Utente 611XXX
Gentile Dottore, la ringrazio per la disponibilità e per il tempo dedicatomi nel rispondere alla mia richiesta di consulto.
Premetto di essere un ragazzo MOLTO ANSIOSO, e ogni nuovo sintomo o dolore mai avvertito prima mi mette in uno stato di grande tensione.
Lavoro come geometra in una ditta edile, per cui mi capita di lavorare all'aperto, specialmente negli ultimi giorni.
La mia richiesta di consulto riguarda un fastidio che avverto ormai da 3 giorni. Ho iniziato a sentire una sorta di peso, o se vogliamo chiamarlo fastidio, al vertice della testa iniziatomi martedi sera. Questo fastidio sembra spostarsi, perchè solitamente lo avverto più o meno al vertice della testa, a volte più indietro verso la nuca, a volte sulla nuca e a volte mi preme sopra un'occhio, solitamente il sx, altre volte mi prende anche lo zigono sempre sx; altre volte anche la parte dx. Questo senso, a volte è più fastidioso, altre volte invece lo avverto meno, però comunque mi accompagna per tutto il giorno.
Guardando in internet, è venuto fuori di tutto di più, tra cui quello che temo maggiormente, ossia il tumore al cervello. Ho notato però che la notte, non mi sembra di percepirlo, ossia riesco a riposare senza essere tenuto sveglio da questo; in compenso ci pensa l'ansia e la mia paura di avere qualcosa a tenermi sveglio.
Al mattino infatti non lo percepisco affatto, se non poco niente, o quando io vado alla ricerca del dolore, ossia vedo se se n'è andato oppure no.
Ieri leggendo in internet ho letto che anche le cervicali possono dare sei sintomi simili ai miei: infatti sento un po il collo indolenzito, ossia piegando la testa verso dietro sento un po di dolore, niente però di dolorosissimo. Poi quando giro la testa a dx o a sx sentro come un rumore si sabbia, come qualcosa che si strofina, tutte cose che non mi sono mai accorto di avere. Infatti al mattino solamente, sento i muscoli del collo, sotto la nuca un po tesi, poi nel corso della giornata mi passa.
Inoltre mi sono accorto che girando la testa bruscamente avverto un senso di disorientamento, niente di più, e poi neanche sempre. Ieri pomeriggio su consiglio di un mio collega mi sono preso una Neocibalgina, ma non mi ha portato nessun miglioramento.
Vista la mia natura molta ansiosa, anche perchè ho perso un'amico a causa di un tumore celebrale, mi sono recato dal medico di base spiegandogli senso di peso che avverto al vertice della testa e questo lieve dolore quando piego indietro la testa. Gli ho chiesto se poteva trattarsi di cervicali dato che magari in questi giorni ha fatto freddo, e lui mi ha detto che poteva essere un po di emicrania magari dovuta a un colpo di freddo. Così mi ha detto di provare a prendere un Nimesulide. Infatti dopo pranzo l'ho preso ma non ho avuto nessun benificio.
A questo punto volevo chiederle se questi miei sintomi possono essere collegati alle cervicali o dovute ad altro.
La ringrazio ancora per la Vs. disponibilità
In attesa di risposta porgo Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si potrebbe ipotizzare che i Suoi sintomi possano essere dovuti ad un problema cervicale ma l'ipotesi più probabile è che si tratti di una cefalea di tipo tensivo che può essere causata o da uno stato di ansia, di tensione, o da una contrattura muscolare a livello cervicale o nucale. Così si giustifica pure la non efficacia degli analgesici assunti.
Ma per una diagnosi corretta Le consiglio di consultare un neurologo.
Comunque non pensi a malattie gravi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 611XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la tempestiva risposta.
Inoltre volevo dirle che l'hanno scorso nel mese di Luglio sono andato ad effettuare una visita neurologica , in quanto erano 15 giorno che avvertivo una sorta di peso e sentivo pulsare sopra e intorno agli occhi e sulle tempie. Il risultato della visita è stata cefalea di tipo tensivo.
Da allora, ogni volta che percepivo quel tipo di dolore sapevo che era quel tipo di cefalea e non qualcos'altro; questa volta però questo dolore non l'ho mai percepito prima in vita mia. Siccome ho già avuto in passato fastidio alle cervicali e il dolore di pressione, di peso, che sentivo dietro la nuca o alla base del collo assomiglia a quello che avverto sulla testa, anche perchè, cercando di capire, sembra sia un dolore esterno, non interiorizzato.
Al mattino le cose vanno un po meglio, in quanto il fastidio è più intenso nella zona che va dalla nuca al collo. Poi però nel corso delle ore lo sento come abbandonare quel punto per spostarsi al vertice della nuca, poi ancora spostandosi al vertice della testa, e altre volte sulla fronte intorno e sopra ad un'occhio, e in tutti queste zone sembra aumentare di intensità e dopo un po magari si fa meno insistente.
Volevo inoltre dirvi, come ho detto l'hanno scorso al neurologo, che mia madre soffre spesso di forti emicranie, anche per una settimana di fila.
Non so se può esserle d'aiuto oppure no, fatto sta che alcune settimana fa avvertivo dei fastidi nelle zone dove li ho tutt'ora, solo che duravano pochi secondi e poi sparivano per tutta la giornata, o ripresentandosi nel pomeriggio; a voltre ripresentandosi 2-3 giorni dopo.
Ora starò a vedere ancora qualche giorno, anche perchè siamo nel weekend, e poi mi prenoterò una visita dal neurologo dell'anno scorso.
Mi scusi dottore, ma sono molto preoccupato per questa cosa, in quanto non sono abituato ad avere mal di testa, e neanche male alle cervicali.
La ringrazio per la disponibilità e il tempo dedicatomi.
In attesa di una sua risposta le porgo
Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come vede la diagnosi di cefalea tensiva un Collega neurologo l'aveva già formulata, per cui tale dolore s'inserisce su un soggetto già predisposto a tale problema. Il fatto che qualche caratteristica sia mutata non significa molto perchè ciò accade spesso nelle cefalee di tipo tensivo. Nonostante ciò è opportuno eseguire una nuova visita neurologica anche per tranquillità Sua. Le ripeto di non pensare a malattie gravi. Ha fatto terapie per il precedente episodio cefalalgico?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 611XXX

Gentile dottore mi scusi e la ringrazio per la sua disponibilità e pazienza.
Lo scorso anno il neurologo non mi ha prescritto nulla, e di la a poco il fastidio se n'è andato. Il fatto è che la scorsa volta mi era insorto in un momento di grande stress lavorativo; questa volta invece non ero stressato e neppure ansioso, beh almeno finchè non mi sono iniziati questi sintomi. Stamattina ad esempio mi sembra un po meglio, ossia momento il fastidio-dolore è localizzato nella parte più alta della nuca e non mi prende, per ora la parte alta della testa, anche se sento che non sono, diciamo normale, come al solito neanche li...ogni tanto sento sempre questa pressione intorno agli occhi e allo zigomo, pressione che mi capita di percepire in ambe due gli occhi e zigomi.
La prossima settimana vedrò di prenotare una visita dal neurologo, sperando che me la diano il prima possibile, così almeno mi metto tranquillo, cosa che a me risulta difficile in queste condizioni, infatti per dormire e per calmare un po la mia ansia prendo una decina di gocce di EN.
Dottore la ringrazio

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007

Ok, faccia la visita neurologica e mi faccia sapere, se vuole.
Intanto Le rinnovo l'invito a stare tranquillo e sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro