x

x

La compressione,le aderenze o intrapolamento possono causare

Ho 33 anni.
Da più di una decina di anni soffro di vulvodinia e problemi urologici (minzioni frequenti,dolore pelvico).
Tutti gli esami sono negativi da sempre, tamponi,cistoscopie,pap test,biopsie vulvari,ecc….
Ho fatto infinite terapie tra cui anche laroxil e lyrica (quest’ultimo peggiorò i sintomi della vulvodinia ,una volta interrotto sono tornata alla “normalità).
Vorrei approfondire e fare delle indagini sul nervo pudendo ,leggo che la compressione,le aderenze o intrapolamento possono causare in alcuni casi sintomi come i miei.
Quali esami sono consigliabili per confermare/escludere questo problema?
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 99
Gentile signora,
è difficile capire perchè sia affetta da tali disturbi. Potrebbe eseguire una ecografia o una TAC pelvica e cercare di capire perchè ci dovrebbe essere una compressione sul n. pudendo.
Poi sarebbe utile una accurata anamnesi per cercare di risalire a qualche possibile causa.
Cordialmente

Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
giovannimigliaccio@medicitalia.it
https://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio/
giovannimigliaccio@tiscali.it
[#2]
dopo
Attivo dal 2007 al 2008
Ex utente
Grazie Dottore Migliaccio.
ma per capire se c'è compressione del nervo non è indicata un'ellettromiografia?
si può capire anche tramite una Tac?
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 99
Si certo anche una EMG che segnala una alterata conduzione nervosa, ma una eventuale compressione alivello pelvico viene evidenziata con un esame radiologico.
Poi come Le dicevo è importante l'anamnesi|

Cordialmente

dr.G.Migliaccio
[#4]
dopo
Attivo dal 2007 al 2008
Ex utente

c'è un centro ospedaliero specializzato nella nevralgia del pudendo a pavia?
Grazie
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 99
Tutti i Centri che si occupano di Neurologia/Neurochirurgia possono trattare il Suo caso. Non esiste ovviamente chi si occupa delle affezioni che riguardano solo il nervo pudendo.
Una domanda che non Le ho ancora fatto: ha avuto in passato traumi in sede sacrale e del coccige o interventi chirurgici in sede pelvica?

Sempre Cordialmente
Dr.G.Migliaccio
[#6]
dopo
Attivo dal 2007 al 2008
Ex utente
interventi chirurgici mai....
a parte la vulvodinia e la vescica mai avuto problemi....
se per traumi intende cadute per esempio da scale o incidenti mai....
Grazie Dottore
[#7]
Dr. Pierpaolo Romani Neurologo 22 1 6
Da quello che leggo lei non ha mai eseguito una valutazione neurologico-neurofisiologica per escludere la presenza di compressioni nervose o patologie neurologiche sottostanti.
Le consiglio questo tipo di valutazione ed anche una visita proctologica con eventuale ecografia perineale o trans-rettale.
Se vuole avere ulteriori informazioni sulle indagini eseguibili e sulle soluzioni terapeutiche consulti il sito della nostra Azienda Ospedaliera dove opera da 5 anni un gruppo polispecialistico per le malattie del pavimento pelvico ed i disturbi uro-fecali: il prospetto del gruppo di studio di perineologia dell’ASL4 Chiavarese ed i riferimenti per i contatti con tutte le informazioni cliniche disponibili sono consultabili sul sito: (http://www.asl4.liguria.it , poi ciccare su Servizi per il cittadino-Ospedale, Sezioni-Elenco strutture, Neurologia-diagnostica neurofisiologica sfinterica e perineale).

Dott. Pierpaolo Romani – Dirigente Neurologia Ospedale di Lavagna – S.S. Neurofisiopatologia.

Dott. Pierpaolo Romani Dirigente Neurologia Ospedale di Lavagna

La vulvodinia è una patologie che colpisce la vulva, si manifesta con costante bruciore, secchezza e sintomi dolorosi che compromettono la vita sessuale.

Leggi tutto