fodato sospetto di una SM ed il fondato sospetto di basa sul dato clinico-anamnestico ovverosia di diffusione e progressione di segni e sintomi neurologici nello spazio e nel tempo;

2)sono state escluse clinicamente e strumentalmente le altra cause possibili causa di gliosi encefalica circa le quali, sembra sia evidente, ripeterò l'elenco:
-ipertensione arteriosa,
-emicrania con o senz'aura visiva,
-cerebrovasculopatia,
-cardiopatie come FOP (forame ovale pervio) o DIA (difetto inter-atriale).
-esiti encefalici di pregresse malattie infiammatorie,
-ipossia notturna in caso di sindrome da apnee nel sonno,
-coagulopatie tipo trombofilia,
ecc.
[#14]
dopo
Utente
Utente
I miei medici a questo punto sono stati molto superficiali con me. Dunque diciamo che le altre cause sono state pressoché scartate anche se il neurologo e' convinto che io abbia questi focolai dalla nascita. Si può dirlo con certezza?
Inoltre anche i pEv possono essere importanti nella diagnosi di certe cose?? Io li ho fatti e sono negativi.
La ringrazio.
[#15]
dopo
Utente
Utente
Inoltre posso dirle i posti in cui sono localizzati?? Magari danno informazioni in più: sostanza bianca subcentrimetriche disposte nella circomvoluzione frontale media di sinistra e in zona precentrale a destra.
Può dire qualcosa in più??
Grazie ancora.
[#16]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
E' possibile che le areole di gliosi siano presenti dalla nascita a seguito di una sofferenza peri-natale.
[#17]
dopo
Utente
Utente
Secondo lei ( da esperto che ne vede tante) le aree gliotiche sono localizzate in zone tipiche di una SM??
La SM ha delle tipicità??
Grazie ancora.
[#18]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
La localizzazione tipica delle aree di gliosi post demielinizzazione nella SM è in regione periventricolare ovverosia in aree profonde dell'encefalo.
Quelle che lei cita "...sostanza bianca subcentrimetriche disposte nella circomvoluzione frontale media di sinistra e in zona precentrale a destra..." hanno una localizzazione più superficiale per nulla tipica.

Ora direi di rasserenarci un poco e di decidere di "seguire o meno, giacchè fortunatamente è dotata di libero arbitrio", il programma che i colleghi che la stanno seguendo hanno tracciato per il suo caso.

Comprenderà come non sia possibile trovare una risposta ad ogni domanda solamente via mail quando queste risposte non sono venute da parte di chi la segue direttamente.
Tutte le medesime domande che sta postando su questo Blog a frequenza crescente le ha già formulate ai colleghi che la hanno in cura?
[#19]
dopo
Utente
Utente
Si ma ho avuto più risposte soddisfacenti qui sinceramente. Chi mi ha in cura dice che devo stare tranquilla e basta ma io vorrei capirci qualcosa in più. Dunque un'ultima cosa con queste lesioni come ha detto lei superficiali quale potrebbe esserne la causa?
Grazie
[#20]
dopo
Utente
Utente
Dottore, sono in procinto di fare una nuova visita specialistica. E mi rendo conto anche della mia ansia. Purtroppo questa situazione crea molto disagio psichico perché da persona ignorante in materia capisco ben poco, secondo lei un bravo neurologo riuscirà ( dalle immagini) a capire se quei focolai furono demielinizzanti o se invece la causa fosse altra? Inoltre la sensazione di calore ( con brividi) alle gambe e' una cosa normale o secondo lei è associata a eri focolai??
Grazie ancora.
[#21]
dopo
Utente
Utente
Dottore scusi se la disturbo ancora ma ho visto il secondo neurologo. Rispetto al primo non ha scartato nulla ( solo sofferenza ischemica in quanto ho effettuato proteina S e proteina C) ma mi ha sconsigliato di fare la puntura lombare perché dice che è invasiva e dato che non ho sintomi clinici e' inutile. La visita e' negativa però mi ha detto che tra 6 mesi potrei ripetere la RM senza mdc. Vorrei sapere come mai mi ha detto di ripetere la RM tra 6 mesi. Se fosse qualcosa di degenerativo in 6 mesi si potrebbe osservare una ''evoluzione''??
La ringrazio nuovamente.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa