Sonno e disturbi

Da un paio di settimane quasi tutte le sere o spesso, mi capita che quando mi sto per addormentarmi nel dormiveglia mi risveglio, mentre mi accorgo che ho quei piccoli spaventi o scatti, mentre mi addormentavo mi mettevo a pensare o fare sogni a occhi aperti, nel dormiveglia facevo sogni onirici, con i risvegli improvvisi si confondono in più ad ogni risveglio mi sento confusa sentendomi come in altri ambienti e situazioni o percezione del tempo diverso, ecc. in più mia sorella ogni volta che ho questi risvegli improvvisi mi domanda cosa mi capita oppure mi parla mentre sto per addormentarmi e ho questi risvegli. Oltre a questo in questo periodo faccio degli incubi.

Queste cose mi accadevano qualche volta in passato. Avendo anche l'ansia ogni tanto.

Ci sono vari motivi che forse possono aver causato queste cose poiché è dal mese di maggio che ho avuto vari malanni tra cui l'ansia in tre periodi, l'allergia ai pollini con asma, e ora da una settimana una forte bronchite con difficoltà nel respirare, in più quando viene l'estate mi aumenta l'insonnia anche perché non riesco a dormire senza coperte e non riesco a prendere la posizione giusta.

Dal mese di maggio ho preso varie medicine per i vari disturbi, tra cui per una settimana fa ho finito di prendere le gocce per l'ansia (a basse dosi). In particolare gli incubi o questi disturbi del sonno ho iniziato ad averli da quando ho avuto la bronchite con la febbre per 3 giorni e quasi una settimana con la febbriciattola.
Questi disturbi del sonno mi disturbano molto, non so se dipendono dallo stress di questo periodo o dalle varie medicine che prendevo nelle ultime settimane poi aspirina,antibiotico, mucolitico (per la bronchite), prima prendevo antistaminico e spray per l'allergia, prima ancora gocce per l'ansia.

per ora per dormire prendo la camomilla solubile che mi fa venire subito sonno, ma con i risvegli improvvisi il sonno mi passa e ci vuole del tempo per riaddormentarmi. Però durante il giorno psicologicamente sto bene non ho ansia né sonno. Per adesso non ho preso le gocce per il sonno perché già prendevo altre medicine.

secondo voi è normale avere questi tipi di disturbi del sonno che sembrano più allucinazioni.


grazie per l'attenzione .


[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.8k 2.3k 21
Gentile Utente,

quale farmaco assumeva per l'ansia, a quali dosi e a quale ora l'assumeva. Per quanto tempo l'ha fatto e da quanto è stato sospeso, gradualmente o bruscamente?
Mi dia cortesemente queste informazioni per avere un quadro un pò più chiaro, grazie.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
Utente
Utente
Grazie per la risposta.

Le gocce che prendevo sono Xanax per l'ansia dovuti a stress provvisori o dall'asma causata dall'allergia.
a bassa dose,
-(per 5 giorni dal 5 al 9 maggio) 5 gocce la mattina e 5 la sera ore 23:00.
-dal 26 maggio al 6 giugno (5 gocce la sera).

le ho sospese gradualmente da 5 a 4/3/2 gocce.

l'ultima volta che le ho prese 10 giorni fa, sono 15 giorni che non ho l'ansia.

Quando non le assumevo più dormivo normalmente.

Queste gocce le ho prese l'estate scorsa per periodi di 2 settimane (al mese), a Luglio, agosto e settembre, quando mi veniva l'ansia forte.
L'ansia mi viene saltuariamente da 10 anni, in questi anni solo quando mi stresso, prima usavo altri ansiolitici. Ma Xanax è quello per me più leggero e meno effetti indesiderati.

Questi scatti e disturbi pseudo allucinazioni descritti nel precedente messaggio, li ho, credo, da quando ho avuto la febbre per la bronchite.

Ieri sera ho avuto solo uno scatto, ma mi sono addormentata subito e ho dormito bene tutta la notte.

Normalmente i scatti mi accadono in estate se mi addormento di lato (non sempre)ma ho la sensazione non fisica, che mi comprime il torace e ho lo scatto (non muscolare o altro) ma mi risveglio all'improvviso è come la sensazione che mi blocca il respiro. Invece in inverno se ci sono le coperte , fanno da ponte e mi trovo meglio.


[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.8k 2.3k 21
Gentile Utente,

effettivamente il dosagio era leggero, per un tempo limitato e con graduale sospensione. Le ho fatto quelle domande per escludere che il problema fosse dovuto alla brusca sospensione e dopo un lungo periodo di terapia.
Questo si può escludere. Dato che l'ultima notte è andata bene, Le consiglierei di aspettare un pò per vedere se il disturbo regredisce spontaneamente. Qualora non succedesse, ne parli al Suo medico curante per vedere se ritiene opportuno di effettuare un breve ciclo di ansiolitico a basse dosi in somministrazione soltanto serale. Mi pare di capire che questi problemi non si verificavano durante la terapia con Xanax.

Cordialmente
Asma

Cos'è l'asma? Quali esami fare per riconoscerla? Diffusione tra adulti e bambini, cause e correlazione con allergia e rinite, possibili cure e prevenzione.

Leggi tutto