Vi copio l esito della rmn al rachide cervicale eseguitomi in data 13/11/18

Buongiorno Dottori
Vado al dunque e vi copio l esito della RMN al rachide cervicale eseguitomi in data 13/11/18.
Il midollo cervice dorsale presenta normale spessore e segnale.
Rettificata la lordosi fisiologica cervicale.
Modesti segni di disidratazione del disco intervertebrali C5-C6.
Minima salienza del disco intervertebrale a sinistra della linea mediana si rileva in C2-C3 che non riveste carattere patologico.
Nella norma l ampiezza del canale vertebrale e dei forami di coniugazione bilateralmente in tale sede.
A livello C5 - C6 si mette in evidenza ernia discale mediana con deformazione dello spazio perimidollare anteriore.
Conservata l ampiezza del canale vertebrale e dei forami di coniugazione bilateralmente in tale sede e nei restanti metameri cervico-dorsali esaminati.
Normale il segnale dei corpi vertebrali cervico-dorsali; spazi fiscali interrogativi conservati.
Detto questo i miei sintomi non sono né dolore al collo né a spalle né a schiena né a braccia.
Non ho nemmeno formicolii.
I miei sintomi sono muscoli pulsanti nella zona occipitale che si irradia come un cappuccio in testa e arriva fino agli occhi.
Vi chiedo è possibile che questi sintomi si riferiscano alla presenza erniale o non c entrano nulla?
Grazie mille in anticipo per le risposte.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
Gentile paziente,
la sintomatologia che lei riferisce non ha alcuna attinenza con il quadro diagnostico rilevato dalla Risonanza. Questa è appunto una diagnosi radiologica che non collima con la diagnosi clinica, relativa cioè al suo effettivo disturbo che consiste in una cefalea, verosimilmente di tipo tensivo. Ciò che occorre prendere in cura non è il reperto della risonanza ma il paziente con i suo reale problema. Le suggerisco di rivolgersi ad un Neurologo che saprà come indirizzare correttamente la terapia dei suoi sintomi.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille
Sono andata sia da un neurologo che in un centro cefalee. La cura che mi è stata data prevedeva 15 gocce di xanax e 5 di escitelopram. Prese per 3 mesi con nessun miglioramento.
Sinceramente non so più cosa fare perché ormai sono 4 mesi che mi porto questo fardello. E ammetto che mi sta condizionando parecchio la vita!
Aggiungo anche che ho fatto una RMN all' encefalo. Risultato completamente negativo.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
La descrizione del suo disturbo meriterebbe di essere approfondita per valutare un più attendibile orientamento diagnostico. Da come lo riferisce, non sarebbe infatti da escludere una forma nevritica relativa al nervo grande occipitale di Arnold, che va presa in considerazione quando la terapia per una forma di tipo tensivo non mostra efficacia. Ovviamente è solo un'ipotesi, che richiede un riscontro clinico diretto quale è impossibile in un consulto online.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno
Qui di seguito aggiornamento.
Ho fatto una visita dal neurochirurgo il quale mi ha diagnosticato cefalea tensiva ormai cronica perché costante da 3 mesi con nessun deficit neurologico.
La terapia consigliata è collarino senza mentoniera per 2 settimane 5 ore al giorno e BENTELAN 8mg per 6 giorni intramuscolo al mattino.
Ora la mia domanda è: perché non mi ha consigliato di calare il dosaggio al termine dei 6 giorni ma interruzione e basta?
E poi chiedo mi gonfierò tanto?
Ho fatto la prima puntura alle 10.30 e ora mi sento un Po in barca....è normale?
Grazie in anticipo
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
Attraverso i consulti online non è consentito esprimere pareri su terapie prescritte da altri sanitari.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio