Utente
Buongiorno a tutti. Ho un problema da un pò di tempo che mi fa stare davvero male, e non riesco a risolvere.
è da due anni e mezzo circa che soffro di improvvisi offuscamenti di vista, come se vedessi dei minuscoli pallini neri davanti agli oggetti. Quando comparve questo sintomo feci una visita dall'oculista, dalla quale non risultò nulla di anomalo. Il medico generico mi disse che probabilmente si trattava di disturbi psico somatici (soffro di depressione e ansia, e sono in cura con Cipralex 10 mg da 2 anni circa).
Questo sintomo fastidiosissimo però continua, a volte associato anche a tachicardia.
Avevo pensato di essere anemica, essendo vegetariana, ma all'epoca le analisi del sangue risultarono regolari. Tuttavia essendo passato un pò di tempo pensavo in questi giorni di ripetere le analisi.
Pensavo anche alla sclerosi, ma andai dal neurologo e dopo una breve visita eliminò anche questa ipotesi.
Non so più cosa pensare, vorrei un consiglio di qualsiasi tipo per risolvere questo problema o cercare di capirci qualcosa. Tutto ciò mi provoca ulteriore ansia.
Ringrazio di cuore chi mi darà una risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il neurologo non ha avanzato delle ipotesi diagnostiche? Quando ha fatto la visita?
Da quando assume il cipralex ha notato dei miglioramenti? Con quale frequenza si manifestano questi episodi e quanto durano? Soffre di cefalea?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
il medico all'inizio ha pensato che fossero effetti collaterali del cipralex, poi mi ha detto che potrebbero essere causate dall'ansia.
No, da quando assumo il cipralex non noto miglioramenti, anzi forse il problema si è accentuato.
questi episodi sono abbastanza frequenti, diciamo in media una volta a settimana, e sono di durata variabile.
No, non soffro di cefalea.
Non so che fare, sono disperata e inizio ad avere paura.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quando ha fatto la visita neurologica? Cosa intende per durata variabile? secondi? minuti?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
un anno e mezzo fa all'incirca.
Durata variabile nel senso circa mezz'ora, oppure un paio d'ore...
Cosa pensa possa essere??

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile stabilire a distanza cosa possa essere. Senza escludere il fattore psicosomatico (per vari motivi la terapia non sarebbe stata efficace) un'altra ipotesi potrebbe essere un'aura visiva senza cefalea ma è solo un'ipotesi on line.
Considerato che il disturbo persiste da più di due anni e che la visita neurologica risale ad un anno e mezzo fa, sarebbe opportuna una nuova valutazione neurologica magari supportata da qualche esame diagnostico, per es. una RM encefalica ma su quest'ultimo punto Le saprà dire meglio il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
In effetti, all'inizio dell'assunzione del Cipralex mi sentivo meglio, ma da un pò di tempo a questa parte la mia depressione, i miei attacchi di panico e la mia ipocondria sono tornati.
Provvederò a riparlarne con il neurologo.
Intanto la ringrazio tantissimo per la sua disponibilità e gentilezza.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche un dosaggio insufficiente del cipralex potrebbe essere preso in considerazione.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro