x

x

Ozonoterapia discale

Buongiorno,

a causa di una cervicobrachialgia persistente sinistra, con anche acufene, il mio otorino mi ha mandato a fare una visita da un neurochirurgo.
Il motivo è che la RMN rileva una piccola protrusione c5-c6 a sinistra.


Il neurochirurgo mi ha proposto 10 sedute di ozonoterapia ecoguidata da fare in ambulatorio.
Mi ha detto che andrebbe ad agire direttamente sul disco per cercare di seccare la parte protrusa.


Guardando su internet e anche su questo sito, mi sembra che:

- Una ozonoterapia discale deve essere RX-TAC guidata, non fatta semplicemente in ambulatorio con solo un ecografo
- Che le sedute sono molte meno

Ho quindi dei dubbi e non nascondo la mia preoccupazione nel mettermi nelle mani di questo neurochirurgo.

Potreste aiutarmi a capire?


Grazie mille in anticipo
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6.3k 222 2
Personalmente non uso l'ozono. La descrizione di una "piccola" ernia C5-C6 andrebbe verificata (se vicina ad una radice nervosa, se i disturbi collimano con la protrusione...) clinicamente ed, eventualmente, strumentalmente (ad es. emg).
Una volta in possesso delle informazioni necessarie, si potrà darLe un parere.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dott. Della Corte per la sua risposta. Non mi è stata prescritta una elettromiografia. I miei disturbi, che ho elencato quando sono stato visitato, sono cervicobrachialgia ed acufene. Entrambi a a sinistra, stesso lato della protrusione. Ho questi problemi da 3 anni ed hanno peggiorato notevolmente la qualità della mia vita e la mia socialità. Non solo non faccio più nessuno sport ma anche una semplice passeggiata acuisce sia il dolore che l'acufene. Non sto parlando di dolori forti ma comunque sono dolori e fastidi cronici ormai.

Rimango peraltro coi miei dubbi ( e relativa ansia) se una ozonoterapia discale deve essere RX-TAC guidata, non fatta semplicemente in ambulatorio con un ecografo. In quel caso mi chiedo perchè il neurochirurgo che mi ha visitato afferma (anche in vari siti) di intervenire direttamente nel disco col solo ausilio di un ecografo e senza alcuna anestesia.

Non riesco veramente a capire se sono in buone mani o no e avrei un appuntamento il 26 agosto per la prima applicazione. Forse dovrei farmi visitare da un'altro neurochirurgo e sentire almeno un'altra campana

Sono abbastanza disperato e alla ricerca di consigli su come procedere. Ringrazio anticipatamente chiunque me ne voglia dare

Cordialmente
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6.3k 222 2
Se il Collega ha progettato di entrare nello spazio discale, a mio avviso, ha necessità di disporre di un amplificatore di brillanza (considerate le viciniori strutture "delicate" ed anche essenziali) ed eseguire il trattamento in sala operatoria, sia per la necessaria sterilità sia per l'assistenza di un Anestesista col compito di sedarLa.
Se l'idea è, invece, di infiltrare le radici nervose o, ai limiti, la regione epidurale, allora può limitarsi all'ecografo (o, addirittura, farne a meno).

P.S.: l'Otorino ha escluso una propria competenza specialistica sull'acufene?
Dia pure notizie.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille nuovamente. Ho fatto una RMN del tronco encefalico senza contrasto tre anni fa che era negativa.
L'otorino mi ha fatto fare i potenziali acustici evocati che segnalavano qualche problema periferico. Mi ha detto che le curve erano belle e di non preoccuparmi che non c'è nulla a livello del nervo acustico secondo lui.
Mi ha prescritto una tac cone beam delle rocche petrose e mastoidi che sto cercando di prenotare. Questo esame mi ha detto che me lo ha prescritto per famigliarità della otosclerosi
In sostanza credo che sinora pensi che l'origine non sia nell'orecchio.
Eppure il dolore io non lo sento solo a livello della spalla/schiena/collo. Se faccio una passeggiata, dopo mi fa anche male l'orecchio sinistro che sento anche ovattato.
Però io non sono un medico, posso solo descrivere i miei sintomi.
Cordialmente
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore, do mie notizie.

Ho fatto una visita neurochirurgica con un primario di un ospedale di Milano. Mi ha anche lui detto che in zona cervicale l'accesso è di fronte, altrimenti si attraversa il midollo. Quindi si deve fare in ospedale con TAC o amplificatore di brillanza.
Mi ha anche detto che, dalla risonanza, non vede nessun conflitto tra la piccola protrusione e le radici nervose. Non mi ha però dato una terapia. Si è limitato a dire che non vi è nulla di chirurgico e che è difficile capire l'origine della mia cervicobrachialgia con acufene.Mi ha detto: anche se io non sono molto favorevole, magari una ozonoterapia paravertebrale da un qualunque fisiatra la potresti fare per i suoi effetti antalgici. Tanto non ci vuole questa gran mano.

Ho richiamato il neurochirurgo precedente e parlato con la sua assistente. Mi ha ribadito che loro fanno ozono nel disco cervicale ecoguidata con accesso posteriore. Ho disdetto la seduta. Onestamente resta un mistero per me capire come facciano a fare quello che dicono e non mi sento sicuro a mettermi nelle loro mani

Ora però sono qui col mio dolore e non so cosa potrei fare. Qualche suggerimento su cosa potrei fare per proseguire nel mio tentativo di alleviare i miei dolori

Cordialmente
[#6]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6.3k 222 2
Guardi, io uso fare delle infiltrazioni all'intorno delle radici interessate (infiltrazioni periradicolari di cortisone retard), quando non vi è indicazione chirurgica. Di norma, il risultato è soddisfacente sulle algie (a proposito, l'ORL come si è espresso sulle vertigini?).
Se ha piacere, dia pure altre notizie.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,

non ho vertigini; l'ho detto all'otorino che mi segue. Lui non ha commentato sull'assenza di vertigini.
Il mio fastidio maggiore resta l'acufene. Però quando aumenta, aumenta anche il dolore a spalla collo a sinistra e orecchio sinistro
Credo che l'ORL stia attendendo che io faccia la tac delle rocche pertrose e mastoidi che alla fine sono riuscito a prenotare per fine settembre.
Dopo le recenti vicende mi ha detto comunque di fare ozonoterapia con un altro neurochirurgo, ma non ha saputo indicarmi un nome. Io gli ho chiesto cosa ne pensa delle infiltrazioni con cortisone e sto attendendo una sua risposta.

Cordialmente
[#8]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6.3k 222 2
OK, A risentirci.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#9]
dopo
Utente
Utente
Sakve, solo una domanda se possibile. Le infiltrazioni di cortisone all'intorno delle radici interessate possono essere fatte ambulatorialmente con accesso posteriore in zona cervicale? Grazie mille di nuovo per la disponibilità
[#10]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6.3k 222 2
Sì.
Saluti.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294