Utente 241XXX
Salve,sono un ragazzo di 25 anni,da circa 1 mese soffro di sintomi mai apparsi prima in nessuno dei miei percorsi di vita precedenti.Capogiri,frequenti dolori articolari e alla nuca,senso di derealizzazione e senso di difficoltà nel portare a termine un respiro pieno,in più mi accompagna un senso perenne di nodo alla gola.
Ci sono anche dei particolari che credo sia opportuno sottolineare,ho sofferto spesso di mal di gola,ne soffro un pò da sempre ma in questo periodo in particolar modo,e si è accavallata a questo anche una leggera bronchite,entrambi,sembra,curati con successo con areosol e iniezioni di antibiotici.
C'è da dire che i miei disturbi sono cominciati,come dicevo,esattamente 1 mese fa,con l'insorgere improvviso,una mattina nel sonno,di una crisi (tachicardia,sbandamento,dolori,respiro affaticato)che successivamente pare essere stata meglio identificata con un attacco di panico.Ho effettuato tutti i test,elettrocardiogramma sotto sforzo,analisi del sangue (anche per la tiroide)e una visita neurologica da un bravo dottore della zona,praticamente l'unica cosa che non ho fatto è stata una tac/rm,che i dottori mi hanno sconsigliato di effettuare,dato che probabilmente,come gli altri esami,si sarebbe rivelata negativa.
Vorrei solo un consiglio,dato che il senso di tensione,di sbandamento e tutti i sintomi,in maniera più o meno alternata,continuano ad accompagnarmi quotidianamente,devo accettare di avere un puro problema di natura psicologica o mi consigliate di eseguire qualche altro test,magari tralasciato?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se le visita e gli esami finora effettuati sono risultati nella norma e gli specialisti interpellati non vedono indicazioni per gli esami sopra menzionati (TC/RM) potrebbe stare tranquillo.
E' stata avanzata un'ipotesi diagnostica?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Innanzitutto salve dottore e grazie per la sua risposta;

il cardiologo ha semplicemente escluso una qualsiasi patologia cardiaca,mentre il neurologo mi è sembrato molto convinto nel diagnosticare un periodo di stress,neanche una SDAP,dato che l'episodio è stato unico.
Io mi fido molto del giudizio del mio neurologo,l'unica cosa che mi da da pensare è il fatto che i sintomi non mi abbandonano durante la giornata,tutt'ora ho delle fitte alla parte alta della testa e alla nuca,accompagnate dal solito senso di stordimento,e questo quadro generale mi porta anche ad essere molto teso,dato che non colgo bene la natura di tutto questo,non essendo mai stato io un soggetto ansioso,anzi.
Mi chiedevo,in pratica,se non fosse opportuno verificare anche l'ultima possibilità,per così evitare eventuali mie tensioni personali,anche a livello inconscio,perchè in ogni caso,somatizzazione o meno,sento molto pesare il peso di questa situazione,durante la giornata infatti,vengo spesso colto da spasmi muscolari involontari,alle palpebre o ai muscoli degli arti,o dorsali,ma so bene che sono sintomi del tutto nervosi.
Il mio insomma vorrebbe essere mero scrupolo.
Non le nascondo che ho pensato anche al peggio,come per esempio un ictus o una qualche ischemia,ma so che anche questi pensieri sono sintomi dell'attacco di panico,vorrei solo poter definitivamente convincermi che quando avverto un qualche sintomo,questo sia solamente indotto dalla mia psiche.
Ci terrei a sottolineare che seguo un regime alimentare molto oculato,senza dolci e fritture,non fumo nè bevo,e faccio sport da molto tempo.

La ringrazio e saluto anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi, anche i sintomi da lei menzionati nell'ultimo post possono essere di tipo psicogeno. In ogni caso il Suo problema è curabile, andrebbe impostata una terapia idonea al caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 241XXX

La ringrazio per il conforto dottore,se le fa piacere,le darò ragguagli sugli esiti della linea che ho intrapreso in accordo con il mio medico curante,e a questo punto,direi che sia il caso di affrontare un periodo di terapia;

ancora sentiti ringraziamenti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, leggerò volentieri.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 241XXX

Salve dottore,e mi scusi se la disturbo di nuovo,ma è per un consiglio.
Sto seguendo i consigli del mio medico curante,e ho prenotato per lunedì una visita da un otorinolaringoiatra,per verificare il movimento o meno degli otoliti nel condotto vestibolare.
Il punto è che come le dicevo,io soffro da tanto tempo di vertigine posizionale e la sensazione che provo in questi giorni non è la stessa di una crisi di questo tipo,per esempio questa mattina mi sono svegliato con un senso di oppressione nella parte alta della testa,e i capogiri si sono intensificati rispetto agli altri giorni.A questo punto,anche se considerata non necessaria dal mio medico curante,vorrei comunque effettuare una RM,dato che i sintomi non sembrano abbandonarmi,anzi peggiorano e la mia paura è sempre di un'ischemia o qualcosa di più grave.
Cosa ne pensa?Faccio bene ad approfondire o dovrei desistere?

Grazie in anticipo,cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerata la Sua storia clinica, faccia prima la visita dall'otorino e in base a questa può decidere poi se necessita di ulteriori approfondimenti diagnostici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 241XXX

Salve dottore,come le dissi,oggi ho effettuato la visita dall'otorino.A quanto pare la vertigine posizionale non c'entra con quello che sto passando in questo periodo,e tutto quello che mi rimane da fare è la RM e l'eco-dopler carotideo,che effettuerò dopodomani...il dottore comunque mi ha rassicurato dicendomi che i controlli saranno di mero scrupolo e che è praticamente impossibile che io abbia un qualche disturbo circolatorio grave alla mia età,ma io dottore,mi sento sempre peggio e so bene che i miei disturbi sono amplificati 1000 volte dall'ansia,proprio questa sera per esempio,ho avvertito una rigidità alla parte destra del collo e sono ricaduto in paranoia,tanto che faccio fatica a prender sonno...cosa ne pensa?A questo punto direi che tutto quello che mi resta è una terapia psichiatrica,dato che pare che io sia perfettamente sano,in ogni caso aspetto di effettuare risonanza e eco-dopler per dare un giudizio.

La ringrazio anticipatamente

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente faccia gli esami diagnostici che Le hanno prescritto ma l'origine psichica del problema potrebbe essere concreta. Mi faccia sapere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 241XXX

Salve ancora dottore,dopo qualche giorno,la aggiorno su quello che ho scoperto.
Ho effettuato tutti gli esami diagnostici ma nulla,sono risultato sano a tutti gli effetti.
Ieri di conseguenza,dopo lungo tempo,ho deciso di sottopormi alla mia prima seduta da una psicoterapeuta,molto brava e gentile,mi ha subito tranquillizzato,credo che sarà questa la linea che intraprenderò.
L'unica cosa che sembra avere una natura concreta è questa brutta cervicale,potrebbe consigliarmi a quale tipo di specialista dovrei rivolgermi per risolverla?Ricontatto il mio neurologo?

La ringrazio di nuovo,attendo una sua risposta.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è stato già riscontrato un problema cervicale?
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 241XXX

No dottore,è questo che vorrei verificare,la presenza o meno di problemi di cervicale,le chiedevo appunto a chi potrei rivolgermi.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato che è una Sua ipotesi, inizialmente Le consiglierei di rivolgersi al Suo medico curante per avere una prima valutazione anche con eventuali esami diagnostici, poi in base a questi si decide quale specialista contattare.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Gentile utente Lei riferisce frequenti dolori articolari, potrebbe specificare meglio la zona?
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#15] dopo  
Utente 241XXX

Si dottor Ferraiolo,ho già effettuato la visita dal mio medico curante e mi ha semplicemente detto che è normale e che un mal di testa può capitare a tutti,ma i dolori persistono e non è semplice convivere con questi continui mal di testa.

Dottor Tonlorenzi,i dolori sono più acuti soprattutto alla nuca,alla parte alta della testa (perpendicolarmente sopra agli occhi),ai lati della testa (sopra le orecchie) e nei pressi della mandibola.I dolori articolari sono dalle spalle alle braccia (la maggior parte delle volte è particolarmente acuto nella zona del bicipite e alle dita) mentre alle gambe coinvolge maggiormente polpacci e pianta del piede-dita.

I dolori articolari come le dicevo,sono piuttosto blandi,li accuso ma mi provocano solo qualche disturbo,mentre quelli nella zona testa-spalle sono particolarmente acuti e continui.

Aspetto consigli e ringrazio in anticipo.

[#16] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
(sopra le orecchie) e nei pressi della mandibola.
Ha mai fatto una valutazione gnatologica? Le zone della testa da lei riferite hanno una sensibilità che passa dalle vie (leminisco) trigeminali. La malocclusione dentale è, infatti, definita come la causa di dolore muscolo scheletrico più frequente dopo il mal di schiena e la più frequente causa di dolore di faccia testa e viso. http://www.danieletonlorenzi.it/?p=505
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#17] dopo  
Utente 241XXX

No in effetti è un'ipotesi che non mi è mai stata consigliata,da quale specialista potrei effettuare un'analisi gnatologica?

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se non ha mai fatto nessun esame riguardante il tratto cervicale della colonna vertebrale, un Rx di questo tratto potrebbe essere utile.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 241XXX

Va benissimo grazie dottore,ne parlerò col mio medico curante e cercherò di effettuare un Rx al tratto cervicale al più presto,anche perchè la situazione non sembra migliorare.

[#20] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/822/Nuovi-studi-su-malocclusione-e-dolore-al-collo-cervicalgia probabilmente vedrà un raddrizzamento della fisiologica curva cervicale. Spesso è correlata a malocclusione come può leggere nei file dell'articolo indicato.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#21] dopo  
Utente 241XXX

salve dottore,dopo alcuni giorni di esami,oggi ho ricevuto l'esito della risonanza magnetica.Se possibile vorrei una mano a decifrare il referto,dato che il mio dottore è disponibile lunedì,ergo dovrei comunque aspettare 2 giorni,il referto è il seguente:

In corrispondenza della sostanza bianca periventricolare e dei centri semiovali si osservano multipli nuclei di elevato segnale in T2 e nelle immagini FLAIR da esiti lacunari ischemici.
Ventricoli laterali in sede ed ampi.
III IV ventricolo sulla linea mediana.
Regolari gli spazi subaracnoidei della volta e della base.
Modesta ipertrofia mucosa dei turbinati nasali medio-inferiori.

Ringrazio anticipatamente,attendo una risposta.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

basandosi esclusivamente sul contenuto del referto, alla RM encefalica sono state riscontrate delle aree riconducibili a precedenti eventi ischemici.
Questo reperto non è frequente nei soggetti della Sua età. Soffre per caso di ipertensione arteriosa? Diabete? Fuma?
Queste lacune sono generalmente dovute ad occlusione di piccoli vasi. Nell'80% dei casi sono asintomatici a meno che non si formino a livello di strutture strategiche come il ponte o la capsula interna. Generalmente sono dovuti ad arteriopatie dei vasi perforanti
Faccia visionare l'esame al neurologo di fiducia per un approfondimento diagnostico del caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 241XXX

salve dottore,grazie della risposta

in ogni caso no non fumo e non ho il diabete,non so se soffro di ipertensione arteriosa.
In ogni caso,capogiri e tachicardie dell'ultimo periodo possono essere riconducibili a questo?
Come verifico l'ipotesi dell'ipertensione (considerando che gli acufeni ultimamente sono peggiorati,il fischio all'orecchio è quasi costante).

La ringrazio.

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i capogiri teoricamente sì, la tachicardia penso di no. Comunque ne parli col Suo neurologo. Importante anche effettuare gli esami del sangue di routine insieme allo studio dei fattori trombofilici (fibrinogeno, omocisteina, ecc.) anche se in questi casi di lesioni lacunari la prima causa è rappresentata da alterazioni della parete dei piccoli vasi perforanti.
Le ricordo però che queste sono informazioni generali che non è detto che corrispondano al Suo caso. Infatti la valutazione diretta potrebbe anche smentirle.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 241XXX

Salve dottore;
mi farebbe molto piacere aggiornarla sulla diagnosi del mio neurologo.
Pare che le lacune siano da attribuire al fatto che sono nato prematuro (di 8 mesi) e che sia un fattore che mi porto dalla nascita,e che siano del tutto innocue.
Cosa ne pensa,ha mai avuto riscontri del genere nei suoi pazienti?

la ringrazio

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le lacune potrebbero anche essere provocate da sofferenza alla nascita associata alla prematurità. Personalmente lacune con questa origine non ne ho mai riscontrate. Tra qualche anno Le consiglio un controllo RM.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 241XXX

Rieccomi qui dottore,qualche settimana dopo l'ultima risposta che mi ha gentilmente dato.
Come sempre mi capita,effettuo gli esami a me utili sempre nel fine settimana e mi è quindi impossibile porre delle domande al mio medico di base nei giorni successivi,quindi vorrei porle qualche domanda.
Ho effettuato questa mattina la risonanza magnetica a contrasto con Gadolinio,per andare infondo agli episodi lacunari ischemici che le raccontavo nelle precedenti risposte.
A distanza di quasi 2 ore dall'iniezione,ovvero quando sono rientrato a casa,ho accusato un capogiro abbastanza acuto,tanto che se non fossi stato seduto,probabilmente sarei caduto.
Questo si è ripetuto un paio di volte durante l'arco della giornata,e in generale sono in uno stato abbastanza confuso,avverto anche fitte di dolore (come punture)alla nuca e in varie zone del cranio.
Ovviamente ho effettuato tutti i controlli prima di effettuare il contrasto (ecg,esami del sangue) quindi non credo sia una reazione allergica,ma tale metodo può provocare i sintomi che le ho sopraelencato,o mi devo preoccupare in altre direzioni?
Da sottolineare che nel frattempo sto seguendo una terapia preventiva,assegnatami dal mio medico di base,a base di Cardioaspirina,una volta al giorno ogni 3 giorni,per evitare eventuali aggravanti fino al risultato della risonanza.

La ringrazio in anticipo.

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i sintomi descritti non sono da considerare legati a reazione allergica da gadolinio ma potrebbero associarsi come effetto collaterale al mezzo di contrasto stesso, ripeto, non di natura allergica. Questa è un'ipotesi possibile ma se la sintomatologia dovesse persistere si faccia controllare dal Suo medico curante.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro