Versamento liquor muscoli retrospinali

Buongiorno e complimenti. Ho subito 2 interventi per di artrodesi L4/L5S1 con 2 cage per una spondilolistesi L5 S1 (due perché la prima volta è una delle viti è fuoriuscita dalla sede) Purtroppo durante la seconda operazione, a causa di un aderenza che si era formata precedentemente, è stata bucata la dura madre il foro è stato riparato con un punto di sutura e della colla specifica, subito dopo l'operazione ho avuto nausea e vomito che mi è passato nel giro di poche ore Nei giorni seguenti bon ho avuto mal di testa o fotofobia solo un forte dolore al collo che si irradiava alle spalle, sono stata messa in piedi dopo 48 ore dell'operazione Già durante la degenza ho iniziato ad avere problemi al piede riuscivo a deambulare ma avevo dolore alla fascia esterna del polpaccio, alla caviglia, al dorso del piede e alle prime tre dita e problemi ad estendere a flettere le dita, quando sono tornata a casa questo dolore è aumentato fino a non farmi muovere più il le dita piede ho fatto risonanza ed ecco il referto "ai livelli L4 L5 S1, nel contesto di un sovvertimento anatomico e di segnale dei normali piani adiposi e miofasciali retrospinali, una raccolta fluida, di segnale simil liquorale che si fa strada verso la superficie fino al piano sottocutaneo in sede mediana" In effetti nel periodo precedente subito dopo essere tornata dall'ospedale avevo avuto dei mal di testa, il dottore mi ha fatto rimanere stesa e mi ha fatto bere molto poi mi ha drenato due siringhe da 20 cc di liquor con la certezza di averne levato gran parte, ho rifatto dopo una settimana la risonanza che riferiva "una riduzione della raccolta fluida solamente nella sua componente immediatamente sottocutanea, mentre rimaneva invariata la quantità è il segnale di fluido situato al di sotto dei fasci muscolari retrospinali" Il dottore era molto preoccupato, ma mi ha dato l'ok per andare in vacanza sono stata bene per 15 giorni ho avuto solo una grande sensazione di nausea che non mi lasciava quasi mai, tornata dalle vacanze ho avuto un episodio di mal di testa fortissimo con forte vomito durato una giornata intera, ho richiamato il mio chirurgo che si è preoccupato tanto e ha pensato anche di ricoverarmi subito per un'operazione Poi, pensando ad un caso isolato, ha preferito visitarmi e fare una nuova risonanza Dalla visita lui non ha sentito vicino alla cicatrice alcun versamento liquorale al tatto e la risonanza è risultata identica e precisa all'ultima che avevi fatto. Volevo chiedervi se secondo voi è una situazione in cui si deve intervenire chirurgicamente o posso stare tranquilla? Pensate che il foro della dura madre si possa considerare definitivamente chiuso? Per quanto riguarda il versamento liquorale può essere quello a causare il problema che ho al piede (ho notato che questo dolore si accentua verso il polpaccio ed il piede, ma parte dal gluteo)? Posso e attendere che questo versamento si riassorba da solo o potrebbe in qualche modo causare dei danni? Grazie.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
dal risultato della RM sembra che la raccolta liquorale ci sia ancora e, pur nei limiti della consulenza a distanza, credo che debba essere fatta un'ampia revisione chirurgica per riparare adeguatamente la fistola.
I disturbi che Lei riferisce al piede verosimilmente derivano da una sofferenza della radice nervosa corrispondente, la cui causa va indagata con accortezza.
Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buona sera Dott. Migliaccio,
Mi scusi ma allora io non ho capito bene. Avevo capito che, visto che la raccolta è sempre della stessa dimensione, la breccia nella sura fosse oramai chiusa ( altrimenti la raccolta sarebbe aumentata). Invece lei pensa sia ancora aperta? Il liquor che viene "perso" si raccoglie solo se il buco è ancora aperto, se fosse chiuso la.raccolta si sarebbe già riassorbita secondo lei? Io non ho particolari problemi se non qualche episodio di mal di testa ogni tanto. Mi scusi l'uso di termini impropri.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Come già detto, a distanza non è possibile fare una diagnosi di certezza.
Se è presente una sacca liquorale è possibile che sia ancora alimentata dalla fistola e i Suoi mal di testa lo confermerebbero. Non so dirle altro in assenza di una valutazione clinica diretta.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottor Migliaccio Volevo chiedere un'altra cosa c'è qualche modo per capire con sicurezza se esiste questa fistola liquorale e quindi il buco sulla dura è ancora aperto? Visto che io soffro di mal di testa non ho mai notato una differenza di dolore se stavo stesa o in ortostatismo Vivo quindi con questa spada di Damocle sulla testa ogni volta che sento un sintomo che potrebbe riferirsi a una perdita di liquorale mal di testa nausea rigidità nucale ho sempre paura che si tratti di quello D'altro canto non vorrei sottopormi ad una terza operazione in un anno e scoprire che il buco era già riparato ed ho subito tutto per nulla Nel caso la buco fosse chiuso la presenza di questa sacca liquorale nei muscoli paravertebrali retrospinali potrebbe creare delle problematiche o posso tranquillamente tenerla lì in attesa che si riassorba (sempre che lo faccia)?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dottor Migliaccio un'ultima cosa volevo dirle che io da giorno in cui sono stata dimessa dall'ospedale più di due mesi e mezzo fa sto prendendo integratori a base di bromelina acido alfa-lipoico e altri a base di tarassaco carciofo che dovrebbero avere anche un'azione da quanto ho capito drenante e antiedemigena volevo sapere se la raccolta liquorale nel caso il buco si fosse richiuso potrebbe riassorbirsi anche grazie a questi drenanti grazie mille
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se Lei avverte mal di testa nausea rigidità nucale è suggestivo pensare che ci sia ancora perdita di liquor
[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore le auguro una buona giornata.
[#8]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Anche a Lei

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa