Utente
Buonasera, il 29 luglio ho accusato fin dal mattino formicolii al braccio sinistro e alla gamba sinistra, ho cercato di riattivare la circolazione per tutto il giorno con qualche esercizio, ma il malessere non mi hai mai definivamente abbandonato, finchè nel pomeriggio tardi in situazione di ansia e terrore o percepito che anche la guancia sinistra si stava addormentando, mentre il collo era rigido. Così sono corsa al pronto soccorso. Lì dopo avermi fatto la tac il neurologo mi diceva che secondo lui stavo attraversando un periodo altamente stressante, in quanto dalla tac non si evidenziava nulla, mi consigliava comunque una visita neurologica approfondita. Sono passate le vacanze e durante il mese di agosto, mentre ero all'estero sono stata bene. Al rientro a settembre già nei primi giorni di lavoro ho iniziato ad avere continue nausee e giramenti di testa ed a giorni alterni di nuovo parestesie al braccio sinistro e collo, sembre alla sinistra, rigido. Il medico allora mi ha prescritto una ecografia al collo, risultata negativa ( solo una kleggera infiammazione), un EEG effettuato settimana scorsa, non ho ancora il risultato ma la dottoressa dopo l'esame mi ha arssicurato dicendomi che il tracciato era ok, ed infine degli esami del sangue anche per valutare i valori della tiroide, che hanno evidenziato solo la mia ormai conosciuta anemia mediterranea, ma null'altro. Così ho deciso di effettuare una visita neurologica privatamente in quanto i tempi attraverso il sistema sanitario sonoestremamente lunghi. Oggi l'esito è questo:
EON:lucida. Pupille isocoriche e reagenti. CV. non deficit al cfr. MOE libera. Non deficit VII n.c. Lingua in asse. Barrè e Mingazzini II ben mantenuta. ROT simmetrici. SCP in flessione. Non deficit sensitivi ai 4 arti. Prove metriche correte. Romberg neg. Non Ny. Non soffi carotidei (tachicardia). Presenza di fine tremore posturale agli arti sup. Esame obbietivo nella norma ad eccezione della presenza di tremore posturale e tachicardia. Si consiglia esecuzione di NMR encefalo + mdc ed esami amatochimici inclusi folati, VIT b12,omocisteina.

Vorrei aggiungere che 3 anni fà ho iniziato a soffrire di attacchi di panico, con tachicardia, sudorazione, copogiri e sensazione di fame d'aria nei luoghi affollati e guidando da sola, ho seguito poi dei colloqui psicologici, per un anno, che mi hanno aiutato a capire l'origine delle mie paure e della mia insicurazza. Tutto sembrava essere passato o meglio ho anche cercato di evitare situazioni "compromettenti" a meno che non fosse indispensabile, e comunque mi facevo accopagnare da qualcuno. Ora mi sento tensa e sempre in asia, è da luglio che penso di avere un problema fisico, tutti i dottori mi hanno tranquillizzata dicendomi che era STRESS, ma oggi la neurologa mi consiglia altri esami. Sono confusa, non so che cosa pensare e non nascondo di aver paura. E se mi fossero tornati gli attacchi di panico sotto una nuova forma??? Ora nemmeno a casa mi sento più al sicuro.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

faccia gli accertamenti prescritti dalla neurologa e, se negativi come penso e spero, Le conviene effettuare una visita psichiatrica per definire meglio il Suo problema ed iniziare una terapia che possa liberarLa da questa situazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio, le farò sapere.

[#3] dopo  
Utente
Buona sera, in attesa di domani per prendere l'appuntamento per la risonanza, vorrei il suo parere sul referto che ho ritirato venerdì dell'EEG.
ATTIVITA' DOMINANTE: a 9 hz ben rappresentata simmetrica sui due emisferi, stabile.
ANOMALIE CHE NON FANNO PARTE DELL'ATTIVITA' DI FONDO: occasionale comparsa di un'attività theta interessanti i territori temporali dei due emisferi, senza una netta predilizione di alto.
REAZIONE D'ARRESTO: presente.
IPERVENTILAZIONE: non modifica le caratteristiche del tracciato
S.l.i.: non attivate
CONCLUSIONI: tracciato caratterizzato da modeste anomalie theta bi-temporali aspecifiche.

Sono un po' preoccupata, che cosa è l'attività theta? e cosa comportano le anomalie?
Spero che anche senza poterle mostrare il tracciato possa aiutarmi a capire.
Grazie

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'attività theta è un'attività lenta che non costituisce patologia quando non è persistente (e la Sua è occasionale) e quando è simmetrica in entambi gli emisferi come il Suo caso. Quindi La invito a stare tranquilla perchè il tracciato EEGrafico è nel complesso nella norma.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro