Emisindrome sensitiva?

Gentilissimi,
dalla metà di novembre avverto dei sintomi che mi fanno preoccupare non poco. Ho cominciato a svegliarmi nel cuore della notte con il braccio sx "addormentato". Dopo qualche giorno la sensazione di "addormentamento" e intorpidimento è passato anche alla gamba, sempre sinistra, e si è protratta anche durante il giorno. A dicembre ho deciso di vedere un neurologo che ha rilevato una stato d'ansia e mi ha consigliato una rmn encefalo-cervicale-dorsale-lombosacrale.
Dal referto della rmn, effettuata senza m. di c., leggo che l'encefalo ha mostrato normalità morfologica e di intensità del parenchima cerebrale e cerebellare.
Per la cervicale: abolita la fisiologica lordosi, con marcato atteggiamento in cifosi. Iniziali eventi disdratativi dei dischi intervet. fra C3 e C6. Tra C3 e C4 protrusione discale mediana paramediana sx, che contatta il parenchima midollare. Tra C4-C5 e C5-C6 bulgings discali a sede mediana paramediana, che contattano rispettivamente il parenchima midollare ed il sacco durale. Normale il segnale del parenchima midollare.
Per la dorsale: modesta disarmonia dell'asse. Normale il segnale del parenchima midollare.
Per la lombosacrale: attenuata la fisiologica lordosi; scoliosi dx-convessa. Eventi disidratativi dei dischi intervet. da L4 a S1. Tra L4-L5, nell'ambito di una protrusione circonferenziale, è apprezzabile modesta componente erniaria sottolegamentosa a sede mediana paramed. dx, che impronta il sacco durale e che tende ad impegnare il recesso omolaterale. Tra L5-S1, nell'ambito di una prtrusione circonferenziale, che impegna lievemente i recessi laterali (dx>sx), è apprezzabile modesta componente erniaria sottolegamentosa mediana paramediana. Normale il segnale del cono midollare, in megasacco congenito.
Ora: di notte si "addormenta" anche il braccio dx; quando la mattina poggio il piede sx per terra avverto una sensazione di fastidio (come punture) che passa dopo un paio di passi e non si ripresenta nel corso della giornata; a volte sento come se la mano sx fosse gonfia o di cartone; a volte avverto una sensazione di formicolio alla spalla e all'avambraccio sx; ho avuto qualche episodio di fascicolazioni ai muscoli della coscia e del braccio; quasi costantemente avverto una sensazione che mi descriverei come lo scorrere del sangue negli arti (più forte nella gamba sx). Ho notato anche che i muscoli della braccia (in part. sx) si "addormanetano" più facilmente in alcuno posizioni, ad es. quando tengo il cell. all'orecchio.
E' possibile che questi sintomi siano legati alle protrusioni e alle ernie che ha rivelato la rmn?
Vorrei aggiungere soltanto che l'estate scorsa, uno degli ultimi giorni di agosto, mi sono svegliato con delle forti vertigini che mi hanno costretto a letto per tre o quattro ore e che per alcune settimane, a settembre, ho avuto una febbricola (37.2, 37.4) che è duarata alcune settimane e a causa della quale ho eseguito delle analisi del sangue che non hanno evidenziato alcun problema.
Ringraz
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile utente

i referti della RM che riporta descrivono una patologia degenerativa discale soprattutto a livello cervicale che merita una valutazione neurochirurgica.

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test