Utente
una mia amica è in coma farmacologico da 4 giorni in seguito ad un incidente stradale, ha riportato un trauma cranico e un ematoma cerebrale, i medici dicono che l'ematoma deve riassorbirsi e poi la sveglieranno dal coma...e se l'ematoma non si riassorbirà da solo la opereranno, non ho molte altre informazioni in più e capisco sia difficile dare una risposta, i medici dicono sempre che dobbiamo aspettare. ma quali sono i tempi in cui si potrebbe riassorbire l'ematoma? perchè non l'hanno operata subito? cosa dobbiamo aspettarci? avrà dei danni? gli ematomi cerebrali possono riassorbirsi da soli o serve sempre un intervento?
e poi volevo sapere come avviene il risveglio dal coma farmacologico...è automatico o ci vuole del tempo? può succedere che tolti i medicinali che inducono al coma la persona non si risveglia e quindi entra in coma naturale?
vi ringrazio tanto in anticipo capisco sia difficile dare delle risposte ma spero sappiate chiarire questi dubbi grazie!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

infatti, come Lei scrive, i dati sono insufficienti per potere dare una risposta attendibile.
Comunque, in generale, l'ematoma potrebbe riassorbirsi spontaneamente in tempi che non possono essere stabiliti a priori. Circa i danni residui, dipende dall'estensione dell'ematoma, dalla sede e dalle strutture vicine che comprime. Dal coma farmacologico si esce riducendo (e poi sospendendo) i farmaci che l'hanno indotto.
Il decorso non è prevedibile.

Cordiali saluti ed un grosso in bocca al lupo alla Sua amica
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta...
Ho saputo anche che la mia amica ha riportato una frattura della base cranica (scusatemi se non posso darvi ulteriori termini tecnici), che ha la febbre e perde liquido dall'orecchio e credono sia per un infezione, voi sapete dirmi se quella frattura del cranio le provocherà dei danni cerebrali? E la febbre è pericolosa?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dipende dall'entità della frattura e dalle strutture eventualmente intaccate. Anche l'entità dell'infezione ha un ruolo importante. Dai dati in possesso la situazione sembrerebbe molto delicata ma non disperata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora, dicono che l'ematoma si stia pian piano riassorbendo da solo e come ha detto lei non si sa quanto ci vorrà. Vorrei chiedere un'altra cosa: ma i medici decideranno di svegliarla solo quando l'ematoma si sarà completamente riassorbito o anche prima?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sono diversi i parametri che verranno presi in considerazione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Lei non respira da sola infatti è ancora intubata, anche questo verrà preso in considerazione prima di decidere di risvegliarla? grazie ancora

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Anche l'attività respiratoria può essere presa in considerazione.
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Salve vorrei aggiornarvi sulla situazione...sospesa la sedazione poi la mia amica ha reagito agli stimoli e ha aperto gli occhi... però non riuscendo a respirare autonomamente i medici le hanno effettuato una tracheotomia... ora la mia amica si trova nuovamente in stato di coma farmacologico... mi scuso se non posso dare informazioni più precise e dettagliate ma non ho ancora molte informazioni... ma vorrei sapere se, secondo voi, adesso si trova in coma per via dell'intervento? cioè può essere tenuta in coma perchè le è stata effettuata la tracheotomia?

e poi vorrei chiedervi se la tracheotomia porta delle conseguenze... è una situazione permanente? porterà dei problemi futuri (es. a parlare, mangiare etc...) oppure è una cosa temporanea e torna tutto alla normalità? ecco vorrei sapere se potrà condizionare la vita della ragazza in questione...
e potrà stare sveglia nonostante la tracheotomia?
scusate per le molte domande e se ho fatto confusione, vi ringrazio come sempre...

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la tracheotomia che viene eseguita in questi casi è reversibile e non lascia conseguenze.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro