Attivo dal 2011 al 2011
Buonasera, ho 39 anni e da una settimana sono riapparsi dei sintomi che avevo avuto già in precedenza, precisamente nel 2009. All'epoca avevo fatto tutto gli accertamenti necessari: visita otorino, analisi del sangue, visita neurologica e risonanza magnetica brano con MDC, questo il referto datato 22/01/2009: Non sono presenti aree di alterato segnale nè enhancement patologici sia in sede sotto che sopratentoriale. Non alterazioni morfologiche o di di segnale a carico dei pacchetti acustico - faciali bilateralmente. Il sistema ventricolare è normale per dimensioni con modesta asimmetria dei ventricoli laterali per prevalenza destra; la linea mediana è in asse. Ampliati gli spazi liquorali dell'alta convessità encefalica. Flogosi sinusale frontale a destra.
Dopo aver accertato l'inesistenza di patologie fisiche la sintomatologia era piano piano scomparsa da sola.
Ora invece è già una settimana che sto di nuovo male: sensazione continua sia in piedi che da seduta di giramenti di testa (pero' soggettiva nel senso che non vedo ruotare gli oggetti intorno a me) sensazione continua di sbandamento quando cammino e sensazione di testa vuota, difficile da spiegare ma molto molto fastidiosa, inoltre a volte ho le gambe deboli e tremolanti.
Faccio presente che sono in cura dal 30/06/2011 per una depressione ansiosa con delirio ipocondriaco, cura che è stata aumentata di dosaggio perchè ho avuto una recente ricaduta, i farmaci che assumo sono i seguenti:
SEREUPIN 20 mattino e sera
NEURONTIN 400 mattino pranzo e sera
RIVOLTRIL 2,5 7 gocce mattino e 7 gocce sera
SURMONTIL 25 sera
(effetti collaterali: eccessiva sonnolenza e problemi di messa a fuoco visiva soprattutto con rivotril).
Appettito regolare e sonno regolare.
Secondo il suo parere da cosa possono essere dati questi diturbi di capogiri e sbandamenti che provo, a volte quando cammino ho perfino la sensazione di sentirmi tendere vestro destra .... opure di camminare non perfettamente dritta; non è facile spiegare la sensazione che provo so solo che è invalidante e fastidiosa.
Oltre a una sua ipotesi crede che dovrei rifare una visita neurologica e un altra risonanza ??
Grazie per la risposta, tanti saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

un'ipotesi possibile è quella dell'origine ansiosa dei disturbi che descrive. Considerato che è appena 10 giorni che ha iniziato la terapia, aspetterei almeno un mese per vedere se la sintomatologia regredisce.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
Scusate se disturbo nuovamente, ma i miei disturbi non sono ancora spariti.
Gli effetti collaterali della cura che sto facendo piano piano sono spariti (sonnolenza, visione offuscata ecc.)
Anche l'umore in questi ultimi giorni sembra piano piano risollevarsi, sono piu' energetica, lavoro molto piu' tranquillamente, dormo e mangio con regolarità.
Purtroppo sono sempre in attesa che mi chiamino per il ricovero alla clinica "Ville di Nozzano" ma ancora il telefono non ha squillato ... so' che i tempi di attesa sono un po' lunghi ma anche questo "attendere" un po' mi infastidisce.
Comunque scrivo perchè ho ancora continuamente la sensazione che mi giri la testa, come avevo spiegato nel precente post, questo mi succede sia che io sia seduta sia che io stia in piedi.
A questo punto non sò bene cosa fare, io non sto bene e forse è meglio che faccia qualche accertamento.
Cosa mi consigliate ?
Cosa potrebbe essere questa sensazione fastidiosa di sbandamento, testa vuota ......
Grazie ancora, saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli effetti collaterali sono quasi scomparsi e s'incominciano a vedere, come Lei stessa scrive, i primi benefici della terapia. Il mio consiglio è di attendere ancora qualche settimana per dare tempo alla terapia di esercitare i suoi effetti. I miglioramenti sono graduali.
Nel caso in cui dopo circa 6-8 settimane di terapia non avesse benefici circa la sintomatologia vertiginosa può prendere in considerazione una visita otorino ed una neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
Grazie tanto Dottor Ferraloro,
mi ha tranquilizzata.
Buona serata.

[#5] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
Buonasera, sono nuovamente io, avrei bisogno di un parere. Oggi è esattamente un mese che sto facendo la cura che mi ha prescritto il psichiatra. Ieri l'ho sentito per telefono e gli ho spiegato che la situazione piano piano stà migliorando, per esempio controllo molto di piu' le mie paure ipocondriache e anche l'umore piano piano sta risalendo anche se ancora altalenante. Bene lui allora mi ha detto che a questo punto potremmo evitare il ricovero presso le Ville di Nozzano e continuare la cura tranquillamente a casa per poi risentirci fra un paio di settimane.
Ora sono un po' confusa ed indecisa, che faccio chiamo la clinica e disdico la prenotazione oppure vado ugualmente ?
Sto migliorando ma non sono ancora completamento "a posto". per esempio oggi è tutto il giorno che ho i miei giramenti di testa, faccio finta di niente, li sopporto anche se non si sta affatto bene con queste vertigini soggettive!!!
A volte ho paura che non troverò mai una soluzione a questo mio problema (avevo 20 anni la prima volta che ho preso un antidepressivo e ora ne ho quasi 40!!!)
E poi mi provoca fastidio anche prendere sempre così tanti farmaci , non li prendo volentieri non piu'.
Scusi lo sfogo.
La saluto cordialmente.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se gradualmente incomincia a vedere i benefici della terapia che sta praticando potrebbe stare più tranquilla e seguire l'indicazione dello psichiatra che La segue, nel senso di rinunciare al ricovero, così come Le è stato suggerito.
Non abbia fretta perchè queste sono terapie lunghe nel tempo.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro