Utente 175XXX
Buongiorno
ho 34 anni e prendo tegretol,sono arrivata a prendere da una settimana circa 3 compresse al giorno da 200,per la nevralgia trigeminale,il dolore si è alleviato,non è più forte come prima ed è meno frequente,ma non è del tutto sparito
La prossima sett farò anche una radiografia ai denti per evitare problematiche dentarie
Prendo anche benexol compresse e in caso di dolore forte le gocce di Contramal
Alla comparsa del dolore mi ero recata al pronto soccorso,dove sono stata sottoposta a visita neurologica e alla tac che per fortuna non hanno evidenziato problemi particolari?
Per quanto tempo dovrò ancora prendere tegretol??e soprattutto quando andrà via definitivamente il dolore?(non posso ancora masticare normalmente perchè il dolore ricompare)
inoltre in caso mi fosse poi diagnosticata una infezione dentaria posso premdere antibiotici insieme al tregretol??
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in caso di nevralgia del trigemino generalmente la terapia con tegretol va protratta fino alla completa scomparsa della sintomatologia dolorosa, ne parli comunque col Suo medico curante anche perchè è consigliata poi una riduzione graduale fino alla sospensione.
Il dosaggio di 600mg al giorno non è da ritenere particolarmente elevato ma si assesta nella media per il trattamento di questa nevralgia.
Circa l'assunzione di antibiotici per eventuali patologie infettive dentali, non ci sono particolari problemi. Solo in associazione con macrolidi (per es. eritromicina, claritromicina, ecc..) si dovrebbe avere l'accortezza di ridurre la dose del tegretol in quanto questa classe di antibiotici potrebbe aumentarne il livello nel sangue. Comunque basta riferire al dentista che si sta assumendo tegretol e questi prescriverà, se necessario, antibiotici di altre classi che poi sono quelli più utilizzati dagli odontoiatri.
Nel caso la sintomatologia dolorosa dovesse persistere a lungo è consigliabile rivolgersi ad un neurologo per un ulteriore approfondimento clinico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 175XXX

salve dottore
il dentista mi ha detto che posso prendere come antibiotico o velamox o clavulin a base di amoxicillina
è corretto?
grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con questa classe di antibiotici non sono state riscontrate interazioni negative col tegretol, pertanto l'indicazione è certamente corretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 175XXX

BUONGIORNO DOTTORE il dolore facciale proprio del trigemino è scomparso,ciò che ancora ho è purtroppo questo dolore al molare per il quale il dentista mi ha dato antibiotico,secondo il dentista dovrei assumere anche un antinfiammatorio tipo nimesulide ma ho letto che è meglio non assumerne con tegretol
tra poco inizierò ad abbassare gradualmente il dosaggio con tegretol,così da prendere anche antinfiammatori.
Pensa che con 600 mg al giorno di tegretol potrei prendere anche la nimesulide come antinfiammatorio?o meglio aspettare di abbassare un pà il livello giornaliero di tegretol? grazie

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tra tegretol e nimesulide finora non sono state riportate interazioni negative ma ne parli al Suo medico. Con tegretol non è conveniente associare farmaci a base di ibuprofene (brufen, moment e tanti altri nomi commerciali).

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La nevralgia del trigemino può essere primaria (detta anche essenziale), o dipendere da altre cause.

Fra queste altre cause quelle in ambiente orale sono fra le più diffuse.

Può benissimo essere un dente che necessita di cure, ma potrebbe anche essere l'intera bocca ad avere il problema che si manifesta con la nevralgia.
Per esempio potrebbe essere un problema di protesi incongrua, di precontatti, di malocclusione o di bruxismo .

I prodotti antiepilettici (come il tegretol) sono più che indicati per una terapia sintomatica rapida ed efficace della sintomatologia dolorosa del trigemino; riducendo il bruxismo , può esserci, anche una diminuzione della sollecitazione di un eventuale dente bisognoso di cure.

Una corretta diagnosi, in collaborazione fra neurologo, odontoiatra e gnatologo è quindi indispensabile.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ribadisco che nella nevralgia trigeminale lo specialista di riferimento è il neurologo.
Poi, se si dovesse accertare una secondarietà, verranno chiamati in causa gli specialisti del settore. Comunque il primo specialista competente resta il neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro