Ho la sensazione di camminare in un bus in movimento

Egregi dottori, vi ho gia scritto diverse volte in passato per episodi di sbandamento che purtroppo dal 2008 nn ho ancora risolto e che si ripresetano puntualmente nel periodo estivo (in inverno sporadicamente). Gli episodi si verificavano, solo quando camminavo per strada, avevo la sensazione si camminare come un ubriaco e che mi mancasse la terra sotto i piedi.Quest'anno gli episodi sono tornati e sono piu frequenti, ho paura di camminare, è come se dovessi cadere da un momento all'altro. ho la sensazione di camminare in un bus in movimento.Come se ci fosse una forza che mi spinge e mi impedisce di restare in equilibrio. Questo mi capita anche se sto seduta e soprattutto se sto in piedi ferma nn riesco a restare immobile sento come se il corpo fluttuasse. Quest'anno mi capitano anche a casa mentre prima solo per strada e raramente in casa. Nel 2008 ho fatto esami vestibolari, risonanza all'encefalo più rocche petrose, visita oculistica, raggi al collo tutto neg. Con l'arrivo dell'estate gli episodi sono tornati e sono fastidiosissimi. Il mio medico curante nn mi ha prescritto nessun esame si è limitato a darmi delle gocce di levobren. io cmq vorrei eliminare la causa e nn solo il sintomo. Secondo voi a chi mi potrei rivolgere? Dovrei ripetere tutti gli esami daccappo visto che sono passati 4 anni? Ci sono esami piu indicati per capire da cosa potrebbe dipendere? Quali mi consigliate e da cos pensate possa dipendere? spero in una Vostra cortese risposta e nell'attesa vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

gli esami già effettuati sono più che sufficienti per potere indagare a fondo la sintomatologia descritta.
Non so se ha fatto anche una visita neurologica e otorino e con quali esiti, mi faccia sapere.
Comunque sarebbe anche da prendere in considerazione l'origine psichica del problema, considerato anche che la sintomatologia era presente soprattutto all'aperto e l'insorgenza del problema, adesso, anche tra le mura domestiche potrebbe significare un'accentuazione dell'eventuale disturbo somatoforme.
Non trascuri quest'ultima ipotesi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore, la ringrazio per la sua risposta. Gli esami che ho effettuato cioè esami vestibolari(con visita otorino), risonanza all'encefalo più rocche petrose, visita oculistica, raggi al collo sono stati fatti 4 anni fa. Mi chiedevo se fosse necessario ripeterli o farne di nuovi visto che il problema si è ripresentato e che a distanza di 4 anni potrebbero dare esiti diversi (spero di no!). Una visita neurologica con elettroencefalogramma è stata fatta 6-7 anni fa in seguito a episodi di vertigini. Da cosa può scaturire il disturbo somatoforme? Secondo lei le gocce prescritte sono necessarie??
Attendo un suo riscontro. La ringrazio e la saluto cordialmente.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

prima di pensare ad esami diagnostici potrebbe essere utile effettuare le due visite specialistiche, quella otorino e quella neurologica. Saranno poi i due specialisti che Le daranno indicazioni sull'eventuale effettuazione di esami, se ritenuti opportuni.
I disturbi somatoformi sono dei disturbi somatici che vengono generati dal cervello, dalla mente, cioè senza un danno organico. Spesso il paziente non ha coscienza di questa situazione.
Sull'utilizzo del farmaco prescritto non Le posso dare nessun suggerimento non potendo effettuare una diagnosi, comunque il levobren è un farmaco sintomatico per le vertigini. Se prescritto dal medico potrebbe assumerlo.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test